Speaker bluetooth UE Logitech: Recensione di Rolls, Wonderboom, Boom e Megaboom

Speaker bluetooth UE Logitech: Recensione di Rolls, Wonderboom, Boom e Megaboom

Consigliamo gli speaker bluetooth UE Logitech? Certo che sì! Ma ci sono alcune cose da sapere: ecco la  recensione e il prezzo di Roll, Wonderboom, Boom e Megaboom nella nostra guida all’acquisto

Speaker bluetooth killed impianti stereo Hi Fi, potrebbe intitolarsi questa guida. Battute a parte, la tendenza dell’ascoltatore medio è quella di preferire la semplicità, la portabilità e la musica liquida. Gli impianti andavano bene negli anni ’90, quando ancora si compravano i compact disc e i cellulari servivano a malapena per chiamare. Oggi con meno di 200 € sono disponibili ottime casse portatili, collegabili allo smartphone tramite bluetooth sui quali riprodurre tutto il catalogo di Spotify, Tidal, Deezer o altri servizi di musica in streaming. Il prezzo da pagare è una qualità del suono meno fedele, ma nemmeno così disprezzabile. I vantaggi però sono notevoli: lunga autonomia della batteria, bel design, una costruzione sonora evolute e compattezza del prodotto impensabile fino a qualche anno fa. Tra i grandi competitor c’è la Logitech, che ha sfoderato dai suoi laboratori una line a di enorme successo: gli speaker bluetooth UE stanno divenendo oggetti di uso comune. Di culto, per certi versi. Ecco la recensione, il prezzo e la guida ai Roll, Wonderboom, UE Boom e Megaboom. Quale comprare? Vi aiutiamo noi.

Speaker bluetooth: l’oggetto millenials

Prima di cominciare la recensione per modello, una breve introduzione al mondo dagli speaker bluetooth. Il target anagrafico è generalmente molto basso e questa è stata la scelta vincente di chi ha saputo investirci. Fin dal marketing (spot, design, fascia di prezzo) è evidente che il mercato degli speaker bluetooth vira verso gli under 20. I brand più in voga sono due: JBL e UE Logitech (Ultimate Ears). In terza posizione potremmo inserirci Sony, che ha lanciato alcuni modelli azzeccati e vendutissimi sui marketplace del web (su tutti il Sony SRS-XB30 e il cubetto Sony SRS-X11). In coda – tra i tanti tentativi di inseguire una tendenza – spuntano Anker e Bose (qui il pezzo dedicato). La sfida però resta tra JBL e Ue Logitech, con le loro linee di speaker bluetooth azzeccatissime e per certi versi molto simili. Il JBL Clip assomiglia al UE Rolls, il JBL Go al Wonderboom, il JBL Charge 3 ai UE Boom e il JBL Extreme ai Megaboom. Una sfida vinta da… entrambi.

Speaker bluetooth UE Logitech: Recensione di Rolls, Wonderboom, Boom e Megaboom
La gamma di Ultimate Ears vanta i migliori speaker bluetooth

Qualità del suono e caratteristiche generali

Ma che cosa è uno speaker bluetooth? E come funzionano? Sono casse altoparlanti, per la riproduzione musicale condivisa. La caratteristica principale è che non necessita di una connessione alla sorgente tramite cavi (aux o Jack) e solitamente hanno una batteria ricaricabile. E la qualità audio? Si è elevata esponenzialmente, nelle ultime generazioni di modelli. Le frequenze riprodotte sono quelle da MP3 (20-20.000 Hz), suddivise in più canali di riproduzione. Generalmente le frequenze basse sono incanalate nei Woofer (dai 50 ai 500 Hz), quelle medie dai Midrange (500-8000 Hz) e quelle alte dai Tweeter (8-20.000 Hz). Va detto però che gli speaker bluetooth piccoli o economici hanno un unico driver, che riproduce alla buona tutto lo spettro di frequenze. Quelli più costosi ne hanno 2 (in genere il woofer e il tweeter) o al massimo 3 (woofer, midrange e tweeter).

Gli speaker bluetooth UE Logitech sono stereo? E il 360°?

Dipende dai modelli. La fregatura è che normalmente non è molto chiaro dalle specifiche tecniche. Per fortuna noi ci prodigheremo a specificarlo, nella nostra guida su quali speaker bluetooth UE Logitech comprare. Degli esempi? Il JBL Flip 4 è stereo, così come il Charge 3. Sui UE Logitech lo sono i vecchi UE Boom, mentre sui nuovi modelli (ultimate Ears Megaboom, UE Boom 2) la Logitech ha dato priorità al suono a 360 gradi. Cosa significa? Diffusione concentrica del suono, ma un solo canale mono: dunque niente destro-sinistro.  Perché questa scelta? Sono speaker bluetooth pensati per il pairing. Quindi comprandone più di uno, si possono sincronizzare e utilizzare come altoparlanti multipli.

I modelli: Recensione e prezzo di Roll, Wonderboom, Boom e Megaboom

Quali speaker bluetooth UE Logitech comprare? Dipende dal vostro budget e dalle vostre necessità, come sempre. La linea UE ha quattro modelli forti, con più versioni per ciascuno. Si va dai più piccolini ed economici (il Roll e il Wonderboom) e si arriva ai medi (UE Boom e UE Boom 2), fino al più consistente Megaboom. Il prezzo va dal più economico Rolls (56 € al momento su Amazon), poi 65 € sul Wonderboom e 79 € con il Boom. Si superano i 100 € con il MegaBoom, che tocca i 160 € anche nella sua versione aggiornata al 2017. Ecco le recensioni di tutti gli speaker bluetooth!

UE Rolls 2: un miracolo di potenza

Diciamolo subito: UE Rolls 2 è uno dei migliori speaker bluetooth in assoluto. È come se UE Logitech avesse puntato sul piccolino, per spazzare via ogni barlume di concorrenza. Non che quest’ultima sia poco affollata, anzi: c’è il B&O BeoPlay A1 e il già citato JBL Clip 2. UE Rolls 2 però è il migliore di tutti. Compatto 13,5 centimetri di diametro per 4 di altezza, per un peso di 330 grammi ha una qualità del suono incredibile. What Hi Fi pone l’accento sull’equilibrio tra suoni alti, medi e bassi. “il volume è più alto rispetto al primo Rolls ma non solo. Offre anche un suono più aperto, più dinamico, solido e dettagliato”. Resiste anche alla tentazione dei bassi pompati, vizio capitale sia di Beats che di JBL. Si sente meglio del Bang & Olufsen e costa un quarto: 56 € contro 200 €. Design molto bello non tanto per la forma, quanto per le colorazioni. C’è il Tropical Anime (con un occhio in stile manga), Volcano (nero), Habanero (arancione), Sugarplum (viola) e l’Atmosphere (blu). Sono temi cuciti sul prodotto, che ha un touch and feel da tessuto impermeabile. La certificazione IPX7 permette al UE Rolls 2 di non subire danni se immerso in acqua per 30 minuti. La nostra recensione non può che concludersi così: tra i migliori acquisti che possiate fare quest’anno.

UE Wonderboom: Una granata di potenza esplosiva

E’ tra gli speaker più aggiornati della UE Logitech ultimate ears. Uscito a metà del 2017, è una via di mezzo tra il piccolissimo UE Rolls 2 e il medio UE Boom 2. Diffusione a 360 gradi, 8,5 Watt di potenza, ma sfruttati al massimo. È un prodotto in stereo, quindi riprodurrà entrambi i canali di una registrazione in studio standard. Ottima l’autonomia, che si aggira sulle 10 ore di ascolto a volume medio-massimo. Pesa un pochettino di più del UE Rolls 2, ma è molto compatto ed è poco più grande di un portachiavi. Ottimo per essere appeso allo zaino o a un attacco in doccia. Anche lo speaker UE WonderBoom è impermeabile, con solita certificazione IPX7. Il design è più massiccio dell’UE Rolls 2, ma ha un look giovanile e simpatico. Sembra una piccola granata e – ironia della sorte – ha un suono esplosivo. Ah, un dettaglio importante è la memoria interna da 16 GB, nella quale è possibile archiviare i propri brani preferiti.

UE BOOM e UE BOOM 2 : Il classicone di Logitech

Se c’è un oggetto che verrà ricordato nel corso dei decenni, per design, popolarità e funzionalità – è lo speaker bluetooth UE BOOM di Logitech. Un cilindro colorato, con due tastoni sulla superficie laterale con il + e il – del volume. Tanto semplice, quanto geniale, non ci stupiremmo se tra qualche anno verrà esposto al MOMA di New York accanto agli iPod e alla lampada di Castiglioni. Difficile condensare in una recensione, con lo sterile voto per qualità/prezzo la rivoluzione dello speaker. Sintetizziamo rapidamente ricordando che esistono due versioni, entrambe valide e da comprare all’istante su Amazon. La prima è in stereo, ha una potenza di 9 Watt e un suono potente. La seconda è in mono, ma propaga il suono a 360 gradi e vanta una qualità del suono migliorata. Impermeabile, è stupenda per allietare le vostre feste in piscina. Il volume è talmente alto da coprire il vociare dei vostri invitati. E la resa è talmente pulita, che andrà benissimo anche per l’ascolto solitario. Non è uno speaker Sonos, ma accontenterà anche gli audiofili più intransigenti. Il tutto per 79 €, sia la versione più vecchia che quella aggiornata (anche se quest’ultima fuori dalle offerte viene 118 €. Volete un consiglio? Compratene 2, accoppiateli e avrete un suono stereo degno di un impianto medio-alto.

UE Megaboom: Fa tremare le pareti a un prezzo super!

È la versione più grossa, rinforzata e potente dell’UE BOOM. La consigliamo perché è un prodotto a fuoco con le esigenze dell’utente medio. Non è “sborone” come il JBL Extreme, esagerato sia per dimensioni che per prezzo. L’UE Megaboom di Logitech Ultimate Ears è forse il miglior speaker bluetooth attualmente in vendita. Costa anche poco, visto che su Amazon lo si trova a 160 €. Esiste anche una versione del 2017, ma allo stesso prezzo della precedente. La potenza è incredibile e quasi spacca i timpani, se utilizzata tra le quattro pareti di casa. E dire che sono solamente 9 Watt, ma sfruttati a un livello massimo di 90dbA. Il range di frequenza va dai 60 ai 20.000 Hz. Questo grazie ai due driver, uno dedicato ai toni medio-bassi e l’altro agli alti. Unica pecca? 160-166 € sono pochi, ma acquistando 2 UE Boom si ottiene un suono stereo allo stesso prezzo e con più potenza.

Conclusioni: recensione e prezzo della gamma speaker bluetooth UE Logitech

Senza tanti giri di parole, consigliatissimi tutti, senza esclusione di speaker. I nostri preferiti restano gli UE Boom 2, per la possibilità di accoppiarne due a prezzo veramente abbordabile. Resta la curiosità di vedere come il filone si evolverà: quali altri modelli tirerà fuori la Logitech? Un motivo per non comprarli? C’è il fattore età: sono perfetti per un ventenne, ma l’attitudine poco si adatta a chi ha superato i 30 anni. Poi, la qualità dell’audio è indiscutibile, ma non sperate in alte risoluzioni da audiofilo. Il bluetooth per definizione, appiattisce alcune frequenze sonore. Infine c’è la JBL, unica vera alternativa valida per quella categoria di speaker. C’è il Charge 3 (qui trovate l’articolo dedicato) che tenta parecchio e per il quale abbiamo un debole qui in redazione. Vince sui bassi e in qualche dettaglio tecnico, ma sul design non c’è partita. Lasciate stare Bose e B&O, perché in rapporto alle prestazioni hanno prezzi esagerati.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *