Insta 360 One R

Meglio la nuova Insta 360 One R o la GoPro Max? Il confronto definitivo

La Insta 360 One R è una action cam “tuttofare” che consente anche le riprese a 360 gradi: sarà migliore della GoPro Max?

Uscita agli inizi del 2020, la Insta 360 One R ha subito cercato d’imporsi come un oggetto rivoluzionario. Alla faccia della GoPro Max, che l’ha preceduta di pochi mesi. Questi apparecchi sono dedicati a chi ama girare video (e in parte scattare foto) dal taglio decisamente spettacolare, ricchi di spezzoni ripresi con trucchi stilistici particolari. Come appunto i frame circolari, che una camera 360 permette di realizzare. E allora, quale delle due macchinette conviene acquistare? Vediamo le caratteristiche di entrambe.

Insta 360 One R: confronta i prezzi

Insta 360 One R recensione: per cosa si distingue?

Di sicuro il tratto distintivo della Insta 360 One R è la modularità: progettata per scomporsi e ricomporsi a seconda delle esigenze di scatto o ripresa. Costituita da un corpo principale, da una base che include anche la batteria e da diversi “blocchi ottici”. Conosciuta anche come Insta 360 R Leica, perché proprio una di queste parti è rappresentata da una lente Leica con un grande sensore (per la tipologia di apparecchi) da 1 pollice. Si troveranno anche dei moduli per la ripresa in 4K e ovviamente quello che la rende una camera 360 gradi.

In commercio si possono reperire oltre 15 moduli diversi, per comporre la fotocamera come meglio vi pare, per gli intenti di ripresa. Sicuramente sono da avere il selfie stick dedicato, per facilitare l’uso, e la gabbia subacquea che è anche dotata di attacco per il cavalletto. Grandioso lo schermo touch screen, si può controllare tutto da lì, compresi noi stessi durante le auto-riprese. Così come comodissima è la funzione che permette di avere sempre l’orizzonte dritto, agganciato al frame. Potete muovervi come volete, mentre impugnate la macchinetta, ma avrete il vostro punto fermo in qualsiasi situazione. Una funzione che forse a volte dovrebbe essere disponibile…per l’esistenza stessa. 

Scherzi a parte, anche le applicazioni per dispositivi mobili e PC, dedicate alla post produzione, sono estremamente complete, versatili e, si potrebbe dire, professionali. Dato che questo tipo di dispositivi sono destinati principalmente alla registrazione di video, bisogna tener conto dell’importanza del sonoro. Ebbene, finalmente è possibile l’integrazione con diversi sistemi audio: ottimo plus, specialmente per le dirette in live streaming. Insta 360 One R recensione: siamo solo all’inizio, perché adesso bisogna focalizzarsi sul confronto con la GoPro Max.

Insta 360 One R vs GoPro Max 

Ma la nostra cinese Insta 360 non è l’unica camera 360 video uscita sul mercato, tra le top gamma del periodo. Infatti è stata preceduta dalla GoPro Max: il marchio californiano non poteva restare con le mani in mano, ignorando il trend del momento. Ed ecco dunque che ha affiancato la Max alla sua celebre serie HERO. Il sistema è diverso da quello dell'”avversaria”, ma sempre molto funzionale, nello stile GoPro. Insta 360 One R vs GoPro Max, e allora che “sfida” sia.

Schede tecniche a confronto

La prima prova prevede una comparazione tra le schede tecniche dei due prodotti. Ecco le caratteristiche più importanti.

Insta 360 One R

  • Apertura di diaframma maggiore: f/2.0.
  • Risoluzione delle foto: 6080×3040 pixel, formati supportati insp (per app) e RAW (dng).
  • Risoluzione dei video: 5760×2880 pixel a 25 fps, 24 fps e 30 fps; 3840×1920 pixel a 50 fps, 30 fps e 100 fps. Formati supportati insv (per app) e presenti LOG e HDR.
  • Video codec: H.264/H.265.
  • Autonomia: 70 minuti registrando video in 5.7K a 30 fps.
  • Giroscopio: a 6 assi.
  • Live streaming: possibilità di utilizzare la funzione Streaming 360 dal vivo e quella FreeCapture in cui è l’utente a controllare la prospettiva.
  • Peso: 130.5 grammi.
  • Extra: Struttura modulare, obiettivi intercambiabili. Si può scegliere tra un modulo 4K (non 360 gradi) e una capsula creata in collaborazione con Leica.

GoPro Max

  • Obiettivo: modalità di scatto Stretto, Ampio, Lineare senza distorsioni e SuperView Max. Funzione PowerPano.
  • Risoluzione delle foto: cambia a seconda della modalità di scatto scelta. Foto a 360 gradi, 18 Megapixel, 16 Megapixel per scatti assemblati. Scatto HERO foto, 5,5 Megapixel. PowerPano 6 megapixel.
  • Risoluzione dei video: Video sferici in 6K a 30 fps e 24 fps, 5.6K per riprese assemblate. Formato HERO Video 16:9, 1080 p a 24 fps, 30 fps, 60 fps. Formato HERO video 4:3, 1440 p a 24 fps, 30 fps, 60 fps.
  • Video codec: MP4 (H.264/AVC) e MP4 (H.265/AVC).
  • Autonomia: 60 minuti registrano video al massimo della risoluzione.
  • Giroscopio: funzione HyperSmooth Max.
  • Live streaming: disponibile a 1080 p.
  • Peso: 163 grammi.
  • Extra: funzioni temporizzate (time lapse, funzione TimeWarp e TimeWarp 360 gradi) ottiche modulari intercambiabili, soprattutto a livello di stabilizzazione (sistema POD).

Per cosa usare queste fotocamere?

Insta 360 One R e GoPro Max sono apparecchi ideali per registrare impressionanti video e foto a 360 gradi. Dunque, si adattano alla fotografia di paesaggio e alla ripresa naturalistica, così come alla documentazione d’imprese sportive. In questo caso, soprattutto per dare un tocco in più di spettacolarità all’insieme. Perfette per la fotografia di viaggio e, perché no, per la street photography. Dato il notevole fattore di distorsione, sono meno indicate per la fotografia di architettura, tuttavia possono essere usate anche per girare video in aree urbane, scegliendo le giuste impostazioni. Decisamente sconsigliate per i ritratti.

Modelli alternativi

Quali sono le migliori action cam da comprare al posto della Insta 360 One R e della GoPro Max? Leggi l’articolo sulle camere 360 che creano immagini spettacolari. Sono da consigliare la Vuze XR VR e 360 camera, la Kandao QooCam 8K 360 e la Kodak PixPro SP360. Da tenere d’occhio anche la Ricoh Theta SC2 360 e sopratto il DJI Osmo Pocket 2.

I pro e i contro

Ogni dispositivo ha i suoi lati positivi e negativi. Analizziamo più da vicino quelli delle macchinette oggetto del confronto.

Insta 360 One R

Insta 360 One R, i pro: molto intrigante l’idea di avere un modulo con sensore da 1 pollice, derivante dalla collaborazione con il prestigioso marchio Leica. E in generale è apprezzabile l’idea che sta dietro il design completamente scomponibile della qui presente action cam. Il bastone per selfie, che si può acquistare al di fuori del kit, è in grado di “diventare invisibile” durante le riprese. Dispone di 2 attacchi, uno che “copia” quello classico proposto da GoPro e l’altro filettato di tipo universale. Ciò significa che questa macchinetta potrà essere alloggiata anche su di un classico treppiede fotografico. Il display è sfruttabile anche per auto-inquadrarsi, cosa molto utile per i selfie e per avere sempre sotto controllo la situazione. Compatibilità dei file video con i più diffusi programmi di montaggio, anche da PC.

Insta 360 One R, i contro: per utilizzare il prodotto come una vera action cam, ad esempio sott’acqua, è necessario collocarla nell’apposita cage. In questo modo l’impermeabilità è assicurata fino a 5 metri sotto il livello del mare. Talvolta la gestione del menu di scatto e ripresa può non essere agilissima, essendo tutta incentrata su sfioramenti e swipe sopra il piccolo display LCD. Il fuoco fisso (quindi non c’è possibilità di autofocus) che appartiene al tanto osannato obiettivo Leica non consente di avvicinarsi molto ai soggetti, bisogna restare a una distanza di oltre 30 cm da essi. Infine i vari pezzi acquistabili separatamente, per una maggiore personalizzazione delle riprese, sono assai costosi.

GoPro Max

GoPro Max, i pro: le action cam GoPro si contraddistinguono per i potenti effetti di stabilizzazione abilitati sui dispositivi del marchio. La GoPro Max non fa eccezione. Rispetto al sistema modulare della Insta 360 One R qui non c’è niente da assemblare. Il tipo di vista e di ripresa si cambia scegliendo la rispettiva opzione sul menu. All’insegna della semplificazione. Presenti anche le più note funzioni che caratterizzano le macchine GoPro della serie HERO, come l’HyperSmooth e il TimeWarpL’app mobile e il sistema per PC sono assai versatili e permettono di convertire le immagini riprese nella modalità visiva che più aggrada. Molto buono il sistema audio integrato, anch’esso definito a 360 gradi e composto da ben 6 microfoni.

GoPro Max, i contro: non è vastissima la scelta tra le diverse risoluzioni disponibili, ciò si ripercuote sulla qualità immagine, non impeccabile. Anche la velocità d’immagazzinamento delle riprese video (bitrate) non strabilia, come la possibilità di effettuare slow motion a soli 2x. Se sono apprezzabili i 6 microfoni built-in, dall’altro lato non si possono collegare ricevitori audio di esterni. La risoluzione fotografica non è il massimo

Insta 360 One R prezzo: meglio quello della GoPro Max?

Ognuno ha il proprio budget, dunque è importante anche parlare di costi, al fine della scelta tra due prodotti. Insta 360 One R prezzo: non ce n’è uno univoco. Infatti questo apparecchio è spesso proposto in versione kit, secondo diverse opzioni: quella che si potrebbe definire base include la lente per le riprese in 4K e si aggira sui 300,00 €, mentre il soggetto principale di questa recensione, ovvero la Insta 360 One R con modulo ottico a 360 gradi costa poco meno di 500,00 €. 

A questo punto conviene il kit Twin Edition comprensivo delle due ottiche, quella 4K e per camera 360 gradi, il cui valore è intorno ai 470,00 €. Se dopotutto le riprese ultra-grandangolari non interessano così tanto, è sempre possibile scegliere un’altra Twin Edition, quella che comprende il modulo 4K e l’utilissima scheda memoria, sui 520,00 € circa. Se quello che vi fa gola è la lente realizzata insieme a Leica, il kit che la vede inclusa si aggira sui 540,00 €. Infine, se volete tutto e non badate a spese, esiste il super corredo comprensivo di lente 360 gradi, obiettivo Leica e bastone per selfie specifico a poco più di 800,00 €.

La GoPro Max, per quanto possa essere ampliata con vari accessori, è venduta in genere singolarmente a cifre di poco inferiori ai 500,00 €.

Riassumendo: chi vince la sfida?

Se state cercando una action cam semplice, intuitiva, un apparecchio che si avvicina molto al concetto di “punta e scatta”, la Insta 360 One R non fa per voi. Orientatevi sulla GoPro Max. Insta 360 One R è un concetto davvero particolare di “fotocamera per l’azione”, molto interessante ma che quasi sembra lontano anni luce dal concetto di velocità. Imparare ad usarla richiede tempo, così come a impratichirsi con in vari moduli, montando e smontando rapidamente quelli utili in base a una scena che s’intende riprendere. 

Anche i programmi di elaborazione delle immagini correlati alla macchina sono abbastanza articolati e richiedono una cera curva di apprendimento. E allora quali sono i vantaggi? Una volta capito che conviene destinare questo dispositivo a riprese con un po’ più di regia alle spalle, si avrà una grandissima libertà di espressione. Anche le componenti accessorie e i software si collocano su di un livello avanzato. Insomma si tratta di un’action cam destinata ai professionisti o ai fotoamatori evoluti che vogliono avere il controllo del flusso di lavoro e una qualità immagine sempre al top. Ottima anche per i vlogger e per chi scatta o registra di notte.

Se, invece, pensate di acquistare una macchina del genere per portala in viaggio e in vacanza, non avete un computer e strumenti molto potenti e quello che v’interessa è il risultato, la GoPro Max fa al caso vostro. Si tratta di una camera 360 che mette al primo posto l’intuitività d’utilizzo e l’immediatezza di condivisione dei contenuti.

Dove acquistare

Ecco alcuni link utili, per permettere l’acquisto veloce online delle camere protagoniste di questa “sfida”. Scegliete quella più adatta alle vostre esigenze.

1 – Insta360 One R 4K Edition

Il 4K Edition è il kit più economico della serie.

2 – Insta360 One R 360 Edition

Forse è meglio non abusare delle riprese a 360 gradi, ma in certi contesti, intervallate nel montaggio del video, posso dare davvero quel tocco coinvolgente in più. Ecco allora che è perfetto il kit 360 Edition.

3 – Insta360 One R Twin Edition 4K action camera e 360 camera

La giusta via di mezzo? Questo kit Twin Edition 4K action camera e 360 camera.

4 – Insta360 One R Twin Edition 4K action camera e scheda di memoria

Per chi bada alle cose utili, ecco qui il Twin Edition 4K action camera e scheda di memoria.

5 – Insta360 One R Leica

Se il mito retrò delle macchine fotografiche Leica vi affascina ancora, portatelo nel futuro con il kit comprensivo di lente prodotta dal celebre marchio tedesco.

6 – Insta One R Ultimate kit

Per chi non vuole rinunciare a niente, Ultimate kit ha tutto: dalla lente a 360 gradi a quella Leica, fino alla scheda memoria e al selfie stick.

7 – GoPro Max

Semplicità e potenza? Per chi non ha bisogno di nient’altro, se non di una action cam come la GoPro Max.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *