Sony Bravia XF85

Sony Bravia XF85: Recensione, TV 4K HDR per gli amanti dello sport

Sony Bravia XF85 è la nuova linea di TV 4K HDR della casa giapponese. Pensata per l’utente che deve stare attento al budget, offre un design accattivante e una buona performance generale. Con la scelta del pannello IPS che ci fa storcere lievemente il naso. La recensione.

Se state cercando una TV capace di portarvi in salotto il processore Sony X1 al minor prezzo possibile, Sony ha preparato per voi la gamma Sony Bravia XF85. Si tratta di un modello leggermente superiore allo XE85 presentato l’anno scorso. Del resto anche XE90 e XE93 sono state rimpiazzate da un singolo modello, XF90, che si comporta un po’ meglio.

Una line-up riorganizzata

Insomma, Sony sta un po’ ripulendo e riorganizzando una line-up che è sempre stata caotica e affollata da troppi modelli e troppe sigle incomprensibili. Un’ottima notizia, se non fosse che XF85 (KD55XF8596 il nome completo, in questo ca) arriva equipaggiata con un pannello LED edge-lit retroilluminato invece di un full-array.

Design moderno 

Cosa definisce i modelli che compongono la gamma Sony XF85? Un design senz’altro moderno, rifinito in modo eccellente e con un aspetto che infonde una sensazione di calma superiorità. In questo, la linea si conforma senza problemi al design dei modelli precedenti, sempre attenti a fornire delle linee sobrie ed eleganti, capaci di spiccare nell’ambiente casalingo ma senza pretendere troppe attenzioni. 

Dove comprare gli XF85 al miglior prezzo:

Sony Bravia XF85, una TV dalle linee (apparentemente) semplici

A prima vista, Sony Bravia XF85 sembra molto semplice. Tuttavia, particolari come la cornice sottile realizzata in alluminio spazzolato scuro, o la parte posteriore nera realizzata in plastica ruvida, oppure i piedi angolati, situati ai lati e quasi invisibili. La bellezza di questa TV risiede quindi nei dettagli, che insieme ad una linea davvero sottile regala al prodotto un aspetto decisamente piacevole.

Sony Bravia XF85
L’elegante parte posteriore è realizzata in plastica ruvida e regala ottime sensazioni al tatto

Connettività più funzionale

Anche i cavi sono organizzati in modo più funzionale: Sony si è liberata della scatola di alimentazione esterna vista su alcuni modelli del 2017. Rimane qualche cavo, che passerà comodamente tramite i piedi della TV per finire sotto un coperchio di plastica situato sulla parte posteriore. Lo spazio per i cavi è notevole, anche se il coperchio non sembra essere particolarmente robusto. Ad ogni modo, non abbiamo avuto problemi nel sistemarvi tutta la connettività.

Porte e connessioni

A proposito di connettività, le porte presenti su Sony Bravia XF85 è più che sufficiente. Vi troverete quattro porte HDMI equipaggiate con HDCP 2.2. Tre sono situate di lato, una sul retro. Potrete poi configurarle a dovere per godere della miglior immagine in 4K Enhanced dalla vostra console o lettore blu-ray. Oltre a questo, XF85 offre tre porte USB poste di lato, compresa una porta USB 3.0, e una porta jack. Sul retro troviamo anche la porta component e un’uscita ottica. Tutte le connessioni presenti sul retro sono orientate verso il muro, cosa che può rendere un po’ difficile il montaggio a parete. Per chi volesse usare una cuffia wireless, la TV garantisce anche una connessione bluetooth.

Facilità d’uso

Sony ha confermato, per questa nuova linea, il connubio con Android TV. Il sistema operativo presente su XF85 è Nougat, e al momento non è chiaro se gli aggiornamenti arriveranno all’update di Oreo e oltre. Non ci sono differenze significative rispetto alle precedenti televisioni (anche se su XE70 il sistema operativo era basato su Linux). L’unica novità è il supporto Hybrid Log Gamma senza dover uscire da Android TV, nonché la possibilità di loggarsi con diversi account Google.

Chromecast preinstallato

Una delle caratteristiche più amate di Android TV è la funzione Chromecast preinstallata. Questo vi permetterà di navigare su Netflix o Youtube dal vostro cellulare, per poi trasmettere qualsiasi contenuto verso Sony Bravia XF85 semplicemente premendo un tasto. Una lista di app che supportano Google Cast può essere trovata con facilità nell’app Google Home. Youtube al momento non supporta la funzione HDR, a differenza di Netflix e Amazon Prime.

Qualità dell’immagine

Sony Bravia XF85 utilizza un pannello LED IPS, retroilluminato con la funzione di global dimming. Potrete quindi aspettarvi un buon angolo di visuale ma un livello di contrasto modesto. Aspetto, questo, che andrà un po’ ad impattarne anche la performance HDR. Senza andare a toccare aspetti di calibrazione, per i quali troverete innumerevoli tutorial in rete, possiamo consigliarvi la modalità predefinita Cinema Pro come quella capace di avvicinarsi maggiormente ai migliori standard.

X1, per ripulire le immagini in modo naturale

Come già detto, Sony Bravia XF85 utilizza il processore X1. Meno potente del chip X1 Extreme, la CPU presente su modelli superiori come l’XF90, riesce comunque a produrre una performance più che buona. Grazie a X1, l’immagine della TV sarà ripulita da rumore o blocchi di qualsiasi tipo. In più, garantisce un upscaling UltraHD decisamente accurato. Inoltre, grazie all’opzione Reality Creation potrete avere immagini più vibranti e dettagliate, anche se vi consigliamo sempre di non esagerare con qualsiasi effetto digitale, in quanto esagerare porta ad una riproduzione decisamente inaccurata e “falsa”.

Pannello IPS, il tallone d’achille di XF85

Quello che senza dubbio è il punto debole di questa TV è la scelta del pannello IPS. Con un contrasto nativo di 775:1, non è esattamente facilissimo riprodurre immagini capaci di colpire per impatto e drammaticità. Sony ha cercato di ovviare con una serie di effetti digitali in grado di ridurre l’effetto di dimming e portare la TV al contrasto massimo ottenibile senza ottenere effetti peggiorativi. A voi la scelta se tutto questo è sufficiente, noi ci limitiamo a segnalare che, a questo prezzo si tratta di un compromesso accettabile, soprattutto se la performance HDR non è in cima ai vostri pensieri.

Immagine: fluidità di movimento

L’aspetto invece più convincente, nella performance di Sony Bravia XF85, è senza dubbio la quantità di dettagli e l’eccellente fluidità con cui lo schermo gestisce l’immagine. Questo la rende un’ottima scelta per gli eventi sportivi così come i videogiochi, confermando una piccola tradizione che vede i modelli Sony (anche economici) eccellere in questo aspetto. Nel modalità gioco, infatti, osserviamo un lag di 28 ms. Si tratta di un ottimo risultato che viene riprodotto senza problemi anche in modalità HDR. In altre parole, gamer e fanatici di videogiochi possono scegliere questa TV in totale tranquillità.

Suono: meglio del previsto

Il suono di XF85 è sorprendentemente buono. Il comparto sonoro è ben servito da una scocca decisamente resistente, aspetto che aiuta la TV a mantenere volumi alti senza andare in distorsione. Gli altoparlanti sono sufficientemente potenti per diffondere il suono attraverso un salotto medio-grande senza perdere in naturalezza o dettagli. Ovviamente mancano i bassi – per quello una soundbar sarà il minimo indispensabile – ma per essere una flat TV non potremmo essere più soddisfatti.

Sony Bravia XF85, conclusioni

Una TV come Sony Bravia XF85 riassume in modo molto chiaro tutti i compromessi che un produttore deve affrontare per offrire un televisore 4K HDR economico. Il pannello IPS non la rende perfetta per situazioni ambientali di poca luce. Prima di tutto perché i valori di nero sono abbastanza limitati, ma anche perché la tipica luminescenza del pannello IPS può rendervi la vita difficile con le immagini scure. Superando questo aspetto, scoprirete però che questa televisione ha davvero parecchio da dare. Lo schermo è chiaro e definito, e Sony ha messo a punto una tecnologia di dimming in grado di riprodurre un grado di contrasto tutto sommato accettabile. Uniteci l’eccellente fluidità e una gamma cromatica di alto livello e capirete che XF85 è la soluzione ideale per i maniaci di sport sul divano e, più in generale, una scelta di ottimo livello per tutta la famiglia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *