Quale soundbar comprare: Le migliori del 2018 tra Samsung, Sony e Bose

Quale soundbar comprare: Le migliori del 2018 tra Samsung, Sony e Bose

Avete un buon televisore ma scarseggia sul sonoro? La soluzione è semplice e nemmeno troppo costosa: basta sapere quale soundbar comprare: ecco le migliori del 2018

Nei nostri approfondimenti sulle migliori TV disponibili (qui quelle del 2018) non abbiamo ancora affrontato la questione del suono. Problema, le televisioni sono ormai sottilissime e la potenza degli altoparlanti ne risente. Molti modelli, anche di fascia alta, puntano sulla qualità degli schermi a scapito di un audio poco rifinito o addirittura debole. Non sono pochi, ad esempio, gli utenti che in rete lamentano di non capire alla perfezione il parlato o essere costretti ad alzare troppo il volume. La soluzione? Una soundbar (o soundbase) di qualità. Ma quali soundbar comprare? Vi abbiamo selezionato le migliori del 2018, da accoppiare al vostro tv di casa.

Addio impianto Hi-Fi, buongiorno sistema integrato

Per molti, la combinazione TV-soundbar rappresenta ormai l’unico impianto audio casalingo. Non scopriamo l’America dicendo che, da tempo, la TV è diventata un hub che riunisce visione di programmi, internet e audio. Audio che, in presenza di certi prodotti, può diventare di qualità importante. Ci sono alcune questioni da chiarire, per fare l’acquisto giusto tra l’universo affollato delle soundbar e delle soundbase. Con le giuste informazioni in effetti, è possibile portarsi a casa degli strumenti di qualità e che soddisferanno appieno le proprie esigenze di ascoltatore e spettatore. Prima, alcune precisazioni:

Che differenza c’è tra una soundbar e una soundbase?

Risolviamo un equivoco che spesso si incontra tra l’utente inconsapevole. Si somigliano nei nomi, ma soundbar e soundbase sono due oggetti distinti. La prima è una “barra” che funziona da amplificatore. Ha la forma di un parallelepipedo (o cilindro) allungato e solitamente contiene due casse al suo interno. L’altoparlante destro e quello sinistro. La soundbase invece è sviluppata anche in profondità e assomiglia a un grosso lettore di DVD o Blu-Ray. Il più delle volte ha anche il sub-woofer integrato, che è la cassa dedicata ai suoni bassi. Nella soundbar invece c’è, ma è costruita a parte, dentro un cubo da posizionare affianco al televisore. Meglio la soundbar o la soundbase? Sono differenti e non necessariamente è preferibile l’una rispetto all’altra. Diciamo che la soundbase è un oggetto più nuovo e spesso più costoso, semplicemente perché grandi marchi si sono messi a produrne (la Q Acoustic o la Bose, per esempio). Nelle soundbar invece c’è un range di prezzi più ampio: da quelle economiche a quelle di alta fascia.



Perché comprare una soundbar?

Il nostro articolo si concentrerà sulle soundbar, per evitare troppa dispersione. Perché comprarle? Tralasciando la ragione (validissima) della scarsa qualità negli altoparlanti integrati nelle televisioni odierne, la soundbar è preferibile per una questione di spazi. Il succo è che in una stanza medio piccola (un soggiorno da 15 metri quadri, ad esempio) il mitico Dolby surround con 5-7 satelliti sparsi è praticamente inutile. A dirlo sono studi di acustica, che rivelano come il 5.1 o il 7.1 sia inefficace in una stanza piccola, a maggior ragione se il televisore non è posizionato al centro simmetrico della stanza. Come se non bastasse, le distribuzioni cinematografiche masterizzano i propri film con un mix audio perlomeno bizzarro. I dialoghi sono molto bassi e un canale spesso non basta per comprendere i dialoghi dei personaggi. I rumori ambientali e le musiche sono “sparate” all’inverosimile, rintronando lo spettatore casalingo. Non è che su Netflix e nei canali di serie tv in streaming la cosa migliori! Per farla molto breve (ma ci sarebbe un discorso complesso sull’equalizzazione dei medi-alti da fare), negli anni ci si è reso conto che una buona soundbar funziona meglio di un complesso impianto a 6 o 8 canali.

Quale soundbar comprare? E qual è il prezzo giusto?

Il bello delle soundbar è che ce ne sono di ogni prezzo, su Amazon o nei negozi fisici. Basta digitare su Google Quale soundbar comprare per rendersi conto dell’offerta vasta e per ogni tasca. Per quanto riguarda i brand segnaliamo delle ottime Samsung, specie per le economiche. Sulla fascia media c’è Sony, Yamaha con i suoi prodotti MusicCast e JBL Cinema con la sua linea accattivante. Per chi volesse spendere più di 500-700 € ci sono i brand molto cool, che assicurano una riproduzione perfetta: c’è Sonos, Bose, Q Acoustic e Harman Kardon. Quanto spendere per una soundbar? Dipende dall’impianto home theatre che conservate a casa: accoppiare a un tv Akai da 200 € una soundbar da 1000 € risulta un po’ ridondante. Così come comprarsi un LG OLED da 2000 € e guardare film con una Trevi SB da 60 e fa ridere. L’ideale è spendere da 1/3 alla metà del budget del vostro televisore per la soundbar. Così avrete il miglior rapporto tra qualità, prestazioni e prezzo per il vostro impianto. La nostra guida su quali soundbar comprare parte dalle economiche, per salire di prezzo fino alle più eccellenti.

Le economiche: Samsung, JBL e LG la fanno da padrone

In generale, consigliamo di non scendere sotto gli 80 € per l’acquisto di una soundbar. Il rischio altrimenti è di trovarsi tra le mani un aggeggio che funziona peggio delle casse integrate della propria tv. E di conseguenza non vale nemmeno la spesa. Dagli 80 ai 100 € comunque si trovano barre interessanti, anche se quasi sempre prive del sub-woofer per i bassi.

Samsung HW-J250: 80 Watt per 80 € è un affare

Partiamo col botto: la soundbar Samsung HW-J250 è una delle migliori da comprare su Amazon. Mica per niente è una delle più vendute sul marketplace e ha recensioni molto generose. Sono 80 € per 80 Watt: un euro a watt è un grande affare, soprattutto per chi cerca la potenza senza curarsi esageratamente della qualità. Consideratela un upgrade della vostra televisione piatta, specie se è targata Samsung ed è Smart Tv. In tal caso l’accoppiamento con lo schermo sarà automatico e immediato, grazie al bluetooth. Altrimenti c’è il cavo ottico, compatibile con tutti i televisori (anche economici) usciti negli ultimi 10 anni. La resa? Per quel prezzo, stupefacente. Manca un po’ di effetto ambientale, quindi il suono fatica a propagarsi per tutta la stanza, nonostante gli 80 Watt. Per il resto è quel che leggete sulla scheda Amazon: un’ottima soundbar economica.

 

Sony HT-CT80: ha anche il sub-woofer

Consideratela il corrispettivo della Samsung HW-J250, ma di casa Sony. E in effetti le prestazioni, il prezzo e le dimensioni sono pressoché identiche. Unica differenza – in favore della soundbar Sony – è la presenza del sub-woofer. È molto utile per chi possiede un Sony Bravia (tipo questo), fenomenali nella resa video, pessimi in quella audio. L’unica pecca ci pare l’anno di progettazione: è una soundbar del 2015, con un bluetooth che avremmo preferito aggiornato (4.0). Per il resto ha bassi profondi, suono pulito e un volume che non spacca i timpani, ma riempie senza problemi un salotto medio-piccolo. Ora su Amazon costa 80 € tondi: mica male.

 

Philips HTL1190: universale e soddisfacente

Targata Philips, ha prestazioni molto simili alle due precedenti Soundbar, ma è più versatile. Nel senso che se le altre due sono facilmente accoppiabili con i televisori dello stesso brand di appartenenza, la Philips HTL1190 è studiata per un utilizzo universale. Costa molto poco (99 € su Amazon) ha qualche contro e molti pro. Gli alti sono forti e cristallini, latitano invece i bassi. Sconsigliata per l’ascolto di musica è perfetta per aumentare il volume della televisione. Ha un problemino con il telecomando, nel senso che il volume è regolabile soltanto dal telecomando della soundbar Philips. Per il resto vale il prezzo scritto sull’etichetta.

 

Panasonic SC-SB1EG-K: molto interessante

Soluzione che consigliamo a chi vuole restare sotto i 150 € senza però rinunciare alla qualità. Ci piace perché Panasonic non punta al wattaggio, ma alla resa sonora, che poi è la scelta più corretta. Audio 2.1 con risoluzione sonora altissima: 192 kHz/24 bit vanno bene anche per la musica in standard Master. Il sub-woofer è incorporato e questo penalizza un po’ sulle tonalità basse. Ottimo invece il sistema di diffusione del suono, perché i tweeter ad alta risoluzione sono rivolti frontalmente verso lo spettatore. I bassi invece puntano al soffitto. Resta sotto i 150 € e su Amazon è spesso in promozione. Se non sapete quale soundbar comprare, noi ci orienteremmo sul Panasonic SC-SB1EG-K.

 

Boost TV: prezzo abbordabile e qualità JBL

Per finire sulle soundbar economiche, una soluzione versatile e a basso prezzo. Chi vuole solo dare un po’ di potenza alla propria TV può fidarsi di questa piccola ma efficace soundbar. JBL ci ha già stupito in passato per la qualità che riesce a racchiudere in oggetti molto piccoli. Aggiungete che può comportarsi anche da semplice speaker bluetooth e che la trovate sul catalogo a circa 145 €. La potenza dei bassi è garantita, grazie ai due driver posti lateralmente, il design poi è fedele alla linea di speaker JBL ed è molto giovanile. A noi piace un sacco.

 

Yamaha YAS-107: il suono è wow!

In extremis, nelle economiche rientra anche la soundbar Yamaha YAS-107, acquistabile a 149 € su Amazon (disponibilità dal 23 marzo). Ci sentiamo in dovere di citarla grazie alla qualità sorprendente. E questo dimostra come il marchio giapponese abbia in catalogo dei prodotti molto sottovalutati, come la Yamaha MusicCast YAS-306 (ci torneremo dopo). Questa Yamaha YAS-107 offre 120 Watt di potenza, distribuiti in due canali da 30 W ciascuno, più un woofer da 60. La cosa straordinaria è che se si dispone di un sub-woofer esterno, è possibile connetterlo alla soundbar, per aumentare ancora di più i bassi. Non che ce ne sia particolare bisogno, visto che la Yamaha YAS-107 spacca i fondoschiena così com’è. Design come al solito stiloso e non manca nessuna connettività/funzione che viene richiesta alle soundbar. Last but not the least: connesso in bluetooth con uno smartphone per l’ascolto “puramente musicale” ha una resa da speaker bluetooth di fascia media. E’ ottimo, visto che sta impressionando anche gli audiofili più severi. Chapeau Yamaha. Niente da dire: da prenotare di corsa, prima che finiscano le scorte su Amazon. 

 

Yamaha AYAS207BL Soundbar, Nero
List Price: EUR 349,00
Price: EUR 279,99
You Save: EUR 69,01
Price Disclaimer

Soundbar di fascia media: dai 150 € ai 300 €

È la categoria di prezzo più ricca di modelli, nonché la più sensata. Forse la cifra che spazia dai 150 ai 300 € è quella che permette ottimi prodotti senza dover chiedere un mutuo. Ci troviamo tante marche di qualità, tra cui Bose, Sonos, Yamaha e Sony. Avrete un’esperienza molto simile a quella della sala cinematografica, con volumi e una resa soddisfacenti.

Samsung HW-K450 Soundbar: la miglior soundbar 2018?

Vendutissima, è anche nelle scelte del negozio Amazon. Sfogliando le caratteristiche, si capisce perché: ha 300 Watt di potenza, che faranno rimbombare le pareti di casa vostra. È un 2.1 con sub-woofer a parte. Non tiene molto spazio perché la barra è 90 centimetri, ma molto sottile. Tralaltro è molto elegante e giocando con il minimal evita l’effetto cheap delle soundbar da poco. Sicuramente una delle migliori soundbar del 2018 (il modello è del 2016, ma reggerà ancora un paio di anni come best buy). Sono 154 € ed è un affare imperdibile.

Sony HT-MT300: super compatta, è una bomba!

Ne avevamo già parlato qua, in un articolo dedicato, per cui non ci dilungheremo più di tanto. La Soundbar Sony HT-MT300 è piccolissima ma spaccherà (metaforicamente, s’intende) il vostro soggiorno. Ha un suono potentissimo ed impressiona per la qualità sopraffina. “La soundbar Sony HT-MT300 riesce a riprodurre il suono con notevole potenza. In particolare, i film d’azione ne trarranno beneficio anche a livelli di volume relativamente bassi. Anche l’ascolto musicale è decisamente buono, con alti definiti e una piacevole sensazione di chiarezza che non penalizza le tonalità medie”, scrivevamo nella recensione. Unico punto debole risiede nella costruzione del prodotto: lo stage sonoro è fin troppo compatto. Consigliamo di non sistemarlo vicino piccoli, sennò i bassi potenti saranno accompagnati da vibrazioni fastidiose.

 

Bose Solo 5 TV: La qualità Bose, per una volta con prezzo a fuoco

Non è nuovissimo (2015) ma ragazzi, che qualità! Oltretutto possiamo considerarla una soundbar economica da comprare, se confrontata alla media dei prodotti Bose. Al momento sono 246 € su Amazon e non è detto che non si ribassi ulteriormente. È molto piccola, leggerissima (1,6 chili) ma ha 30 Watt di potenza. Ci piace la resa dell’audio in uscita e il design semplice ma curato al dettaglio. È molto difficile trovarla in negozi fisici ma non fatevela scappare, perché è tra le migliori soundbar vendute su Amazon.

Bose Solo 5 TV Sistema Audio, Nero
List Price: EUR 279,95
Price: EUR 229,00
You Save: EUR 50,95
Price Disclaimer

Yamaha MusicCast YAS-306: molto sottovalutata

Secondo noi la linea MusicCast di Yamaha è tra le più sottovalutate del mercato audio. Ha un design molto bello, un suono prezioso e costi inferiori ai marchi blasonati. Il deficit sta nel marketing, evidentemente inefficace tra il pubblico degli audiofili. La soundbar Yamaha MusicCast YAS-306 ha 7.1 canali compressi in un’unica barra, che si espandono nell’etere della vostra stanza attraverso studi avanzati di acustica. La chiamano AirSurround Xtreme e fidatevi che funziona piuttosto bene. 299 € su Amazon sono addirittura pochi per un prodotto del genere.

 

Soundbar di fascia alta: dai 300 € in su

Non per qualsiasi tasca, ma se avete qualche soldo da parte e una tv OLED l’acquisto è obbligatorio. Da 300 € in su trovate soundbar che garantiscono un’esperienza cinematografica, talmente immersiva da farvi dimenticare l’ambiente circostante. Tutti i modelli da noi citati sono anche ottimi per l’ascolto musicale, che non è male vista la spesa prevista. Sonos e Cambridge Audio la fanno da padrone.

Cambridge Audio, specialisti del suono

Entrate in un qualsiasi negozio di Hi-Fi: difficile che il personale non conosca e ami Cambridge Audio. Il marchio inglese rappresenta decenni di amore per la qualità sonora. Dal punto di vista del suono, la nuova TV5 ha tutto: bassi potenti, armonici rifiniti e medi ampi. Potrebbe essere un po’ più raffinata? Certo, manca infatti un display e il telecomando è veramente spartano. Lamentarsi però sarebbe criminale, per una soluzione in grado di elevare l’audio di qualsiasi TV ad un altro livello.

Sonos Playbase, design unico e semplicità

Facciamo uno strappo alla regola (niente soundbase nella guida sulle migliori soundbar!) ma per una buona ragione. La Playbase di Sonos è veramente completa: riunisce design, qualità audio e semplicità d’utilizzo. L’ultima arrivata è una nuova versione della già eccellente Sonos Soundbar. Sonos Playbase  serve anche come base d’appoggio per la TV. Pensata per coloro che non hanno una televisione appesa al muro, grazie ad un design sinuoso e non intrusivo, si sposa più o meno con qualsiasi modello. Il prezzo è alto, ma ci può stare se si considera per molti costituirà l’unico punto d’accesso al mondo Sonos. L’interfaccia software permette di collegarsi a qualsiasi servizio di streaming, il suono invece è bilanciato e cristallino. Come ormai da tradizione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *