Camere 360

Le camere 360 creano immagini spettacolari: i migliori dispositivi dell’anno

Guida all’acquisto dei modelli top gamma più recenti per foto e video dal forte impatto visivo, da usare per hobby e non solo.

Un nuovo trend fotografico si sta sempre più diffondendo, fino a definire anche una certa iconografia visiva. L’attenzione sulle camere 360 è arrivata grazie all’introduzione dell’omonima tipologia di visualizzazione sui canali social, in primis Facebook. Destinata prevalentemente alle foto e video personali, è presto stata adottata anche per la promozione di contenuti aziendali. Ecco perché le camere 360 gradi interessano molto anche ai professionisti che intendono aggiornare il proprio corredo fotografico. Dunque come funzionano, cosa permettono di realizzare e come sfruttarle al meglio? Trovi tutte queste informazioni nella guida all’acquisto che potrai leggere di seguito. Ti suggeriamo, tra l’alto, le migliori camere 360 del 2020.

Camere 360: confronta i prezzi

Le qualità delle fotocamere 360

Come riuscire ad andare oltre la semplice foto o ripresa video panoramica? Utilizzando le camere 360. Questi dispositivi, spinti anche dalla fruizione divenuta ormai comune di realtà virtuale e relativi visori, restituiscono uno spaccato sferico della realtà che ci circonda. Allora come funzionano? In sostanza si tratta di apparecchi di registrazione d’immagini, statiche o dinamiche, dotati di due o più lenti grandangolari. Essi scattano o riprendono più elementi visivi per volta, “cucendoli” poi insieme fino a formare un unico file.

Più o meno la stessa cosa si può ottenere impugnando la camera e filmando o scattando foto mentre ci si gira su noi stessi, compiendo una piroetta completa. Successivamente si andranno a rimontare i singoli spezzoni in post produzione. I limiti che le camere 360 gradi permettono di superare, sono però evidenti. Eseguendo manualmente il procedimento, il rischio di non ottenere immagini singole perfettamente combacianti è alto, così come quello di andare incontro all’effetto mosso durante le riprese. Come se non bastasse il metodo di unione da fare al pc può essere lungo, qualora non si riuscisse a sfruttare qualche tipo d’automatismo.

Affidiamoci ad una camera 360 gradi per una visione d’insieme

Facile dunque capire come le camere 360 aiutino in maniera risolutiva nel compito di restituire immagini dall’ampio campo visivo. In maniera del tutto automatica, veloce e precisa. Inoltre hanno un altro plus: i file che ne escono possono essere letteralmente navigabili al loro interno, se filtrati con specifiche applicazioni. L’utente avrà la netta sensazione di muoversi in una splendida vallata montana, lungo una spiaggia caraibica o…in un paesaggio lunare! Prima o poi questi ingegnosi dispositivi arriveranno fin lassù.

Questo tipo di animazioni possono risultare molto accattivanti anche a fini promozionali: come descrivere in modo avveniristico una nuova azienda nell’header del suo sito web? Come promuovere un brand a livello social in maniera tale da lasciare un segno già a colpo d’occhio? Video e foto a 360 gradi rappresentano dei contenuti molto attuali.

Le caratteristiche

Una regola del mercato tecnologico (ma non solo quello) odierno sta nel vedere uscire un prodotto di una certa fascia di prezzo e, dopo pochi giorni, una riproduzione quasi perfetta e molto simile. Non sempre si tratta di articoli scadenti: in alcuni settori le “copie cinesi”, per così dire, hanno aperto alla fruibilità di accessori prima quasi inaccessibili. Il caso tipico è quello delle luci fotografiche: tuttavia bisogna accertarsi della qualità delle camere 360 prima del loro acquisto. Infatti le immagini saranno quanto più dettagliate e precise se dispongono di molte lenti interne. E se il software di render che le collega è abbastanza potente. Solo così si potrà ottenere un risultato visivo incisivo, spettacolare e versatile, adatto anche alla lettura VR

Le fotocamere 360 puntano a fornire un’alternativa più divertente e particolare alle semplici foto scattate con gli smartphone di ultima generazione, sempre più di alta qualità. E come l’evoluzione delle action cam. Tra le migliori camere 360 si annoverano modelli ad angolazione semisferica oppure con doppia fotocamera, per una reale immersione…a 360 gradi. Così come esemplari in grado di registrare video a risoluzione più o meno elevata.

I migliori modelli del 2020

360 camere: quali sono le più affidabili e meglio progettate? Quale acquistare a seconda delle proprie esigenze? Osserviamo più da vicino i modelli preferiti dagli utenti del web in questo 2020. E il prezzo? Si va da circa 500 euro fino a circa 180 euro, volendo discostarci intenzionalmente da apparecchi super low cost ma poco performanti. 

1 – GoPro Max

Dal marchio leader del settore action cam, ovvero GoPro, arriva un apparecchio che ha tutte le funzioni della nota e amatissima serie Hero. Con in più quelle tipiche delle camere 360, per amplificare al massimo grado la creatività di chi andrà ad utilizzarla. Se si desidera immortalare un magnifico panorama non dovremo preoccuparci di avere l’ottica adatta o di spostarci per includerlo tutto nel frame. Con la GoPro Max basterà puntare e scattare, facendo affidamento sulla qualità dell’apparecchio, completamente impermeabile. E anche sull’app dedicata, che ci permetterà di personalizzare qualsiasi contenuto registrato.

Il design di questo sistema ricorda molto le classiche GoPro e come loro è dotato di stabilizzatore d’immagine, uno dei più potenti implementati su dispositivi video-fotografici. Per utilizzarlo come le camere 360 basterà selezionare con il dito la tipologia di obiettivo digitale da sfruttare. La scelta avverrà tra “SuperView Max” (riproduce il campo visivo più esteso), “Ampio”, “Lineare senza distorsioni” oppure “Stretto”. L’altra opzione fantastica offerta dalla GoPro Max è quella che permette di riconvertire foto e video a 360 gradi in immagini tradizionali, versatili per tutti i contesti. 

Con la modalità “PowerPano” si potranno anche ottenere riproduzioni a 270 gradi perfettamente lineari e prive di distorsioni, ideali pure selfie e riprese di noi stessi come soggetti principali. Non solo contenuti visivi circolari, questa macchinetta dispone persino di 6 microfoni interni per un audio anch’esso a 360 gradi. In più si troveranno le classiche funzione delle Hero, come l’HyperSmooth, il Time Warp e i comandi vocali. Facile capire perché sia tra le migliori camere 360 del 2020.

2 – KANDAO QooCam 8K 360

Come per la GoPro Max precedentemente descritta, rimaniamo su camere 360 di fascia medio/alta anche con questo modello KANDAODispositivi che possono essere utilizzati anche a scopi professionali pur mantenendo un’estrema maneggevolezza. La qui presente KANDAO QooCam 8K 360, a tal proposito, si fregia di essere la più piccola videocamera 8K con funzione 360 gradi in commercio. Tra le sue capacità, quella di registrare filmati in 8K fino 30 fps e in 4K fino a ben 120 fps

Dispone di un sensore da 1/1.7’’ che consente di produrre file paragonabili per qualità a quelli delle macchine fotografiche digitali APS-C. Compresi quelli relativi alle panoramiche a 360. Il display da 2,4’’autorizza l’utente ad avere sempre sotto controllo ciò che si sta facendo ed è pratico nel momento in cui si decide di utilizzare la camera per il live streaming. La QooCam estende le sue proprietà con l’app dedicata, particolarmente potente e mirata per ciò che riguarda la post produzione delle immagini a 360 gradi.

3 – Insta360 ONE R Twin Edition

Uno degli articoli top gamma nel segmento delle camere 360 è senza dubbio l’Insta360. Qui proposta nella versione ONE R Twin Edition, che in buona sostanza significa avere 2 dispositivi di ripresa in uno. Infatti l’obiettivo si può cambiare, passando da un 5K 360 gradi (con codec H.265) a un grandangolare meno spinto, perfetto per registrare in 4K fino a 60 fps. Tra le novità presenti “on board” anche l’introduzione dell’intelligenza artificiale (AI) che fa certamente della Insta360 ONE R Twin Edition una delle migliori fotocamere 360 del 2020, per qualità dell’immagine e definizione del dettaglio fine.

360 camere: in effetti si tratta spesso di apparecchi parenti stretti delle action cam e come queste sono dotate di potenti sistemi di stabilizzazione. Qui troviamo il FlowState la cui azione si può dire paragonabile a un gimbal. Inoltre il nuovo algoritmo sviluppato per questa macchina ne espande la sensibilità aumentando la resa anche in condizioni di scarsa luminosità. Tra le caratteristiche costruttive si ricorda la totale impermeabilità del device, con fattore IPX8 fino a 5 metri sotto il livello del mare ampliabile con apposito case subacqueo.

Vuoi riprendere te stesso per i tuoi vlog? Con questa camera si potrà farlo e cancellare istantaneamente il manico del selfie stick, qualora lo si utilizzasse. Grazie allo scatto e all’editing eseguibili con AI si potranno ottenere angolazioni inedite e applicare dei template di ripresa prestabiliti. Per andare sul sicuro e non perdere il momento decisivo, trasponendolo nel migliore dei modi.

4 – VUZE XR 5.7K 3D VR & 360 Camera

Tra le camere 360 più avveniristiche, ecco quella VUZE nel modello con impugnatura. Molto intuitiva da utilizzare, la VUZE XR 5.7K 3D VR & 360 Camera esprime il massimo della sua funzionalità semplicemente premendo un bottone. Infatti in questo modo è già possibile scattare immagini a 360 gradi che possono essere trasformate landscape a 180 gradi visibili in 3D VR. L’esperienza visiva in questo modo si moltiplica in tre dimensioni, così come la creatività.

Camere 360 come quella in esame dispongono di 2 dispositivi di ripresa: uno per i 360 gradi bidimensionali e uno che riduce il campo visivo a 180 gradi ma permette l’applicazione dell’effetto di virtual reality in 3D steroscopico. Inoltre sarà possibile effettuare riprese di filmati in 5.7K a 30 fps con una risoluzione di ben 18 Megapixel. Decisamente niente da invidiare a una fotocamera tradizionale.

Possibile anche “abbassare” la risoluzione in 4K utilizzando sempre fino a 30 fps e post produrre i file con l’app Vuze o il software per computer Vuze VR studio. Il quale vi permetterà di lavorare con il workflow migliore possibile, appositamente studiato per filmati e foto riprese con questa camera 360. Tra le altre features di quella che è stata definita dagli esperti del settore una delle migliori fotocamere a 360 gradi del 2020, la possibilità di effettuare lo scatto in remoto, collegarsi in live streaming e ottimizzare lo spazio sulla scheda memoria.

5 – Kodak PixPro SP360 Explorer Pack

Anche il famoso e “antico” marchio Kodak si è lanciato sul mercato delle camere 360 con l’abbordabilissima Kodak PixPro SP360, qui proposta nella versione Explorer Pack. Promette un’esperienza visiva immersiva, dalle foto ai video in HD. Realizzata con un’innovativa e unica lente curva, la piccola macchinetta dal design già iconico può essere gestita da remoto. Come? Semplicemente scaricando l’app correlata che vi permetterà anche di avere una buona preview dello scatto o della ripresa sul display del vostro smartphone.

Il sensore della PixPro è da 16 Megapixel: un’ottima risoluzione per immagini di alta qualità, luminose, vivide e con dettagli definiti anche in primissimo piano. Con un semplice touch sarà poi possibile passare dalla modalità di scatto foto a quella di ripresa video sfruttando i notevoli 10 fps per qualsiasi tipo di soggetto, anche in rapido movimento. Importanti per un’immediata condivisione tra dispositivi diversi le modaità wireless e NFC, così come risulta molto smart quella definita Motion Detection, in grado di bloccare le funzioni di scatto o registrazione, per evitare che possano avviarsi in maniera accidentale. Se vi piacciono le riprese ad effetto, questa è tra le migliori fotocamere a 360 del 2020 in grado di eseguire anche i time lapse.

5 – 360 Fly videocamera 360 gradi 4K

Dal design futuribile e decisamente sorprendente, sembra infatti una pallina da golf, ecco la 360 Fly videocamera 360 gradi 4K. Dotata di una delle lenti migliori per angoli di ripresa molto grandi, la sua particolare forma è studiata anche e soprattutto per questo. Vuoi una camera 360 che ti permetta di condividere direttamente i tuoi scatti o le tue riprese sul web? Questa di cui parliamo è dotata di connessione WLAN e Bluetooth integrate che vi permetteranno di farlo. Così come di scaricare i contenuti sul vostro smartphone, per mezzo dell’applicazione dedicata.

La piccola ma potente camera di cui parliamo è compatibile con gli occhiali Google Carboard e altri headset per la realtà aumentata (VR). Si potrà passare a questo tipo di visualizzazione sempre nel modo più semplice possibile, ovvero premendo un bottone. Se volete cimentarvi in spettacolari riprese delle vostre vacanze o avventure con gli amici, così come in video più complessi, potrete alloggiare la macchinetta su vari supporti. Assicurata in fatti piena compatibilità con bastoni per selfie, cavalletti e tripod professionali, così come si potrà alloggiare la 360 Fly su caschi per moto, bici, immersioni o, perché no, droni che supportano un dispositivo di ripresa esterno.

Da non perdere:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *