Tv TCL C76: Il nuovo 4K è l’affare a 55 pollici del 2018, la recensione

Che si dice del Tv TCL C76? Il nuovo 4K con intelligenza artificiale è il vero affare dei 55 pollici. Prezzo competitivo e prestazioni eccellenti. Ecco la recensione

Cominciano a giungere per il mercato italiano le novità dall’IFA 2018. Tra le più interessanti c’è la nuova serie di tv TCL, chiamata C76 e che da poco è disponibile sul catalogo Amazon. Funzioni Smart avanzate, audio implementato (grazie alla proficua collaborazione con JBL) e la solita qualità video sorprendente. È davvero la miglior tv smart 2018, come ha decretato IDG ultimamente? Quel che è certo è che il nuovo Android Oreo, assieme alle specifiche dichiarate dall’azienda fanno sperare per il meglio. Per scoprirlo, ecco la recensione della nuova tv TCL C76, con opinione, prezzo italiano e tutte le specifiche spiegate punto per punto. Se invece volete approfondire tutta l’offerta dei tv TCL, qui trovate la guida completa all’acquisto




 

Le novità della serie C76: 55 e 65 pollici a meno di 1000 €

Anzitutto il prezzo. TCL tiene fede al suo proposito di lanciare prodotti di qualità a costi abbordabili per tutti. Sul catalogo Amazon, la tv TCL C76 è spuntata in due tagli del polliciaggio: la 55 pollici costa 899 €, la 65 pollici 1399 €. Siamo dalle parti del best buy assoluto (specie sulla 55 pollici), dato che marche corrispondenti offrono prodotti paragonabili a 1500-2000 € senza problemi. Altra novità è il sistema Smart con tv Android 8.0 (TVTM): l’elogiato Oreo, che ha spopolato nel mondo degli smartphone e promette faville anche sui televisori. La qualità video non è trascurata, seppur stiamo parlando di un pannello abbastanza classico. Retro-illuminazione LED di tipo Edge, con 10 bit e il famigerato Wide Colour Gamut. La gamma di colori riproducibili insomma, sarà maggiore. I particolari comunque, li vedremo meglio nel paragrafo dedicato. E l’intelligenza artificiale? Poteva forse mancare? C’è anche quella, tranquilli.

La TCL C76 è davvero una tv intelligente?

In parte sì e apprezziamo la volontà della casa cinese di sperimentare nuove features. In parte tutta la parabola sulla AI ha a che fare con il marketing. Quindi molto fumo e poco arrosto. La tv TCL serie C76 offre Wi-fi, Bluetooth 4.0, con Chromecast integrato. Ottimi punti di partenza, ma nulla di rivoluzionario. L’AI invece ha un approccio ben più interessante: è stato progettato soprattutto per l’interazione con l’utente. Grazie ai microfoni integrati, che riconoscono la voce dei proprietari si può: cambiare canale, fare play su un contenuto o intervenire sul volume della tv. Vanno a sostituire il “vecchio” telecomando (che ha un microfono integrato), grazie all’architettura di Google Assistant e Google Home (con la quale il pannello è compatibile). Una tv domotica-friendly e che va nella direzione intrapresa dagli elettrodomestici smart.

Tv TCL C76: Il nuovo 4K è l'affare a 55 pollici del 2018, la recensione

Design: La TCL vince in diversità

In un mondo in cui tutti copiano tutti (vedi gli smartphone), apprezziamo la ventata d’aria fresca del tv TCL C76: recensione di parte, la nostra, per il motivo appena spiegato. Il pannello è bezel-less su tre lati, con i due angoli superiori leggermente stondati. L’effetto è quello quadrato, geometrico e sottilissimo. A rompere l’ordine (e la banalità) ci pensa la soundbar integrata, posta lungo il bordo inferiore e a forma tubolare. Da lontano la tv TCL C76 sembra un telo per proiettore di diapositive, di quelli arrotolabili, avete presente? A molti non piacerà, ma va riconosciuto a TCL lo sforzo per integrare la soundbar JBL nel design della televisione, senza paura di rompere schemi e perfezione geometrica.

Prestazioni e qualità video: TCL campione in fascia media

Siamo dalle parti dell’eccellenza. Non è soltanto una nostra impressione, ma di decine di giornalisti stranieri che hanno già testato ripetutamente il tv TCL C76. L’australiano Duncan Jaffrey di Ausdroid si dichiara sorpreso dalla qualità della fluidità, che sfrutta i 60 Hz e il metodo innovativo FRC (Frame Rate Control). I colori poi, su contenuti nativi HDR sono semplicemente fantastici, con una brillantezza che poco ha da invidiare ai Samsung di fascia medio-alta. D’altronde il pannello è un VA come quelli della casa coreana. Dunque l’alto contrasto è assicurato, anche se avrete un angolo di visione ristretto. In effetti persiste il problema dei neri “grigini”, specie se visti lateralmente. Per riassumere: il tv TCL C76 ha colori incredibili, alta fluidità ma predilige la visione frontale.

L’HDR PRO, 4K e Wide colour Gamut

Bene anche la parte riguardante l’alta gamma dinamica. Il marchio è HDR Pro e diciamolo: si tratta dell’ennesima sigla inutile, che va ad ammucchiarsi alle decine fornite dagli altri brand. Che cosa dovrebbe essere? Di fatto un algoritmo integrato, che analizza ogni frame e li rielabora suddividendoli in centinaia di zone. Il risultato però soddisfa i nostri occhi.  Ottime le colorazioni di mezzo e sui bianchi, dove la regolazione è precisa e mai preponderante. Il Wide Colour Gamut peraltro svolge bene il suo lavoro e fa sentire quei 2 bit in più (rispetto agli 8 standard) sul pannello. Meno bene sui neri, che non riescono a raggiungere la profondità di un OLED o di una FALD LG come quella recensita qui. Molto bello anche il 4K, perché la qualità dei pixel è ineccepibile.

Tv TCL C76: Il nuovo 4K è l'affare a 55 pollici del 2018, la recensione
Il TCL C76 ha un design inusuale, ma molto apprezzato dalla nostra redazione. La versione 55 pollici è un best buy assoluto

Luminosità massima? Poco soddisfacente

Per dovere di cronaca, sottolineiamo i difetti del pannello TCL C76. 400 nits di luminosità massima sono pochini, se confrontati alla concorrenza di lusso targata, Sony, LG e soprattutto Samsung (i suoi QLED arrivano a 1000). Il limite non infastidisce affatto se si visiona un film o una serie tv a luce spenta, ma in ambienti diurni si fatica a riconoscere le sagome di film dark e horror. A venire in soccorso c’è l’alto contrasto, perché i 4000: 1 dichiarati rendono i profili delle immagini netti e ben visibili anche da lontano. Insomma peak lighting poco soddisfacente, ma nulla di tragico.

Il comparto Smart tv: il migliore in assoluto?

Probabilmente sì, anche se aspettiamo gli aggiornamenti dei competitor che dovrebbero arrivare in autunno. Sul fronte Android Tv però, TCL C76 vince a mani basse grazie a un Oreo finalmente affidabile e fluido. Aiuta anche l’hardware interno, che vanta un processore quad-core 64 bit da 1,1 GHz accoppiato a una scheda video Mali (una certezza) T860. La RAM è di 2,5 GB, mentre la ROM disponibile per file e registrazioni arriva a 16 GB. La versione di Android tv 8.0 in sè è una manna dal cielo: vince in chiarezza e velocità di reazione. Il menù è migliorato graficamente e non obbliga l’utente all’acquisto di una Box Tv. Certo ad Android manca ancora ottimizzazione e sarebbe bello trovare (magari in Xiaomi) televisioni “stock”, con un Android One specifico per televisioni.

Piccolo trucco per il sistema smart di TCL C76: Vi sveliamo una mossa per far sì che la vostra tv TCL C76 performi al meglio. Ogni due-tre giorni staccate la spina all’apparecchio e fare riavviare il sistema operativo. Libererete la RAM da possibili accumuli e avrete la riproduzione dei contenuti pesanti (quelli in 4K con HDR10 nativo, ad esempio) molto più fluida. Non occorre farlo ogni giorno, ma un paio di volte a settimana bastano e avanzano.

Audio: JBL compie il miracolo con una soundbar integrata

Non capiamo perché il resto della concorrenza punti così poco sull’audio integrato. Probabilmente è tutta una questione di design, perché casse degne di nota occupano spazio sul pannello e costringono a “brutture” e pesantezze sotto la scocca. TCL se ne frega e ci attacca il tubo firmato JBL, da 60 Watt per sei canali. Sulla resa, stupisce soprattutto la forza e la potenza del suono. È un impianto “maschio”, con bassi spinti e audio squillanti. C’è qualche problema sui medi, ma nulla di tragico. È ottima per un film di dialoghi, così come per un action movie pieno di esplosioni e sparatorie. La paragoniamo a una soundbar di fascia media, pur mancando di sub-woofer e suono multi-posizionato. Ottimi invece i microfoni sistemati lungo la barra, che captano perfettamente la voce dell’interlocutore. Lunga vita al sodalizio JBL + TCL.

Recensione in breve: a 55 pollici la tv TCL C76 è l’affare 2018!

Semplice. Si tratta dell’ennesima conferma di un marchio in grande ascesa. Se continua così, TCL darà del filo da torcere ai colossi dell’hi-tech nei prossimi anni. Ed è un peccato che il marchio sia poco conosciuto in suolo nostrano, vista la grande cura verso il cliente italiano, l’assistenza e la garanzia. Ebbene, la TCL C76 è un ottimo modo per testare i prodigi della nuova arrivata cinese, perché vanta una qualità del pannello imprensabile per il prezzo che conta. Tutti i limiti riscontrati nella nostra recensione dipendono soprattutto dalle tecnologie utilizzate, LCD in primis. Ma per quel che può, TCL C76 fa tutto benissimo, da prima della classe e prevediamo un successo di vendite senza precedenti. Appena uscita sul catalogo Amazon, la TCL C76 costa 889 € in versione 55 pollici che è il vero affare 2018. Quella da 65 pollici ha un buon prezzo (1399 €) ma tutto sommato in linea con la concorrenza.

12 thoughts on “Tv TCL C76: Il nuovo 4K è l’affare a 55 pollici del 2018, la recensione”

  1. ho comprato un tlc 55DC760 e sono molto soddisfatto dell’acquisto…l’unica pecca é che sul telcomando bluetooth non c’è la possibiltà di abilitare il puntatore mouse. sapete per caso dove posso trovare quest’opzione?? grazie..

    1. Diciamo che si equivalgono.
      L’U7A è il modello che Hisense lanciò per i mondiali 2018 e in rapporto alle dimensioni, prestazioni e qualità costruttiva ha un prezzo incredibile.
      Guarda qui a quanto lo vende Amazon: https://amzn.to/2QQH5Hb
      Il TCL è migliore (almeno secondo noi) ma costa ragionevolmente un po’ di più: https://amzn.to/2Dup3qo
      Risparmierai sull’acquisto della soundbar, visto che il C76 ne ha una (ottima) integrata.

  2. Quali sono le differenze tra la c76 e la xess x2 e qual è l’acquisto consigliato tenendo conto che durante il giorno verrebbe usato per i classici programmi in qualità non elevatissima e la sera per film o partite? Alternative di altri marchi ma restando nei 1000 €? Grazie e complimenti! Mario.

    1. Ciao Mario,
      La differenza sostanziale è che il Xess X2 vanta LA tecnologia QLED (Quantum Dot) sul pannello, mentre il C76 è un normalissimo LDC LED.
      Per un utilizzo generico va benissimo il C76, certo, se cerchi una resa sui colori “speciale”, allora il Xess X2 è una bomba!
      QUI il link per il C76 da 55 pollici: https://amzn.to/2E4HRhV a 899 €
      QUI il link per il Xess X2 da 65 pollici: https://amzn.to/2OK7B7n a 1294 €

  3. Ciao
    Volevo un consiglio. Non sono un esperto di tv e non sono in grado di riconoscere i neri profondi piuttosto che altre chicche da super esperto. Cercavo un buon televisore per guardare film, calcio e giocare con console. per Youtube, netflix e altre cose base la smart tv si comporta bene? Mi consigliate questo televisore? Con quali modelli di marche più blasonate lo posso confrontare? Ho visto anche il Tcl xess x2, ma ho letto che non è super adatto per i videogiochi perché ha un input lag alto.
    Cosa mi consigliate?

    1. Ciao Pippo!
      Allora, ti do due risposte.
      La prima riguarda l’input Lag. E’ un problema che riguarda anche i tv di marche più blasonate e tenerlo basso è un casino per chiunque. Chi c’è riuscita discretamente bene è Samsung, che sui QLED del 2018 ha lavorato tantissimo pensando ai Gamers come te 😉
      Un modello non troppo dispendioso e con input lag bassissimo è QUESTO: https://amzn.to/2OVEURS dagli un’occhiata e dicci.

      Risposta sul TCL C76: Abbiamo parlato molto bene del sistema operativo del C76, perché è aggiornato a Oreo (Android tv) e stra-compatibile con tutte le app più utilizzate. Netflix, servizi streaming, ecc…
      Spero di esserti stato utile!
      A presto,
      Enrico

      1. Ciao Enrico
        Come funziona con canali non hd? Riesce a rielaborare le immagini e a riprodurle degnamente?
        Visto che sono un felicissimo possessore di Xiaomi Mi5 mi piace provare prodotti di brand molto meno blasonati, con costi contenuti, ma con maggiore qualità rispetto ad altri brand più conosciuti ma che allo stesso prezzo offrono poco. Se dovessi prendere un Lg o Samsung con le stesse caratteristiche e stessa qualità quanto dovrei spendere? Se la risposta è 100€ in più allora sto su brand più blasonati che hanno (probabilmente) un’assistenza migliore. Se il risparmio inizia ad essere sopra i 350/400€ allora la scelta non mi sembra così scontata.
        Che ne dici?

        1. Ciao Pippo!
          Allora sull’upscaling nessun problema, quindi i canali “non HD” dovresti vederli bene.
          Per quanto riguarda il brand… TCL nel bene e nel male è una scommessa, anche per noi consumatori!
          Ciò significa che fa ottimi prodotti ma non hai una platea di utenti che li ha già collaudati a dovere.
          Se proprio vuoi andare sul SICURO io per primo ti dico: scegli Samsung e LG che – con l’offerta giusta – addirittura rischi di pagarli uguale.

          Un esempio di ALTERNATIVA? https://www.amazon.it/Samsung-UE55NU8000-Ultra-Smart-Argento/dp/B07D1L73XV/ Il NU8000 costa 948 € su Amazon e ha resa e specifiche molto simili al C76.
          Tralaltro come costruzione del pannello i TCL sono molto “Samsung-oriented” e non è che il risparmio sia incredibile.

          Ciò toglie valore ai TCL? Assolutamente no! Amiamo il coraggio di certe scelte (design, la soundbar JBL integrata, il sistema operativo) e siamo certi che nei prossimi anni SPACCHERANNO come oggi Xiaomi o Huawei.
          E sull’assistenza… Parliamone: se li compri su Amazon hai una serie di garanzie che ti tuteleranno. Evita rivenditori o e-commerce “sospetti”, tutto qua.

          Insomma, fai tu, perché in ogni caso farai un buon acquisto. Spero di non averti confuso le idee più del dovuto 😉
          Enrico

  4. Mi aspettavo 120hz rafresh rate e una luminosità di 400 nits…il resto promette davvero bene ed è da considerare se il prezzo scendesse intorno ai 700 Euro

    1. Ciao Francesco!
      Beh 120Hz sono rari, di solito si attestano sui 50-60 (reali). I nits sono 400 ed è vero non sono un granché. è una delle criticità sottolineate nella nostra recensione.
      Comunque gran televisore 😉
      A presto e grazie per il tuo commento
      La redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *