Registratore digitale portatile: Quale multitraccia scegliere, la guida ai migliori

Registratore digitale portatile: Quale multitraccia scegliere, la guida ai migliori

Siete alla ricerca del miglior registratore digitale portatile? Ecco qui una guida dei più importanti prodotti firmati Zoom e Tascam!

Cosa fare con un registratore digitale multitraccia? Potrebbe sembrarvi un prodotto poco interessante ma tanti professionisti non riescono a fare a meno di questo piccolo oggetto dalle qualità nascoste! Perché? Semplice, perché permette di registrare suoni in qualsiasi condizione vi troviate, al chiuso, all’aperto, mentre viaggiate o durante il lavoro. E’ diventato ormai un supporto fondamentale per tutti coloro che hanno necessità di catturare e archiviare nel proprio diario digitale conversazioni e suoni che altrimenti andrebbero persi. Voi ci direte, ma i moderni smartphone non assolvono questa funzione? Verissimo, ma la qualità e soprattutto l’immediatezza con cui un registratore digitale capta voci e audio restano imbattibili!

A cosa (vi) serve il registratore digitale portatile?

Quindi che voi siate un musicista, un videomaker o un giornalista il registratore digitale dovrebbe diventare il vostro migliore amico. Non solo, anche gli studenti in aula o chi assiste a conferenze di vitale importanza può farne un uso quotidiano. Tante volte in fase di ascolto ci intestardiamo in appunti filippici credendo di poter estrapolare i punti cardine del discorso. Ma così facendo finiamo per perdere il filo del ragionamento e, come si sa, difficilmente i relatori ripetono il concetto una seconda volta! Il tempo è denaro! Quindi è bene armarsi di un buon registratore digitale per evitare di dilapidare attenzione e non catturare i punti salienti delle conversazioni. Per facilitarvi nella scelta, in questa recensione proveremo a valutare quali sono i migliori modelli di registratore digitale da acquistare! Siete pronti?

Quale multitraccia scegliere? Dipende da voi!

Prima di iniziare con la scelta dei migliori registratori digitali portatili da comprare è bene fare una veloce panoramica per capire come scegliere il registratore adatto alle nostre esigenze. Ci sono svariate caratteristiche che un utente deve valutare, dal peso alle funzionalità. Ricordiamoci che il registratore digitale si eleva a strumento indispensabile quando diventa facilmente portabile e soprattutto immediato nell’attivazione. Quindi un primo elemento che dovrete analizzare con cura è il peso! Chiaramente il vostro umore e i vostri nervi risponderanno in modo completamente diverso se il registratore che avete scelto peserà 50 grammi anziché mezzo chilo! Quindi attenzione (!), ripassate bene le vostre abitudini, come vi spostate, che ingombro potete sostenere. Se siete perennemente a piedi e avete lo zaino imballato dai libri e dal PC è chiaro che dovrete orientarvi su un registratore digitale leggero. Se invece vi spostate in automobile e la comodità è la vostra ragione di vita, allora sì, potrete osare qualcosa in più (senza esagerare!). In secondo luogo ci sono svariati aspetti tecnici da analizzare. Ecco una rapida carrellata. Il microfono: vi basta quello integrato o il vostro utilizzo professionale necessita dell’aggiunta di un microfono a condensatore esterno? E per il formato di registrazione audio preferite Mp3 o Wav? Oppure entrambi? E la memoria? E’ fondamentale! Se registrate in Mp3 un giga può durare quasi 24 ore, viceversa se preferite il formato Wav dovrete dotarvi di una memoria esterna. Insomma, ci sono un sacco di piccole analisi da effettuare prima di scegliere quale registratore digitale portatile comprare, la nostra recensione & guida ha proprio l’obiettivo di minare ogni vostro dubbio!

I modelli consigliati:

Fascia bassa (meno di 100 €)

Per professionisti (150-350 €)

Zoom H1n/IF: costo basso, qualità alta! 

Iniziamo il nostro viaggio all’interno dei registratori digitali migliori in circolazione partendo dallo Zoom H1n/IF, dispositivo leggero e dal costo accessibile. Le dimensioni sono piccole, non piccolissime, ma il registratore appare comunque facilmente maneggevole. Anche il peso è contenuto e si assesta sui 100 grammi. La caratteristica più importante è la presenza di due microfoni diversamente direzionati. Questa impostazione, che garantisce una registrazione nitida, è un surplus importante in un dispositivo dal costo contenuto come lo Zoom H1n/IF. Il registratore digitale portatile è abilitato sia per la registrazione Mp3 che per quella Wav, in entrambi i casi con una frequenza di campionamento di 44,1 Hz, non ottima ma sicuramente buona. Di pregevole fattura anche l’apparato di memoria che, se implementato con una Micro SD, ha una tenuta di alto livello; infatti con una registrazione Wav l’utente riesce a memorizzare fino a 50 ore, mentre scegliendo l’Mp3 si arriva fino a 555 ore! La batteria è accettabile, con una resistenza di 10 ore mentre i canali di uscita e di entrata sono completi, con presenza anche di ingresso Mic/Line per collegare un microfono esterno o una fonte analogica. Le potenzialità del registratore Zoom H1n/IF sono innumerevoli. Impossibile non segnalare quindi due caratteristiche che nel moderno mondo della registrazione non possono mancare: la presenza di un filtro per il rumore, in modo da eliminare ogni rumore di fondo, e la spugna anti-vento integrata, che permette di minimizzare l’impatto di aria e altri eventi atmosferici “disturbanti”. Si tratta di accessori opzionali che è molto difficile trovare in registratori di questa caratura economica. Il prezzo è incredibilmente basso per un dispositivo così all’avanguardia: 89,00 euro.

Tascam DR-05: best buy firmato Tascam! 

Mantenendoci sempre nel range economico dei multitraccia non possiamo evitare di citare anche un prodotto firmato Tascam, il Tascam DR-05. Il registratore esteticamente ha delle dimensioni ancora più ridotte, che lo rendono veramente tascabile, con un peso che si attesta attorno ai 115 grammi. La forma richiama lo Zoom H1n/IF anche se differisce nel posizionamento dei microfoni, entrambi piegati di 60 gradi ma con l’angolo verso l’esterno. Il Tascam DR-05 supporta i due formati Mp3 e Wav raggiungendo una frequenza di campionamento di 96 Hz, in grado di restituire una registrazione veramente molto pulita. Fiore all’occhiello di questo prodotto di fascia economica è la funzione Peak Reduction che riesce ad ottimizzare in autonomia i volumi troppo alti. Gli elementi di ingresso ed uscita sono tutti presenti, dall’uscita cuffia alla connessione USB 2.0, passando per il canale Mic/line con ingresso mini-jack. L’utilizzo è molto intuitivo ed è basato su comandi posizionati al centro del dispositivo, i quali vengono poi proiettati su un piccolo display retroilluminato. Oltre alle caratteristiche principali il Tascam DR-05 possiede un’infinità di piccoli accorgimenti che rendono il registratore di caratura ben al di sopra della sua fascia economica. Segnaliamo le più importanti: la funzione Level Align attenua eventuali salti di volume durante il playback, quella di overdubbing permette di sovraincidere su un file registrato mentre la riduzione di picco attenua la registrazione accidentale di segnali distorti. La batteria del registratore è ottima ed ha una durata prevista di 17 ore, quasi l’intera giornata. Il prezzo per questo affare è di 87,50 euro, assolutamente un best buy!

Zoom H4NPRO, ideale per videomaker e musicisti! 

Passiamo ora ai registratori digitali di fascia medio-alta, dispositivi che riescono ad integrare funzionalità a design avanzato. Il primo della nostra lista appartiene alla gamma Zoom e si chiama Zoom H4NPRO, versione potenziata dello Zoom H4N. Il primo aspetto che colpisce riguarda l’estetica. Il registratore si presenta molto compatto, più largo e meno lungo dei precedenti. Sorprende l’attenzione ai piccoli particolari, come il rivestimento in gomma anti-scivolo e anti-vibrazione e i profili argentati, sia sulla sezione comandi che nella zona microfoni. Questa soluzione, oltre ad aiutare l’immediata percezione delle aree “calde”, dona al prodotto un aspetto senz’altro piacevole. Il peso (294 grammi) è leggermente superiore rispetto ai registratori di fascia economica ma comunque facilmente sopportabile. La qualità audio è pressoché perfetta e garantisce un suono registrato pulitissimo e scevro da ogni possibile rumore di fondo; questo è possibile grazie ai due microfoni a condensatore ambientali che arrivano a registrare anche suoni fino a 140 db! Dal punto di vista degli ingressi non manca assolutamente nulla: porta Usb, Jack output cuffie, due ingressi Mic/line con connettori combo TRS XLR, lettore card SD per PC. Decisiva per i videoamatori anche la possibilità di inviare, tramite il jack cuffia/linea, segnali in alta definizione alla videocamera. Una grossa novità dello Zoom H4NPRO è la modalità Mid Side: nonostante la presenza della classica configurazione dei microfoni incrociati nella zona superiore del registratore (con angolazione 90°/120° variabile), la funzione Mid Side permette di combinare uno dei microfoni laterali con un microfono frontale, in modo da poter avere una piena percezione dell’audio circostante. Interessanti anche la modalità 4 CH che permette di registrare due fonti sonore in contemporanea e la modalità MTR che invece consente la riproduzione di 4 tracce e contemporaneamente la registrazione di altre 2. Per i musicisti un elemento quindi imprescindibile. Si tratta in definitiva di un prodotto di alto livello con un prezzo che, valutando le miriadi di funzioni integrate, non è nemmeno esorbitante: 194,00 euro.

Zoom H6, il registratore “definitivo” della Zoom 

Il registratore Zoom H6 è l’ultimo arrivato in casa Zoom e, come tale, è il più coccolato e attenzionato della gamma. Ne esce quindi un prodotto dalle potenzialità enormi e dalle funzionalità infinite. Un dispositivo, parliamoci chiaro, dedicato ai professionisti, che sia il videomaking, la musica o il giornalismo. Il prezzo è elevato, ma comunque corretto se paragonato alle capacità del registratore. Concentrandoci sul dispositivo, a livello estetico abbiamo le prime avvisaglie di “superiorità”, sia nella forma “anatomica” del registratore quanto nel display a led colorati presente sul fondo del prodotto. Lo Zoom H6 è abbastanza pesante (circa 400 g) e a livello di dimensioni più grande rispetto a i suoi fratelli minori marchiati Zoom. Come per lo Zoom H4 anche qui è presente la funzione Mid-Side che, grazie ad un microfono unidirezionale e uno bidirezionale, riesce a captare un suono perfetto sia in un ambiente chiuso che in uno aperto. A livello di ingressi la solita gamma è ampliata da due ingressi supplementari XLR/TRS, in definitiva abbiamo un totale di 6 ingressi e 2 uscite. Ogni ingresso ha un controllo dedicato per il gain ed ognuno di essi è pre-amplificato con una tensione di 5 volt. Impossibile quindi ottenere un suono di registrazione scadente! Sono infinite invece le funzioni del registratore, quindi per ottimizzare gli spazi ci limitiamo ad elencare le più importanti: la funzione Pre-Rec che consente di aggiungere un file vuoto di 2 secondi prima di ogni registrazione; la Backup Rec che durante la registrazione automaticamente produce una traccia-copia senza eventuali distorsioni; le funzioni di editing (Normalize, Divide, Trim, Overdubbing); le funzioni per i musicisti (accordatore, metronomo, Variable Playback Speech, Variable Pitch). Un registratore per professionisti, senza dubbio. Il suo costo è attualmente di 309,00 euro.

Tascam DR-60DMKII, il pezzo grosso firmato Tascam 

Finita la panoramica relativa ai prodotti Zoom è giusto recensire anche il prodotto di punta del marchio Tascam, il Tascam DR-60DMKII. Alla vista è un registratore che si discosta dagli altri dispositivi finora analizzati, in quanto si propone come una sorta di parallelepipedo rettangolare strapieno di tasti e funzioni. Sui lati laterali sono presenti ingressi ed uscite (due combo XLR, un mini-jack per microfono, un mini-jack per videocamera, tre uscite mini-jack per fotocamera, cuffie e line out), mentre sul lato frontale sono apposti il display e tutti i comandi per regolare le varie funzioni. Per la sua struttura il Tascam DR-60DMKII è probabilmente il prodotto ideale da montare sotto una fotocamera DSLR, per la quale sono previsti i due connettori “Camera In” e “Camera Out”. La registrazione può avvenire con un massimo di 4 canali e il dispositivo è in grado di registrare anche una traccia back-up di sicurezza per scongiurare eventuali distorsioni. Essendo un prodotto pensato per videomaker e non per chi cerca un registratore “facile” è bene essere coscienti di una cosa: il Tascam DR-60DMKII non ha microfoni incorporati, ma dipende da microfoni esterni. Quindi a chi è intenzionato ad acquistare questo prodotto consigliamo di programmare anche l’acquisto di un buon microfono. Il prezzo del registratore è di 166,00 euro. Se non sapete quale multitraccia scegliere, è un’ottima opzione.

Conclusioni, quale registratore digitale acquistare?

Come spiegato ad inizio articolo è necessario fare delle valutazioni personali. Per chi è alla ricerca di un registratore digitale portatile economico per un utilizzo non professionale consigliamo lo Zoom H1n/IF a 89,00 euro oppure il Tascam DR-05 a 87,50 euro. Per i videomaker e musicisti che invece vogliono elevare l’asticella della performance proponiamo due strade: la prima conduce a due registratori con prezzo di fascia media, lo Zoom H4NPRO a 194,00 euro oppure il Tascam DR-60DMKII a 166,00 euro (ma, attenzione, qui dovrete acquistare un microfono esterno a parte!), la seconda invece porta dritto al registratore più completo e performante del momento, lo Zoom H6, a 309,00 euro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *