Le camere 360 creano immagini spettacolari: i migliori dispositivi dell’anno

Camere 360

Guida all’acquisto dei modelli top gamma più recenti per foto e video dal forte impatto visivo, da usare per hobby e non solo.

Un nuovo trend fotografico si sta sempre più diffondendo, fino a definire anche una certa iconografia visiva. L’attenzione sulle camere 360 è arrivata grazie all’introduzione dell’omonima tipologia di visualizzazione sui canali social, in primis Facebook. Destinata prevalentemente alle foto e video personali, è presto stata adottata anche per la promozione di contenuti aziendali. Ecco perché le camere 360 gradi interessano molto anche ai professionisti che intendono aggiornare il proprio corredo fotografico. Dunque come funzionano, cosa permettono di realizzare e come sfruttarle al meglio? Trovi tutte queste informazioni nella guida all’acquisto che potrai leggere di seguito. Ti suggeriamo, tra l’alto, le migliori camere 360 dell’anno.

I MIGLIORI SCONTI DI OGGI

Camere 360: confronta i prezzi

1 Le qualità delle fotocamere 360

Come riuscire ad andare oltre la semplice foto o ripresa video panoramica? Utilizzando le camere 360. Questi dispositivi, spinti anche dalla fruizione divenuta ormai comune di realtà virtuale e relativi visori, restituiscono uno spaccato sferico della realtà che ci circonda. Allora come funzionano? In sostanza si tratta di apparecchi di registrazione d’immagini, statiche o dinamiche, dotati di due o più lenti grandangolari. Essi scattano o riprendono più elementi visivi per volta, “cucendoli” poi insieme fino a formare un unico file.

Più o meno la stessa cosa si può ottenere impugnando la camera e filmando o scattando foto mentre ci si gira su noi stessi, compiendo una piroetta completa. Successivamente si andranno a rimontare i singoli spezzoni in post produzione. I limiti che le camere 360 gradi permettono di superare, sono però evidenti. Eseguendo manualmente il procedimento, il rischio di non ottenere immagini singole perfettamente combacianti è alto, così come quello di andare incontro all’effetto mosso durante le riprese. Come se non bastasse il metodo di unione da fare al pc può essere lungo, qualora non si riuscisse a sfruttare qualche tipo d’automatismo.

2 Affidiamoci ad una camera 360 gradi per una visione d’insieme

Facile dunque capire come le camere 360 aiutino in maniera risolutiva nel compito di restituire immagini dall’ampio campo visivo. In maniera del tutto automatica, veloce e precisa. Inoltre hanno un altro plus: i file che ne escono possono essere letteralmente navigabili al loro interno, se filtrati con specifiche applicazioni. L’utente avrà la netta sensazione di muoversi in una splendida vallata montana, lungo una spiaggia caraibica o…in un paesaggio lunare! Prima o poi questi ingegnosi dispositivi arriveranno fin lassù.

Questo tipo di animazioni possono risultare molto accattivanti anche a fini promozionali: come descrivere in modo avveniristico una nuova azienda nell’header del suo sito web? Come promuovere un brand a livello social in maniera tale da lasciare un segno già a colpo d’occhio? Video e foto a 360 gradi rappresentano dei contenuti molto attuali.

3 Come scegliere la migliore videocamera 360?

L’interrogativo è d’obbligo: come scegliere la migliore videocamera 360? Ovviamente ciò è valido anche in caso di volontà d’acquisto di una macchina fotografica per foto 360 gradi. Ad esempio, tenete presente che per riprese a 360 in movimento, o durante attività dinamiche, più la camera sferica è piccola, leggera e portatile, meglio è per il risultato finale. Se, oltre alle foto, v’interessano i video o gli screen ad alta risoluzione da essi, potete optare per una camera 360 4K, cioè per la precisione una camera video 360. Inutile quasi dire che l’obiettivo 360 gradi di questi apparecchi deve essere top gamma: dunque proseguiamo con la guida alla migliore fotocamera 3D.

4 Le caratteristiche

Una regola del mercato tecnologico (ma non solo quello) odierno sta nel vedere uscire un prodotto di una certa fascia di prezzo e, dopo pochi giorni, una riproduzione quasi perfetta e molto simile. Non sempre si tratta di articoli scadenti: in alcuni settori le “copie cinesi”, per così dire, hanno aperto alla fruibilità di accessori prima quasi inaccessibili. Il caso tipico è quello delle luci fotografiche: tuttavia bisogna accertarsi della qualità delle camere 360 prima del loro acquisto. Infatti le immagini saranno quanto più dettagliate e precise se dispongono di molte lenti interne. E se il software di render che le collega è abbastanza potente. Solo così si potrà ottenere un risultato visivo incisivo, spettacolare e versatile, adatto anche alla lettura VR

Le fotocamere 360 puntano a fornire un’alternativa più divertente e particolare alle semplici foto scattate con gli smartphone di ultima generazione, sempre più di alta qualità. E come l’evoluzione delle action cam. Tra le migliori camere 360 si annoverano modelli ad angolazione semisferica oppure con doppia fotocamera, per una reale immersione…a 360 gradi. Così come esemplari in grado di registrare video a risoluzione più o meno elevata.

5 I migliori modelli

360 camere: quali sono le più affidabili e meglio progettate? Quale acquistare a seconda delle proprie esigenze? Osserviamo più da vicino i modelli preferiti dagli utenti del web fino adesso. E il prezzo? Si va da circa 500 euro fino a circa 180 euro, volendo discostarci intenzionalmente da apparecchi super low cost ma poco performanti. 

6 GoPro Max

Dal marchio leader del settore action cam, ovvero GoPro, arriva un apparecchio che ha tutte le funzioni della nota e amatissima serie Hero. Con in più quelle tipiche delle camere 360, per amplificare al massimo grado la creatività di chi andrà ad utilizzarla. Se si desidera immortalare un magnifico panorama non dovremo preoccuparci di avere l’ottica adatta o di spostarci per includerlo tutto nel frame. Con la GoPro Max basterà puntare e scattare, facendo affidamento sulla qualità dell’apparecchio, completamente impermeabile. E anche sull’app dedicata, che ci permetterà di personalizzare qualsiasi contenuto registrato.

Il design di questo sistema ricorda molto le classiche GoPro e come loro è dotato di stabilizzatore d’immagine, uno dei più potenti implementati su dispositivi video-fotografici. Per utilizzarlo come le camere 360 basterà selezionare con il dito la tipologia di obiettivo digitale da sfruttare. La scelta avverrà tra “SuperView Max” (riproduce il campo visivo più esteso), “Ampio”, “Lineare senza distorsioni” oppure “Stretto”. L’altra opzione fantastica offerta dalla GoPro Max è quella che permette di riconvertire foto e video a 360 gradi in immagini tradizionali, versatili per tutti i contesti. 

Con la modalità “PowerPano” si potranno anche ottenere riproduzioni a 270 gradi perfettamente lineari e prive di distorsioni, ideali pure selfie e riprese di noi stessi come soggetti principali. Non solo contenuti visivi circolari, questa macchinetta dispone persino di 6 microfoni interni per un audio anch’esso a 360 gradi. In più si troveranno le classiche funzione delle Hero, come l’HyperSmooth, il Time Warp e i comandi vocali. Facile capire perché sia tra le migliori camere di sempre.

7 KANDAO QooCam 8K 360

Come per la GoPro Max precedentemente descritta, rimaniamo su camere 360 di fascia medio/alta anche con questo modello KANDAODispositivi che possono essere utilizzati anche a scopi professionali pur mantenendo un’estrema maneggevolezza. La qui presente KANDAO QooCam 8K 360, a tal proposito, si fregia di essere la più piccola videocamera 8K con funzione 360 gradi in commercio. Tra le sue capacità, quella di registrare filmati in 8K fino 30 fps e in 4K fino a ben 120 fps

Dispone di un sensore da 1/1.7’’ che consente di produrre file paragonabili per qualità a quelli delle macchine fotografiche digitali APS-C. Compresi quelli relativi alle panoramiche a 360. Il display da 2,4’’autorizza l’utente ad avere sempre sotto controllo ciò che si sta facendo ed è pratico nel momento in cui si decide di utilizzare la camera per il live streaming. La QooCam estende le sue proprietà con l’app dedicata, particolarmente potente e mirata per ciò che riguarda la post produzione delle immagini a 360 gradi.

8 Insta360 ONE R Twin Edition

Uno degli articoli top gamma nel segmento delle camere 360 è senza dubbio l’Insta360. Qui proposta nella versione ONE R Twin Edition, che in buona sostanza significa avere 2 dispositivi di ripresa in uno. Infatti l’obiettivo si può cambiare, passando da un 5K 360 gradi (con codec H.265) a un grandangolare meno spinto, perfetto per registrare in 4K fino a 60 fps. Tra le novità presenti “on board” anche l’introduzione dell’intelligenza artificiale (AI) che fa certamente della Insta360 ONE R Twin Edition una delle migliori fotocamere 360, per qualità dell’immagine e definizione del dettaglio fine.

360 camere: in effetti si tratta spesso di apparecchi parenti stretti delle action cam e come queste sono dotate di potenti sistemi di stabilizzazione. Qui troviamo il FlowState la cui azione si può dire paragonabile a un gimbal. Inoltre il nuovo algoritmo sviluppato per questa macchina ne espande la sensibilità aumentando la resa anche in condizioni di scarsa luminosità. Tra le caratteristiche costruttive si ricorda la totale impermeabilità del device, con fattore IPX8 fino a 5 metri sotto il livello del mare ampliabile con apposito case subacqueo.

Vuoi riprendere te stesso per i tuoi vlog? Con questa camera si potrà farlo e cancellare istantaneamente il manico del selfie stick, qualora lo si utilizzasse. Grazie allo scatto e all’editing eseguibili con AI si potranno ottenere angolazioni inedite e applicare dei template di ripresa prestabiliti. Per andare sul sicuro e non perdere il momento decisivo, trasponendolo nel migliore dei modi.

9 Ricoh THETA SC2 BLUE 360°

Ricoh è storicamente un marchio noto per le sue camere dal formato fotografico particolare, che oggi, però, sembra essersi buttato a capofitto nel mercato delle camere 360: ne è la dimostrazione la linea cui appartiene anche questa Ricoh THETA SC2 BLUE 360°. Un prodotto elegante, avveniristico, colorato che non può che fare gola a tanti, oltretutto, non è solo bello ma di gran qualità.

La Ricoh THETA SC2 BLUE 360 gradi registra immagini fisse e video a 360 gradi con elaborazione delle immagini stitch ad alta risoluzione, una metodologia molto precisa. Inoltre è dotata di automatismi che adattano agli scenari di ripresa e scatto al contesto, per permettere all’utente di ottenere bellissime immagini con grande facilità. Se ci tenete a non perdere mai uno scatto, questo dispositivo ha una risposta rapida dell’obiettivo, a circa 1,5 secondi appena dopo l’accensione.

Altre qualità del prodotto

Tra i programmi predefiniti on board ci sono le modalità di esposizione Viso e la Visione notturna: le riprese notturne, in ogni caso, devono essere eseguite con un treppiede su cui alloggiare la camera, avverte il produttore. La videocamera a 360° è in grado di produrre video sferici incredibilmente realistici anche in 4K (3840 x 1920 pixel a 29,97 fps). Attenzione: il produttore avverte anche che il trasferimento delle riprese non è possibile su dispositivi iOS che non sono compatibili con video 4K. Per il resto, è disponibile il trasferimento wireless ad alta velocità di immagini e video.

Sulla qualità Ricoh si può andare sul sicuro: l’apprezzamento degli utenti lo dimostra in pieno.

10 Insta360 One X2

Un altro leader del segmento è Insta360, sempre in evoluzione, con prodotti aggiornati e attenti alle esigenze degli utenti, come Insta360 One X2. La camera implementa quattro modi per scattare: 360, Steady Cam, InstaPano e MultiView. Tutte queste funzioni si uniscono per offrire un impianto multi-cam, che rimane tuttavia compatto, leggero, tascabile.

Con la cattura di frame a 5.7K a 360 gradi, la fotocamera One X2 immortala l’azione in ogni direzione, così da non dover puntare il dispositivo durante le riprese. Basta scegliere l’angolazione preferita in fase di modifica e inquadratura della scena o lasciare che l’IA (Intelligenza Artificiale) di One X2 in automatico.

Altre qualità del prodotto

Si tratta di un device indispensabile per i vlogger e creatori di contenuti multimediali, ad esempio il MultiView è un game-changer. Sarà possibile visualizzare due angoli contemporaneamente, con diversi campi di vista, con la certezza di essere sempre a fuoco con il face tracking dell’app. 

La One X2 è dotata d’impermeabilizzazione IPX8: ciò significa che si può portarla fino a 10 metri (33ft) sotto il livello del mare senza un case di protezione. Per maggiori profondità, è disponibile il Dive Case, per andare oltre i 45 metri sotto il livello del mare, grazie alle apposite cuciture subacquee. Il kit premium della One X include anche l’Invisible Selfie Stick che scompare dalla ripresa video ed è utile per catturare gli angolo con semplicità e le prospettive che includono anche terze persone. Ricapitolando, il contenuto del kit pro include: la Insta360 ONE X2, un Selfie Stick invisibile, un lens cap, un cavo di ricarica, una batteria e la custodia protettiva. Gli utenti che hanno acquistato Insta360 Nano S e ne hanno compreso l’idea alla base, cioè quella di non essere prettamente una action cam, sono rimasti molto soddisfatti dell’apparecchio.

11 Insta360 Nano S

Non è ancora finita: restiamo in casa Insta360 con un altro device del marchio. Parliamo dell’Insta360 Nano S. Si tratta di una camera compatta innovativa, dedicata all’incredibile registrazione di video 4K e allo scatto di fotografie da 20MP a 360 gradi. Tra le altre cose, la Insta360 Nano S implementa un sistema di video chat che permette, così, agli utenti di mostrare all’unisono tutti gli aspetti della realtà e di condividerli in diretta. Che dire: wow!

La funione integrata FreeCapture altro non è se non un’innovativa metodologia che si basa sull’inversione del flusso di lavoro: ciò significa che permette di reinquadrare il video appena girato all’interno di una scena ben precisa, permettendo all’utente di skippare tale fase in post produzione sul suo computer. Tutto ciò conferisce la possibilità di concentrarsi sull’esperienza del momento, senza doversi preoccupare di perdere l’attimo decisivi: quando la registrazione sarà terminata, selezionare i momenti migliori diventerà intuitivo. Insomma, siamo certi che se HCB fosse stato un fotografo dei nostri tempi avrebbe acquistato la Insta360 Nano S. 

Altre qualità del prodotto

Con questo apparecchio è possibile letteralmente trasformare il vostro iPhone: Insta360 Nano S è la nuova camera compatta e potente in grado di convertire istantaneamente un iPhone in un avveniristico strumento, capace di creare facilmente foto da 20 Megapixel e video in UHD 4K, immortalare, condividere e anche comunicare a 360 gradi. Com’è ovvio che sia per questi device, la stabilizzazione è inclusa nel disegno progettuale della camera: gli ingegneri coinvolti nel progetto sono stati in grado di rivoluzionare il sistema di stabilizzazione presente a bordo del Nano S, permettendogli l’accesso ai giroscopi presenti all’interno dell’iPhone e implementando al tempo stessi un nuovissimo algoritmo di stabilizzazione.

La funzione Live streaming è, forse, il vero plus del Nano S: oltre alle possibilità offerte dalle dirette multiutente e dalle condivisioni sui principali social network, Insta360 Nano S permette di eseguire il live-streaming su YouTube, Facebook e Twitter (via Periscope) instradando con immediatezza gli utenti a una condivisione in tempo reale.

Questa genialata che permette di usare lo smartphone come base per la camera 360 è stata molto apprezzata dagli utenti, che trovano Insta360 Nano S un oggetto simpatico, perfetto anche come idea regalo.

Da non perdere:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.