antifurto casa

Antifurto casa, come sceglierlo? Ecco la guida completa

La sicurezza domestica prima di tutto. Ecco tutti gli step per scegliere l’antifurto per casa giusto, con caratteristiche, prezzi e opinioni

Dotare il proprio appartamento di un buon sistema di sicurezza è ormai una delle prerogative del mondo contemporaneo. Da un lato, proteggere se stessi, i propri cari e i propri averi, è sempre stata una necessità impellente. Dall’altro, al giorno d’oggi essa si manifesta con un’urgenza ancora maggiore. Infatti, se prima si poteva fare affidamento sulla vigilanza discreta dei vicini di casa, oggi l’individualismo ci porta a sentirci meno coesi e quindi più fragili. Di conseguenza, difficilmente riusciremo a rinunciare a un buon antifurto casa. Esso scongiura il rischio di trovare brutte sorprese al nostro rientro, ci fa dormire tranquilli e ci garantisce un pronto intervento in caso di intrusioni.

In questo articolo approfondiremo tutti i vantaggi di un buon antifurto casa. Successivamente scopriremo insieme quali siano le tipologie presenti in commercio, e le caratteristiche distintive di ognuna di esse. Infine, basandoci su dati oggettivi quali rapporto qualità-prezzo e opinioni dei clienti, scopriremo quali sono i marchi e i modelli più affidabili di allarmi per casa.

Antifurto per la casa | Perché è importante

L’installazione di un efficiente sistema videosorveglianza rappresenta una costante garanzia di sicurezza. È estremamente utile quando si è fuori, nella vita di tutti i giorni come in vacanza. Di sicuro ci permette di disfarci di una quantità di apprensione non indifferente, e pianificare i nostri spostamenti con maggiore libertà e autonomia. Oltre alla sicurezza, c’è anche il fattore perdite, che possono essere ingenti, considerando i beni sottatti e infissi danneggiati. Allo stesso tempo, un buon allarme casa è altamente rassicurante quando si è in casa, ad esempio la notte, da soli o con la propria famiglia.

Certamente ci fa dormire sonni tranquilli e, finalmente, ci consente di abbassare la guardia. Se, durante la notte, siamo soliti drizzare le antenne ad ogni rumore inconsueto, con il tempo perderemo questa abitudine che disturba il sonno. Confideremo sempre di più nel sistema sorveglianza e delegheremo ad esso questo compito, dormendo come un sasso. Non dimentichiamo poi che, con l’installazione di un allarme per casa, diminuiamo di molto il rischio di subire assalti, poiché esso scoraggia in partenza i malintenzionati. E, in caso di tentativo di irruzione, potremo agire prontamente limitando al massimo i danni subiti.

Tipologie di antifurto casa

Anche se all’apparenza i sistemi di antifurto e i kit di videosorveglianza sembrano tutti uguali, essi sono contraddistinti da caratteristiche differenti. In base al tipo di impianto, un allarme casa può essere più o meno efficiente oppure più o meno complicato da installare. Vediamoli insieme.

Impianto filare

È la tipologia più tradizionale di antifurto per casa, ed è cablato. Ciò significa che tutte le sue componenti sono connesse tramite cavi. Si tratta senza dubbio del sistema più sicuro, in quanto più difficile da disattivare e meno incline a malfunzionamenti e ritardi. Allo stesso tempo, però, è anche il più complicato da installare. Il collegamento tra varie parti dell’impianto, anche a distanza di parecchi metri le une dalle altre, potrebbe richiedere interventi importanti nell’appartamento. La questione si complica ulteriormente se si vogliono collegare anche dei sensori esterni, che risulterebbero ancora più lontani dalla centralina.

Impianto wireless

È un sistema che è stato oggetto di una larga diffusione negli ultimi anni, grazie al costante e consistente miglioramento delle tecnologie wireless. Ovviamente si tratta di impianti facili e veloci da installare, proprio perché senza fili, e non richiedono interventi nelle pareti. Tuttavia, proprio per questo motivo, risultano essere meno sicuri rispetto ai cablati, poiché possono essere manomessi più facilmente. Inoltre, dipendendo il loro funzionamento da onde radio, sono più soggetti a disturbi del segnale e/o ritardi, tanto nell’attivazione quanto nella comunicazione.

Impianto misto

Per ora non esiste nessuna tecnologia in grado di collegare un impianto cablato ad un wireless. Ciò che possiamo fare però, se disponiamo di una casa grande, è optare per l’acquisto di due impianti differenti. Per l’area interna dell’abitazione possiamo ricorrere ad un impianto cablato, di modo da sentirci totalmente al sicuro. Per il perimetro esterno, invece, possiamo optare per un sistema wireless (i più sicuri sono quelli a doppia frequenza, a 433 MHz e 866 MHz). Così facendo, risparmieremo sui costi dell’impianto ed eviteremo interventi gravosi alle mura domestiche.

Antifurto casa | Componenti essenziali

Nell’ambito delle componenti fisiche, quali sono le parti essenziali di un allarme per casa e quali, invece, sono optional? Ecco gli elementi minimi che permettono il corretto funzionamento dell’allarme casa.

  • Centralina: è il cervello del sistema, comanda e controlla tutti gli altri dispositivi
  • Sensori: vanno da un minimo di 90° ad un massimo di 360°, e possono essere perimetrali, magnetici (porte e finestre) o a tenda (porzione limitata di spazio). Esistono sensori a infrarossi, a microonde o volumetrici (di movimento), spesso in grado di distinguere sagome e movimenti umani da quelli di animali o oggetti. Altri tipi in commercio sono poi i rilevatori di fumo o gas e i sensori con fotocamera integrata.
  • Attuatori: sono le componenti che trasmettono il segnale d’allarme (spesso sirene)
  • Combinatore telefonico GSM: è un modulo che lancia l’allarme ad un servizio di sicurezza o alle forze dell’ordine. Il Global System for Mobile sfrutta la rete mobile e non necessita di collegamento a rete fissa.
  • Controlli di accensione/spegnimento: sono piccole chiavette elettroniche, telecomandi o tastierine con codici alfanumerici. Possono essere installati vicino alla porta d’ingresso (più sicuri) oppure portatili.

Allarme per casa | Optional

A seconda dei modelli di antifurto casa, è possibile avere a disposizione uno o più sistemi di sicurezza aggiuntivi. Alcune case di produzione offrono dei pacchetti completi, altre ci lasciano la libertà di scegliere quali servizi aggiungere al nostro impianto.

  • Sistema videosorveglianza: telecamere da installare dentro e fuori dall’abitazione
  • Assistenza della vigilanza: si riceve previo pagamento di un canone mensile, ma alcuni brand sono già convenzionati con gli istituti. Ciò permette di interfacciarsi con un solo esperto e lasciare che l’azienda organizzi tutto in autonomia.
  • Controllo da remoto: ci permette di verificare la situazione in casa in tempo reale, tramite apposita App. Per usufruire di questa funzione, la centralina dev’essere dotata di connessione internet.

Allarme a casa | I migliori modelli

Abbiamo stilato una lista dei marchi più affidabili di allarmi per casa, in base al rapporto qualità prezzo e alle recensioni degli utenti. Ovviamente, non è facile attribuire loro una fascia di prezzo, dal momento che esso varia in base ai singoli modelli di ogni casa produttrice. Inoltre, sul prezzo influiscono altri fattori, come tecnologia utilizzata, numero di componenti incluse, eventuali optional o convenzioni. Ad ogni modo, abbiamo voluto fornire un orientamento indicativo anche per quanto riguarda le fasce di prezzo.

1 – Antifurto casa Wireless Dadvu | fascia bassa

A chi non abbia grosse pretese o esigenze, consigliamo l’acquisto dell’allarme casa in kit economico Dadvu, il cui prezzo si aggira intorno ai 100 €. La percentuale di gradimento degli utenti supera l’85% delle recensioni, media che fa guadagnare al kit il bollino Amazon’s Choice. Si tratta di un sistema wireless a frequenza 433 MHz dotato anche di WiFi 2.4GHz e di GSM con alloggio per scheda SIM. Il kit basic comprende una centralina con codice alfanumerico, un sensore porta, un sensore movimento, due telecomandi e due chiavette Rfid. È sempre possibile, però, integrare altri dispositivi: sino a 100 sensori, 10 telecomandi e 10 chiavette.

I suoi vantaggi sono 2: l’installazione può essere eseguita in totale autonomia, e la centrale può essere interamente gestita tramite App, essendo compatibile anche con i comandi di Google Home ed Alexa. Ogni componente è in grado di inviare notifiche in caso di rilevazione ambigua, ma anche di fornire informazioni circa il funzionamento e l’eventuale batteria scarica. Se invece desiderate direttamente un kit a più unità, potete optare per il Dadvu DV-P1, che al doppio del prezzo fornisce 3 sensori movimento, 4 sensori porta, 4 telecomandi, 2 chiavette e 2 sirene.

2 – Antifurto per la casa filare Bentel | fascia media

Il marchio Bentel è considerato uno dei più affidabili in assoluto per la produzione di allarmi per casa. La linea di prodotti Bentel non è all’ultimo grido, a cominciare dal fatto che si tratta di impianti filari, sino all’estetica piuttosto datata. Ad ogni modo, il design della centralina è pulito e i sensori sono abbastanza discreti. A livello di efficienza, invece, non ci sono dubbi: i clienti ci confermano che Bentel è sinonimo di garanzia e professionalità. I kit contengono centralina con codici alfanumerici, sirena, rilevatori (in quantità variabili) e alimentatore della centralina. Quest’ultimo ne garantisce il funzionamento anche in caso di assenza di corrente elettrica.

I prezzi dei kit variano a seconda delle componenti incluse: esistono kit da due, da quattro o da otto sensori, che oscillano tra i 200 e i 450 € circa. A seconda dei modelli, è possibile incrementare le unità di controllo sino a un massimo di 32 o di 42 pezzi. Le centraline Bentel possono controllare una o più linee indipendenti di sensori. Ciò significa poter decidere di attivare l’allarme solo in una o più zone della casa. Possono altresì essere utilizzate in modalità istantanea o ritardata (di pochi secondi), consentendoci di attivare e disattivare l’allarme all’ingresso o all’uscita. Se volete andare sul sicuro, non esitate.

3 – Antifurto casa filare AMC | fascia media

In alternativa all’allarme casa Bentel, potete optare per un kit di AMC. I due prodotti si somigliano molto sia dal punto di vista del design, sia da quello del funzionamento. Infine, anche l’antifurto casa AMC è recensito benissimo, quindi via libera anche per quanto riguarda l’efficacia. L’unica differenza evidente è che questi kit sono leggermente più economici di quelli precedenti, ma anche questo fattore è relativo e poco determinante.

Per chi desideri estendere il sistema, invece, ci sono un po’ più di limitazioni: di solito è possibile collegare alla centralina sino a 24 sensori. Anche in questo caso, dunque, parliamo di antifurto casa a impianto filare, che comprende centralina, 2 sirene (interna ed esterna) e 2 sensori di movimento a infrarossi. L’impianto è comprensivo di combinatore GSM e può essere attivato in modo parziale. “Serio, affidabile, economico, semplicemente il migliore” sono i principali (e numerosissimi) commenti dei clienti Amazon.

4 – Antifurto casa Wireless Yale | fascia alta

Per la sicurezza domestica, Yale propone un kit Wireless ultramoderno, gestibile da app. Come spesso accade, di fronte a prodotti hi-tech il prezzo sale un pochino. I vantaggi però sono notevoli: in primis la facilità d’installazione. Non solo non c’è bisogno di alcun cablaggio, ma il kit arriva a casa anche già configurato: le componenti sono già connesse allo Smart Home, cioè alla centralina. Esistono differenze importanti tra i kit più economici, da 868 MHz ed espandibili solo sino a 20 unità, e quelli dai 350 € in su.

Essi possiedono frequenza a 2,4 GHz, accessori aggiuntivi e permettono di aggiungere sino a 40 componenti al sistema. Inoltre, sono gestibili tramite app, ove possono anche mostrare immagini della casa in tempo reale e permetterci di controllare gli elettrodomestici. Oltre allo Smart Hub, il kit di videosorveglianza comprende una tastiera di controllo, 3 sensori di movimento, di cui uno con fotocamera, e due sensori porta/finestra. Il 78% dei clienti è felice dell’acquisto, per semplicità d’installazione ed efficacia.  

5 – Antifurto casa WiFi Somfy | fascia alta

Tra i prodotti Somfy abbiamo deciso di inserire l’esempio migliore di praticità e tecnologia, il kit Home Alarm Plus, dal costo di 550 € circa. Non solo l’impianto WiFi si installa in pochi minuti, e quasi automaticamente. Ma non ha bisogno nemmeno di chiavi, codici e quant’altro per attivarsi o spegnersi. Il sistema riconosce gli abitanti della casa tramite badge, e al loro ingresso si disattiva in automatico. Allo stesso modo, con la funzione kids, è possibile ricevere una notifica quando i bimbi rientrano da scuola. Tutto questo è possibile grazie all’App Mobile Somfy Protect, compatibile con Android ed iOs.

Nel kit sono compresi: una sirena esterna 112 dB, 3 rilevatori di vibrazioni e di apertura IntelliTAG, 3 badge di controllo remoto, 1 rilevatore di movimento che riconosce gli animali. I rilevatori per infissi, inoltre, inviano il segnale prima dell’apertura o della rottura, scoraggiando l’irruzione sul nascere. Allo stesso tempo, tuttavia, sono capaci di distinguere i malintenzionati dagli agenti atmosferici, e non lanciare falsi allarmi. Questo antifurto casa Somfy è disponibile anche in versioni più economiche, meno avanguardistiche, ma ugualmente affidabili.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *