Cappa da cucina

Scegliere la cappa da cucina ideale per i nostri spazi

Breve guida su come scegliere la cappa da cucina migliore per i nostri spazi ed esigenze: vari modelli compresa la cappa cucina da incasso.

Oggi la cappa da cucina è più che mai anche un elemento di design che connota lo spazio. Inoltre si tratta di apparecchi sempre più silenziosi e discreti, tanto che si è arrivati a progettare anche la cappa cucina da incasso. Dai materiali di realizzazione economici, pregiati o hi-tech, vediamo come scegliere la cappa da cucina su misura per le nostre esigenze e la nostra casa, anche in base alle prestazioni fornite.

Cappa da cucina: confronta i prezzi

Cucina e non solo

Se state vagliando l’acquisto di una cappa da cucina probabilmente dovete sostituire la vecchia per un guasto. Oppure state rinnovando casa o, ancora, ne avete acquistata una nuova: seguite anche questi consigli su come dipingere casa senza fare pasticci. Vi saranno utili anche nel caso decidiate di sistemare la cucina e il resto dell’abitazione in autonomia. Pensate poi che anche i dettagli d’arredo sono importanti: delle belle sedie sala da pranzo possono dare un tocco di classe in più pure alla vostra cucina. Se vede annessa al suo interno la zona pranzo stessa. Medesimo discorso per i lampadari cucina, nella loro declinazione a sospensione: eleganti o moderni, sui più noti marketplace del web si trovano infinite varianti e proposte. Infine, per rinnovare la cucina in modo intelligente, quale forno da incasso comprare? E quale cappa cucina da incasso quindi scegliere? Le risposte nella nostra guida

Cappa da cucina: i modelli

Per essere in grado di scegliere la cappa da cucina che andremo a installare, è chiaro, bisognerà conoscere i diversi modelli presenti sul mercato. Eccoli:

  • la cappa da cucina con tubo di aspirazione a vista, ovvero la tipologia più comune e diffusa. Ovviamente deve essere collocata sopra il piano cottura e segue il disegno progettuale della cucina stessa. Pertanto può avere una forma regolare a parete oppure essere ad angolo, se anche i fornelli sono realizzati nell’ottica di risparmiare spazio. Esistono anche cappe per i blocchi a isola che vanno sistemate sul soffitto, nel punto in cui si trova l’area in cui utilizzeremo le pentole. Una cappa classica non è meno smart di una cappa cucina da incasso, se ne trovano di bellissime studiate con un particolare gusto per il design
  • una cappa cucina da incasso va messa in modo tale che il condotto di aspirazione sia inglobato all’interno di un pensile. Se ne percepirà la presenza solo dall’interfaccia dei comandi e da un eventuale visiera estraibile per contenere meglio i vapori. Esistono anche cappe a semi-incasso.

La cappa da cucina con tubo di aspirazione

La più comune tipologia di cappa da cucina, oggi presentata con forme avveniristiche e di design. Insomma un vero e proprio complemento d’arredo. Anche i materiali sono di grande qualità, destinati a durare senza temere troppo l’usura del tempo: tra i più diffusi, l’acciaio inox. Ci sono poi cappe che “appaiono e scompaiono” a seconda del fatto che ci serva utilizzarle o meno e altre che sembrano mimetizzarsi con le lampade di una cucina arredata con gusto minimale. Ecco quindi una selezione di cappe high end con tubo di aspirazione a vista.

Scegliere la cappa da cucina: le tipologie

La cappa da cucina non è uno strumento opzionale: dove esiste un angolo cottura a gas va installata per obbligo. Dunque possiamo scegliere la cappa da cucina in base alle sue caratteristiche estetiche, ma comunque dovremo averla in casa. L’unica distinzione possibile fare tra le tipologie è la seguente:

  • la cappa da cucina aspirante, che attraverso la canna fumaria dedicata convoglia verso l’esterno i fumi e i prodotti insalubri derivanti dalla combustione
  • quella a ricircolo abbinata a un ventilatore elettrico che, attraverso degli speciali filtri, purifica gli scarichi e li rimette nell’ambiente. Una soluzione da adottare esclusivamente quando non c’è la possibilità materiale di costruire una condotto fumario con sbocco esterno.

Cappe economiche

Calcolare e rientrare in un determinato budget è importante quando si affrontano dei lavori in casa o semplicemente si acquistano nuovi elettrodomestici. Senza le basi dell’economia domestica non si va da nessuna parte: ecco perché vi suggeriamo alcuni modelli di cappa da cucina economica ma super funzionale e di qualità.

I dati tecnici

Che si tratti di una cappa con tubo di aspirazione a vista o di una cappa cucina da incasso, l’importante è che sia in grado di garantire un ricambio dell’aria ottimale. La funzione di questo tipo di aspiratori, infatti, è quello di consentire l’utilizzo del gas in casa in totale sicurezza, senza che si creino miasmi pericolosissimi. I dati tecnici cui dovremo far caso prima di scegliere la cappa da cucina sono:

  • le dimensioni della stanza in cui andrà collocata, infatti dovrà assicurare un ricambio dalle 6 alle 8 volte maggiore rispetto il volume della cucina
  • la frequenza d’utilizzo, ovvero dovremo avere un’idea di quante volte e per quante persone cucineremo giornalmente. Questo dato serve perché i valori di aspirazione normali si attestano intorno ai 400 metri cubi l’ora, mentre invece se facciamo un utilizzo intensivo e prolungato della cucina a gas dovremo orientarci verso modelli di cappa da oltre 500 metri cubi l’ora.

Cappe potenti

Per chi ha particolari esigenze di potenza, alcune delle migliori cappe con un livello d’aspirazione pari o superiore ai 500 metri cubi l’ora.

Le dimensioni

Anche in questo caso una cappa cucina da incasso o “tradizionale” si equivalgono nelle misure. Le quali in genere oscillano tra i 60 cm e i 120 cm, dovendo ricalcare l’estensione del piano cottura, rispetto al quale una cappa da cucina può essere più ampia, ma mai più piccolaL’altezza del tubo di aspirazione è variabile perché dipende dalla canna fumaria cui sarà collegato. In ogni caso se le dimensioni della vostra cucina sono più piccole o più grandi del normale si potrà facilmente optare per un apparecchio su misura.

La procedura d’installazione

Non è possibile installare da soli e in autonomia una cappa da cucina con tubo di aspirazione. Sarà necessario contattare un tecnico specializzato che dovrà controllare siano presenti i requisiti necessari alla sottoscrizione della Dichiarazione di Conformità alla normativa vigente. Infatti la cappa da cucina ha bisogno di una canna fumaria dedicata e non può essere convogliata all’interno di quella sfruttata per la caldaia, ad esempio, o per altri dispositivi che operano a gas. Gli accertamenti che il tecnico si troverà ad eseguire sono:

  • relativi al foro del condotto che porterà i fumi all’esterno, in merito alla sua posizione e alle sue dimensioni sia in entrata che in uscita
  • coinvolgono l’impianto elettrico per l’allacciamento della nostra cappa da cucina
  • riguardanti anche l’altezza del soffitto, per capire di quanto dovrà essere lungo il tubo di aspirazione
  • come già accennato, inoltre, andrà rilevato il volume dell’ambiente e stimati i tempi di utilizzo, prima di scegliere la cappa da cucina e la sua potenza.

Una cappa con tubo o una cappa cucina da incasso che sia, bisogna che risulti posizionata esattamente sopra al piano cottura a un’altezza minima dai fuochi pari a 65 cm nel caso si tratti di fornelli a gas. Se invece siamo in presenza di una cucina elettrica, l’altezza minima dovrà essere pari a 75 cm dalle piastre. Altezze superiori non consentirebbero un adeguato tiraggio, che in ogni caso, a fine installazione va sottoposto a check. Lo stesso vale per l’allaccio tra tubo di aspirazione e condotto fumario nonché per le lampade che si solito sono integrate alla cappa da cucina.

Un piccolo approfondimento sulla normativa

Il tecnico installatore che verrà a casa vostra per allacciare la cappa da cucina dovrà darvi conferma che quella acquistata sia un modello congruo alle caratteristiche dell’ambiente in cui alloggiarla. Per questo sarebbe opportuno contattare un esperto anche prima di scegliere la cappa da cucina. Egli sa che dovrà anche essere presente un foro di ventilazione: in sostanza si tratta di una presa d’aria incisa in un muro perimetrale della cucina, profonda dall’interno all’esterno dell’abitazione. Il diametro di questo foro non è casuale. Sicuramente non può essere inferiore a 10 cm quadrati ed è soggetto a un fattore d’incremento in base al numero di elettrodomestici a gas presenti nella stanza. Aumenta di 6 cm per ogni kiloWatt ed è necessario per garantire il circolo dell’aria, un vero e proprio salvavita in caso di fuga di gas.

La cappa da cucina a ricircolo o filtraggio

Una cappa da cucina che non espelle fuori casa i fumi dei gas, come accennato, si attiva filtrandoli e purificandoli. Per quanto la potenza dei filtri al suo interno sia parecchio avanzata, questi sono presenti anche sulle cappe con il tubo di aspirazione. In più, sui modelli a ricircolo, è di solito attivo anche un depuratore di odori a carboni attivi.

In entrambe i casi il loro compito sta nel bloccare il passaggio delle particelle di sporco e grasso nel condotto fumario. A tal proposito i filtri in metallo con configurazione a nido d’ape si rivelano tra i più efficaci, per quanto anch’essi, periodicamente vadano sostituiti. Sarà la vostra cappa da cucina ad avvertirvi del momento, attraverso una spia che si accenderà. Per evitare di fare danni e di provocare la dispersione delle particelle rapprese nel filtro, andrà smontato e rimosso seguendo a dovere le relative istruzioni.

Cappa a ricircolo

Se non c’è la possibilità di ricavare una canna fumaria dedicata alla cappa da cucina, non potete che orientarvi verso modelli filtranti, detti anche a ricircolo. Oggi la tecnologia ha fatto passi da gigante, per cui i sistemi di depurazione connessi a tali cappe sono molto avanzati. Sia a livello di vera e propria pulizia dei fumi da reimmettere in circolo, sia alivello di contenimento degli odori. Alcune proposte da confrontare.

Scegliere la cappa da cucina più silenziosa

Una cosa generalmente molto fastidiosa, legata alla cappa da cucina, è il rumoreche emette. Più si aumenta la potenza, più diventa persistente. Per fortuna le cappe moderne sono progettate e studiate per attutire il più possibile questo fenomeno. Ciò è possibile utilizzando apposite protezioni insonorizzanti e calcolando l’ampiezza della canna fumaria. Per chi non bada a spese sono disponibili in commercio anche modelli di cappa da cucina con motorizzazione esterna: in sostanza il motore viene posto nella zona del sottotetto dell’abitazione, o in un luogo filtro, e connesso alla cappa mediante un opportuno tubolare dedicato.

Cappa con motore esterno

Sicuramente hanno il grande pregio di essere quasi completamente insonorizzate: articoli davvero all’avanguardia. Ve ne consigliamo qualcuna tra i top gamma in vendita online.

Consigli per l’utilizzo della cappa da cucina in sicurezza

Gli incidenti domestici purtroppo sono all’ordine del giorno ma dobbiamo fare il possibile e anche l’impossibile per evitarli. Gestire una cappa da cucina è semplice ed essendo presente in tutte le case avrete probabilmente assistito alla sua manutenzione. In ogni caso è bene sottolineare che:

  • trattandosi di un sistema elettrico è necessario fare attenzione quando la si deve pulire. Bisogna assolutamente staccare la presa della corrente relativaprima d’intervenire con acqua, detersivi o solventi
  • non di rado capita che la spina della cappa da cucina non sia a vista o difficilmente raggiungibile. In questo caso dovremmo scegliere la cappa da cucina provvista di un pulsante in grado di sospendere l’alimentazione o, a mali estremi, staccare proprio la luce in casa dal generatore principale
  • evitare di abbrustolire le pietanze direttamente sulla fiamma del gas o dimenticare il bruciatore acceso senza pentole con la cappa in funzione. Infatti se la potenza di aspirazione è elevata, il fuoco potrebbe essere attratto verso l’alto, creando una pericolosa vampata
  • dato che tutte le cappe sono dotate di lampade integrate, tenetele accesementre cucinate e aspirate, per avere pieno controllo di ciò che sta succedendo sui fornelli

Cappa cucina da incasso

Non gradite affatto percepire la presenza del tubo a vista, presente nella maggior parte delle cappe? Il design della vostra casa e della vostra cucina è particolarmente all’avanguardia, con linee geometriche e minimali? O semplicemente tutti i vostri elettrodomestici sono a incasso? Non sarebbe congruo e nemmeno visivamente piacevole discostarsi da questo stile, pertanto bisognerà orientarsi verso una cappa cucina da incasso. Ecco alcuni dei migliori modelli presenti in vendita online: consultate un tecnico specializzato per le specifiche tecniche giuste del prodotto. Poi compratelo sul web avvalendovi di prezzi spesso vantaggiosi e della spedizione veloce direttamente a casa. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *