Condizionatori fissi: Guida e 7 consigli per un’estate al fresco

Caldo, caldo e ancora caldo. I condizionatori fissi possono essere la soluzione, ma vanno usati con moderazione! Ecco 7 consigli su come risparmiare

Possibile sopravvivere all’estate senza un condizionatore? Certo che sì, ma perché soffrire notte e giorno, quando con poche centinaia di euro si risolve velocemente il problema? Noi di Non solo mouse abbiamo già consigliato modelli economici – come il Samsung AR09MSFPEWQNET a 229 € su Amazon – e altri più cari, come il Samsung AR12JSPFAWKNEU (sui 700 € su Amazon). Ora però, ci sentiamo di fornirvi qualche utile consiglio di utilizzo, per evitare sprechi e bollette salate a fine stagione. In generale, i condizionatori fissi sono un ottimo strumento, ma vanno usati con moderazione e buon senso. Ne va della vostra salute e del vostro conto in banca. Di seguito, 7 utili consigli su come utilizzare i condizionatori fissi.

Potrebbero interessarti:

condizionatori fissi

1 – NON sostare di fronte alla bocchetta.

Un falso mito sui condizionatori (qui i prezzi e le opinioni), è che la temperatura dell’aria emessa dalla bocchetta corrisponda a quella impostata (da voi) con il telecomando. Niente affatto! Quella è la temperatura “obiettivo”, mentre l’aria si aggira sui 12-13 gradi. Se volete evitare mal di schiena, torcicolli o raffreddori, statene alla larga. E non abbassate di troppo la temperatura obiettivo.

condizionatori fissi

2 – Impostare una temperatura corretta

Evitate temperature polari, anche nella prima fase di accensione. L’ideale sono 6 gradi in meno rispetto alla temperatura esterna. Perché? Anzitutto vi risparmiate sbalzi climatici dannosi per l’organismo, poi il vostro portafoglio vi ringrazierà. Ogni grado extra, vale il 5% di aumento della spesa. Fate un po’ i calcoli…

condizionatori fissi

3 – NON utilizzate l’acqua di condensa

È convinzione diffusa che l’acqua prodotta dai condizionatori fissi sia distillata, dunque riutilizzabile per stirare indumenti o addirittura per realizzare prodotti cosmetici. Totalmente falso! È semplicemente la condensazione del vapore della stanza… sotto forma liquida. Dunque l’acqua che trovate nel serbatoio è ricavata da cose non proprio pulite, come: umidità ambientale, sudore umano, respiro, fumo di sigarette e vapore rilasciato dal cibo che cucinate. Sconsigliamo di utilizzarla per stirarci le camicie. Piuttosto usatela per annaffiare le piante di casa.

condizionatori fissi

4 – Attivare la funzione deumidificatore

Queste sono le basi, ma è bene ricordarle. Tutti i più moderni condizionatori non abbassano solamente la temperatura della stanza, ma deumidificano anche l’ambiente. Per farla facile, è un processo che “secca” l’aria circostante raccogliendo la condensa nella vaschetta interna (che NON è distillata). A parità di temperatura, un ambiente deumidificato viene percepito dall’uomo come meno opprimente e più gradevole.

condizionatori fissi

5 – Prendete un condizionatore “Inverter”

Cosa significa Inverter? Una tecnologia relativamente nuova, che serve a mantenere la stessa temperatura nella stanza, senza far mai spegnere il condizionatore. Una volta raggiunto il numero di gradi impostato, il climatizzatore inverter riduce al minimo l’emissione di aria, senza però mai disattivarsi del tutto. Questo evita le continue ripartenze del compressore, riduce l’inquinamento sonoro e vi farà risparmiare il 30% dei consumi sulla bolletta. QUI trovate la selezione delle migliori offerte su Amazon.

condizionatori fissi

6 – Fate buio, chiudete le porte, spegnete i Pc!

Ridurre al minimo i raggi solari mantiene più fresco l’ambiente casalingo. Basta una tenda scura o delle tapparelle alle finestre, da tenere serrate durante le ore di luce. Se avete un’unica unità in una camera (quella da letto è la consigliata) meglio isolare l’ambiente condizionato, per evitare che il refrigerio si sparga in tutta la casa. Infine ai maniaci della tecnologia, consigliamo di tenere acceso il meno possibile il personal computer. Le componenti interne (CPU e GPU) producono enormi quantità di calore e fungono da vero e proprio termosifone! Qui vi consigliamo come tenere la loro temperatura sotto controllo, anche nella bella stagione. Se dovete lavorare, consigliamo l’utilizzo di un tablet (il calore prodotto dagli iPad è davvero minimo) o di un Raspberry Pi, collegato con un televisore o un monitor.

condizionatori fissi

7 – Abbassare la temperatura corporea, più che quella ambientale

L’utilizzo dei condizionatori fissi è buona cosa, ma non dimenticate i suggerimenti che i medici forniscono ogni anno con l’avvento dell’estate. Mangiare cibi freddi e leggeri (frutta, insalata, gelati), vestirsi adeguatamente, bagnarsi polsi, nuca, viso frequentemente e bere molta acqua. Questo basterà per dormire sonni tranquilli, facendo un uso moderato del condizionatore. La temperatura ideale di casa, secondo il Ministero della Salute è di 24-25 gradi centigradi. Sotto quella soglia, sono soldi buttati.

condizionatori fissi

Soluzioni per combattere il caldo?

Di seguito, potete trovare tre soluzioni per combattere la calura estiva. Sono tre prodotti molto diversi (un condizionatore fisso, un deumidificatore e un raffrescatore). Fermo restando che l’utilizzo deve rimanere “moderato” (ricordate i 7 consigli!), avere un sistema di raffreddamento in casa è sicuramente consigliato. Ecco cosa comprare per un estate al fresco.

Hisense TE35YD01: L’Inverter performante

Il condizionatore New Eco Easy è un modello intelligente composto da uno split 12000 BTU, un motore esterno e un telecomando. Niente di più semplice e funzionale. Il mono split assicura un veloce raffreddamento o riscaldamento in pompa di calore deumidificatore. In pratica il telecomando, tramite il sensore interno i-FEEL, rileva la temperatura dell’ambiente e trasmette l’informazione all’unità interna che si attiva. Il controllo intelligente della temperatura assicura un comfort ambientale e un risparmio energetico elevato, ma è possibile aumentare il livello di raffreddamento del 25% attivando la funzione Super Cooling dal telecomando. La funzione Smart fa funzionare il climatizzatore nella modalità più confortevole in base alla temperatura rilevata nell’ambiente. La funzione Speciale riavvio a 8 gradi invece, attiva il condizionatore New Eco Easy non appena la temperatura si abbassa al di sotto di quella soglia. Hisense fa ancora centro (dopo il trionfo sui televisori) e confeziona un ottimo condizionatore economico.

De’Longhi DDS30 Deumidificatore – Deumidificazione e riscaldamento in un solo condizionatore

Il deumidificatore De’Longhi DDS 30 propone una soluzione versatile e completa tra la funzione di deumidificazione e la funzione di riscaldamento. Il prezzo del deumidificatore De’Longhi è adeguato alle prestazioni del macchinario e alle sue funzioni, decisamente notevoli rispetto ai deumidificatori della concorrenza appartenenti alla stessa fascia di prezzo. Il fattore “portata” è determinante per capire se il deumidificatore può lavorare nell’ambiente a cui è destinato: capacità di deumidificazione (30 l in 24 ore), tanica di raccolta dell’acqua (4,5 l), raggio d’azione (fino a 60 m²) e potenza (300 W a fronte di consumi bassi). Il punto di forza di questo deumidificatore De’Longhi è il sistema di funzioni: Combi (deumidificatore e riscaldamento), Laundry (asciugatura della biancheria), Filtrazione dell’aria (purificazione dell’aria), Selezione della velocità (tre velocità di ventilazione e opzione automatica), Dispositivo antigelo elettronico (funziona a temperature basse) ed Extra Power (dimezza la media dei tempi di funzionamento). Il De’Longhi DDS30 può essere settato in qualsiasi momento tramite i controlli elettronici o può mantenere l’impostazione del pannello di controllo mediante l’inserimento del blocco della tastiera. Questo deumidificatore è caratterizzato da una duplice tipologia di scarico: tanica di raccolta acqua (e relativo sistema automatico di arresto in caso di serbatoio pieno) o scarico continuo mediante l’apposito tubo. La possibilità di programmarlo con comandi digitali e il timer di spegnimento completano il profilo di un modello dalle elevate prestazioni.

Argoclima Polifemo – Il condizionatore portatile top di gamma

Argoclima Polifemo Class è un condizionatore portatile senza tubo dalle caratteristiche interessanti e dalle prestazioni ottimali. Uno dei migliori modelli tra i raffrescatori evaporativi in commercio. Questo raffrescatore evaporativo raffredda l’ambiente grazie alla tecnologia evaporativa e, allo stesso tempo, purifica l’aria sfruttando un filtro anti-polvere e un pannello evaporativo a nido d’ape. Usare Polifemo è facile e intuitivo. È trasportabile, ha un display a LED e un telecomando che funziona fino a distanza di 6 metri. Polifemo offre una rotazione a 360 gradi, tre funzioni per personalizzare la ventilazione (Normal, Natural e Sleep) e un timer di funzionamento che può essere impostato da 30 minuti a 7 ore e mezza. Il raffrescatore evaporativo Argoclima Polifemo Class è ideale per chi non vuole rinunciare a un prodotto top di gamma.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *