Nikon D780

Nikon D780 e tutte le novità del marchio giapponese più recenti

Tra le novità Nikon, oltre la D780, ecco la Nikon Coolpix P950 e la Nikon D6: nuove fotocamere per tutti, dai principianti ai professionisti.

Il mondo della fotografia digitale è in subbuglio: dall’inizio dell’anno non sono poche le novità Nikon uscite fresche fresche sul mercato. A partire dalla Nikon D780 per arrivare alla Nikon D6, senza dimenticare la Nikon Coolpix P950. Uno spettro di opportunità davvero ampio che abbraccia tutte le categorie di fotografi, dai semplici appassionati ai professionisti. Finalmente si può dire sia arrivato il momento per acquistare la Nikon nuova che tanto desideravamo.

Nikon, confronta i prezzi

Da non perdere

Scopriamo le novità Nikon d’inizio anno

Tra gennaio e febbraio Nikon ha tirato fuori gli assi che nascondeva nella manica. Tre fotocamere tutte diverse, dedicate ad altrettante differenti tipologie di fotografi. Per chi ha un’esperienza comune in merito alla fotografia, scatta per divertimento, perché avverte l’esigenza di farlo, magari per portare in valigia i ricordi di un bel viaggio, ecco la Nikon Coolpix P950, perché una superzoom non passa mai di moda.

Al contrario, per i professionisti è stata sviluppata una macchina in grado di restituire performance di altissimo livello. Ultima uscita tra le novità Nikon, pochissimi giorni prima della diffusione della pandemia che ha imposto lo stop a molte attività, tra le quali quelle legate all’esercizio fotografico, non ha ancora trovato modo di farsi testare. Pertanto accenneremo brevemente l’argomento, per poi poter tornare ad approfondire in tempi migliori.

La superstar tanto attesa

Ma il vero e proprio pezzo forte che i Nikon rumors 2020 avevano in qualche modo preceduto è di certo la Nikon D780. Si capisce che la Nikon nuova appena “sfornata” si candida a fare le veci del modello D750. La serie D700 prodotta da Nikon è stata una delle più apprezzate degli ultimi anni. Perché in grado di fornire strumenti fruibili anche dai professionisti a prezzi più contenuti, rispetto alle cosiddette ammiraglie. Con la Nikon D780 parliamo di una full frame, che permetterà di sfruttare pienamente le lenti con attacco di tipo F, fatto molto importante per chi già ne possiede alcune. Non sono pochi i fotografi che attendevano la Nikon D780 e che l’hanno acquistata confermando le impressioni positive che già si percepivano dagli stessi Nikon rumors 2020.

Cosa scegliere tra le novità Nikon?

Il celeberrimo marchio giapponese negli ultimi anni si è rivelato molto attivo nella produzione di nuovi dispositivi. Tra di essi bisogna certamente ricordare la serie di fotocamere mirrorless altamente professionali Nikon Z, rilasciata e migliorata tra la fine del 2018 e il 2019. Diventa pertanto ormai ineludibile la questione in merito a cosa valga la pena comprare: meglio una reflex o una mirrorless? Il fatto stesso che Nikon si sia lanciata nell’avventura delle camere prive di specchio dimostra come tale segmento sia oggi nel mirino dello sviluppo e della ricerca tecnologica in ambito fotografico. Cosa che rende talvolta pure ingiustificati i prezzi di alcune DSLR. Tuttavia, in attesa che vengano fissati definitivamente nuovi standard, l’affidabilità delle reflex rimane indiscussa.

Nikon nuova: trova la migliore per te

Ecco tutte le novità Nikon del periodo, a partire dalla Nikon D780.

1 – Nikon D780 body

Davvero una novità Nikon attesissima, è arrivata ad inizio anno: parliamo della full frame Nikon D780, qui presentata nella versione solo corpo macchina. Dalla maggior parte…della critica (come succede ai festival cinematografici!) è stata definita una fotocamera dal taglio semiprofessionale. Ovvero in grado di soddisfare pienamente le esigenze di chi desidera un’alta risoluzione immagine. Questa Nikon nuova fiammante va a prendere il posto della gloriosa Nikon D750, che ha fatto la gioia di tanti fotografi entusiasti della sua versatilità e potenza.

Le peculiarità della Nikon D780

Già da tempo i Nikon rumors 2020 indicavano l’uscita di una fotocamera digitale di fascia medio/alta. E le aspettative non sono state deluse: la novità Nikon in questione è davvero scottante, infatti la casa giapponese ha deciso di puntare su modifiche consistenti rispetto al modello simile più datato. Soprattutto nel comparto video, oggi sempre più sfruttato. Tanto quasi da equipararlo a quello foto, visto che i contenuti multimediali sono sempre più preponderanti e si preferisce spesso investire su una macchina fotografica performativa, rispetto a una videocamera.

Altre caratteristiche

Sulla Nikon D780 “tutto è cambiato ma nulla è diverso”. Nonostante le tante novità Nikon ci ha abituati nel mantenere sempre ferma la logica dei comandi e delle ghiere. Se hai già posseduto una fotocamera del brand, questa Nikon nuova non ti lascerà spaesato e avrai subito la sensazione come di guidare un’auto a te familiare e ben nota. Il sensore è un FX da 24,5 Megapixel in grado di produrre foto dai dettagli netti e nitidissimi, molto ben lavorabili in fase di post produzione.

Per il resto, sulla Nikon D780 si nota una specie di “operazione Frankenstein”, ovvero sono state prese dalle fotocamere pensate per un utilizzo più di massa delle facilitazioni. Come ad esempio il display LCD touch screen. Poi da dispositivi professionali si mutuano la velocità dell’otturatore, lo scatto a raffica con tanti frame al secondo e la qualità immagine sempre elevata. S’innesta persino qualcosa dell’esperienza mirrorless Nikon: è evidente l’affinità con la Z6 nelle funzioni Live View. Però l’operazione funziona e, con l’aggiunta del selettore AF-ON, l’azionamento dell’autofocus è davvero immediato.

Le funzioni

Ad ogni novità Nikon troviamo uno step avanti nell’innovazione tecnologica che anima molte delle funzioni della camera. Sulla Nikon D780 sono presenti 2 modalità d’impostazione dell’autofocus:

  • dal mirino si potrà disporre di 51 punti AF a rilevamento di fase e a contrasto. Il sistema è veloce e affidabile
  • dalla modalità Live View, che si attiva sul display LCD, saranno 273 i punti, a completa copertura del frame e secondo uno schema che ricalca quello della Nikon Z6.

Di sicuro l’autofocus rappresenta un punto forte della Nikon D780, non perde operatività e reattività nemmeno in condizioni di luce scarsa ed è dotato di riconoscimento facciale.

Riprendere video con la Nikon D780

Come accennato da alcuni Nikon rumors 2020, questa fotocamera si preannunciava come focalizzata sulla qualità della ripresa video. E infatti, rispetto a modelli collocabili sullo stesso piano, le riprese assumono veramente un carattere professionale. Queste si possono effettuare anche in 4K e UltraHD da 24 a 30 fps

La velocità di messa a fuoco risulta essere selezionabile in un ampio range, sono presenti la funzione focus peaking e quelle relative al filtro zabra, rispettivamente per reimpostare il punto di messa a fuoco e segnalare le zone non correttamente esposte. Unica pecca (forse non proprio di poco conto) è la mancanza dello stabilizzatore integrato: inammissibile su una Nikon nuova di ultimissima generazione?

Conclusioni

La Nikon D780 è un prodotto rivolto soprattutto a chi desidera acquistare la prima fotocamera full frame. E le sue qualità sono di alta gamma, come su ogni Nikon nuova. Tuttavia questa celebrata Novità Nikon non offre un netto stacco nei confronti dell’agguerritissimo mercato delle mirrorless full frame. Preferire ancora una DSLR a una fotocamera senza specchio? La questione si fa sempre più amletica. Di certo l’infaticabile autonomia delle macchine reflex resta un vantaggio. E quella del dispositivo presente assicura fino a oltre 2.200 scatti con una sola ricarica

A chi è consigliata?

La versatilità del frame prodotto dalla Nikon D780 la rende una macchina molto versatile, adatta ai più svariati generi fotografici. Sono comunque in molti a indicarla come “la full frame ideale per la street photography”. Parrebbe una contraddizione, ma la reattività dello scatto, dell’autofocus, insieme a un body non esageratamente pesante, danno credito a tale definizione. Inoltre è ottima per chi si occupa di fotografia sportiva o naturalistica, dove i soggetto possono muoversi velocemente o improvvisamente. Si raccomanda comunque di utilizzare delle ottiche stabilizzate con la Nikon D780, per sopperire all’assenza di uno stabilizzatore interno. Il prezzo non è tra i più competitivi, ma Nikon resta una garanzia di qualità.


2 – Nikon Coolpix P950

Insieme alla Nikon D780, tra le attesissime novità Nikon per quest’anno, è stata presentata anche la camera bridge Nikon Coolpix P950. E proprio come la Nikon D780, si parla di apparecchi adatti a un pubblico che sta a metà, nel primo caso tra l’amatorialismo avanzato e la professionalità, in questo invece tra l’esperienza consumer e uno step più evoluto. Le macchine fotografiche digitali bridge, anche rispetto alle compatte, non di rado rappresentano un’ottima alternativa, nonché sono perfette come idea regalo.

Le caratteristiche della Nikon Coolpix P950

Una Nikon nuova e potente, per quanto compatta. Dati tecnici alla mano: sensore CMOS da 16 Megapixel, processore Expeed, autofocus a rilevamento e a contrasto, ampia gamma di sensibilità che va da 100 a 6400 ISO, display LCD touch screen da 3,2 pollici e possibilità di registrare video in 4K. E ovviamente lo zoom, con fattore d’ingrandimento 83x, da 4,3 a 357 mm che equivalgono in sostanza a un 24-200 mm. Il tutto con un’ottima luminosità, da f/2.8 a f/6,5: incide sul prezzo ma la versatilità dell’apparecchio è garantita. Vengono supportati anche i file Raw e allora è chiaro che i Nikon rumors 2020 in merito a una macchina dalle alte performance camuffata da entry level vengono confermati coi fatti.

Altri dettagli

Dalle dimensioni quasi simili a quelle dell’ormai nota Nikon D780, questa macchina fa pure il verso alle reflex DSLR, pur chiaramente non disponendo di un’ottica intercambiabile. Il display LCD, cui già accennato precedentemente, è ampio e in grado di offrire un’ottima anteprima delle immagini. Lo zoom risulta dotato di una ghiera agile e precisa nell’individuazione del pino che si desidera mettere a fuoco. Il sistema AF della Nikon Coolpix P950 è reattivo, preciso, con un leggero affanno in condizioni di scarsa luminosità.

Le funzioni

Una novità Nikon perfetta per chi scatta in maniera semplice, per il puro gusto di farlo. Come detto si tratta di una fotocamera reattiva e facilissima da utilizzare. La dotazione di automatismi che fanno parte del suo equipaggiamento è assolutamente funzionale. Poter riprendere video in 4K e UltraHD rendono questa Nikon Coolpix P950 ancora più appetibile.

Conclusioni

Novità Nikon ce ne sono per tutti, già subito dall’inizio dell’anno. La Coolpix P950 è certamente rivolta a un pubblico ampio e generico. Un amico si sta laureando e sapete che ama scattare tante foto in vacanza o in giro? Questa Nikon nuova nel segmento bridge potrebbe davvero essere il regalo che vi farà fare un figurone. Detto ciò si può anche affermare che la risoluzione e la qualità dell’immagine è pressappoco paragonabile a quella degli smartphone con migliori fotocamere, oggi disponibili a prezzi pure relativamente accessibili. 

Il punto di forza della fotocamera in questione si evidenzia nello zoom: potente e articolato, consente di catturare immagini anche in grande lontananza. Peccato nel complesso manchi qualche supporto a livello progettuale in grado di dare quel quid in più alla Nikon Coolpix P950 rispetto ad altre superzoom dello stesso marchio.


3 – Nikon D6

La Nikon D780 non è l’unica full frame che quest’anno sarà immessa sul mercato: Nikon rumors 2020 volevano l’uscita di una macchina super professionale. Ed ecco la conferma. Si tratta della Nikon D6, diciamo ufficialmente presentata poco prima della metà di febbraio. Forse senza il risalto meritato a causa dell’imminente stato di emergenza che ha coinvolto il globo e che ha fatto passare in secondo piano molte cose.

Le caratteristiche

In attesa di una diffusione commerciale più capillare della Nikon D6, possiamo dire che nel comunicato stampa ufficiale si parla con grande rilievo della potenza dell’autofocus e dello sviluppatissimo comparto connettivo. Per quanto chiaramente una macchina ultra professionale, come si preannuncia questa novità Nikon, viene garantita la possibilità di condividere file online o con altri dispositivi agilmente e in tempo reale. Ciò grazie al wi-fi integrato supportato anche dalla connessione via cavo.

Funzioni

Se la Nikon D780 non vi basta, sulla D6 dovrebbero esserci 105 punti AF a croce selezionabili manualmente in ogni unità e in grado di garantire una copertura del frame quasi del doppio migliore rispetto al modello che questa Nikon nuova di zecca andrà a sostituire, ovvero la Nikon D5. Grandi performance anche quando la luce è poca o addirittura assente. Non resta che attendere di vedere tornare i professionisti in pista per saperne presto di più.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *