Cosa leggere in vacanza: ecco i libri perfetti per il relax delle tue ferie

Cosa leggere in vacanza: ecco i libri perfetti per il relax delle tue ferie

Le vacanze e le gite al mare sono di nuovo all’ordine del giorno. Tutto ciò richiede un elemento fondamentale: un elenco di libri da divorare

Avete già preparato l’elenco dei libri da leggere in vacanza? Se non l’avete ancora fatto, quest’articolo vi offrirà una serie di suggerimenti per le vostre letture estive. Non importa se li leggerete sotto l’ombrellone o dal salone di casa vostra, l’estate è sempre la stagione in cui tutti abbiamo – o almeno dovremmo avere – più tempo a disposizione per dedicarci alle nostre passioni. La lettura è una di queste.

In realtà noi tempo per leggere ne abbiamo avuto tanto durante il lookdown, ma siamo sicuri di averlo sfruttato per leggere? Diciamo che l’umore non era proprio quello giusto per lasciarsi andare del tutto a una bella storia, né per permetterci di allontanarci dalla realtà per vivere qualche minuto (meglio qualche ora) nei luoghi della storia. Una buona storia dovrebbe donarci il dono dell’ubiquità, per farci vivere contemporaneamente nel mondo reale (quello fisico della lettura) e quello narrativo (che scorre sotto i nostri occhi mentre leggiamo).

Ovviamente una buona lettura estiva dipende dalle preferenze personali. Qui troverai dei titoli per darti un po’ d’ispirazione. Titoli da portare con te per il tuo prossimo viaggio, da leggere a bordo piscina o nel tuo giardino. Dovrebbero esserci titoli per tutti i gusti, ma se quest’elenco ti soddisfa – nel caso di libri poco conosciuti forse è meglio dire “se questi titoli non ti incuriosiscono” – allora puoi fare riferimento alle nostre recensioni di libri, dove trovi titoli per tutti i gusti: dai thriller ai classici, dalle biografie ai libri spirituali. Segui i nostri consigli e crea anche tu la tua lista di lettura!

A questo punto però è anche giusto dire che forse quest’estate non sarà come le altre: forse viaggeremo tutti meno, niente Aperol Spritz sorseggiati su una terrazza spagnola, niente spensierate giornate trascorse in una spiaggia lontana. Ma ciò non significa che non puoi ancora perderti in un buon libro – in effetti, proprio i libri potrebbero essere il miglior veicolo con cui trasportarti in terre lontane. Ecco la nostra selezione dei migliori libri da leggere questa estate. Buona lettura!

1 – Cercami | di Andrè Aciman

Ecco l’attesissimo sequel del romanzo straziante e crudo “Chiamami col tuo nome”. Eh sì, André Aciman lo ha fatto di nuovo. Cercami inizia con lo stesso livello di emozione straziante con cui termina il suo predecessore e offre una bellissima conclusione per i due innamorati Elio e Oliver. Un libro con pari parti romantiche e filosofiche. Il discorso tra la coppia abbraccia tanti argomenti: dalla letteratura alle nozioni di tempo, desiderio e destino. Di base, questo è uno studio sull’amore, non solo su come è supportato, ma anche su come esiste tra due vite parallele.

Per leggere questo libro avrai bisogno dei fazzoletti (o del telo da mare). Cercami è strutturato in tre sezioni, ognuna più corta della precedente. La seconda riguarda la fiorente relazione tra Elio e un uomo molto più anziano, Michel, che incontra a un concerto. Le conversazioni e il romanticismo si svolgono in modo molto simile a quello tra Samuel e Miranda, con una linea netta sull’invecchiamento e sulla competizione chi è il più giovane. Elio e Michel parlano per la prima volta durante l’intervallo del concerto e quando i musicisti si sono riuniti per il secondo atto, anche loro sono assillati, esprimendo sentimenti d’amore che potrebbero sembrare eccessivi anche in un giorno di nozze.

Ma i romanzi non devono riflettere la vita reale. Una storia può elevare il quotidiano in qualcosa di alto e bello, sta al lettore scegliere quanto quel mondo della storia sia plausibile per lui.


2 – Mia sorella è una serial killer | di Oyinkan Braithwaite 

Con questo romanzo d’esordio la Braithwaite ha recentemente vinto il premio come libro poliziesco e thriller dell’anno ai British Book Awards del 2020. La storia di Mia Sorella è Una Serial Killer racconta il rapporto tra fratelli, un legame sotto pressione in questo romanzo ambientato a Lagos che mescola amore, crisi familiare e criminalità.

Un libro acuto, minaccioso e talvolta cupamente divertente. Un romanzo che potremmo definire una nuova versione di un racconto thriller con omicidio seriale. Affilato, ironico, sfrontato, questo romanzo d’esordio acclamato dalla critica lancia Oyinkan Braithwaite come una delle voci più promettenti della letteratura nigeriana (e mondiale). Una lettura avvincente e soddisfacente, che ti porterà fino alla fine con curiosità e senza sforzi.

Come detto la storia è ambientata in Nigeria. In molti libri l’ambientazione è spesso reale come i personaggi, ma è interessante notare che in questo libro il luogo poteva essere qualsiasi posto nel mondo. È ambientato a Lagos, vero. Lagos è la più grande città della Nigeria, ma per come è stato descritto il luogo, Lagos avrebbe potuto essere qualsiasi città del mondo.

Anche la storia avrebbe potuto svolgersi in qualsiasi parte del mondo, sebbene ci fossero riferimenti occasionali alle usanze nigeriane, ma nessuno di questi fattori ha avuto un ruolo importante nella storia, quindi l’ambiente è stato più uno sfondo della narrazione che una parte necessaria di essa. Lo stile di scrittura dell’autrice invece è nitido e incisivo, intriso di umorismo pungente.


3 – Exciting Times | di Naoise Dolan

Se avete voglia di leggere in inglese (in italiano questo libro uscirà a ottobre), quest’estate potete dedicarvi a Exciting Times, libro inserito nella lista dei Best Seller del The Sunday Times. Ambientato a Hong Kong, poco prima delle proteste, il romanzo di debutto di Dolan, Exciting Times, è narrato da Ava, un insegnante di 22 anni diviso tra due relazioni: Julian, un banchiere emotivo di Oxford e Edith, un nativo di Hong Kong che ascolta I guai di Ava. Esaminare classe, sesso, lingua e maturità, è un arguto e acuto commento romantico delle relazioni che si è tenuti a confondere.


4 – La ragazza della palude | di Delia Owens 

La ragazza della palude è stato uno dei 10 libri più venduti di Amazon durante il lockdown. L’attesa per il romanzo di debutto di Delia Owens è stata immensa. Un libro che è allo stesso tempo un mistero su di omicidio, un romanzo per adulti e una celebrazione della natura. Ambientato in un disordine temporale che va dal 1952 al 1970, la storia segue Kya Clarke dai 6 ai 25 anni mentre cresce in una palude della Carolina del Nord dopo essere stata abbandonata dalla sua famiglia.

La ragazza della palude è una storia di immensa solitudine. Kya è ostracizzata e evitata dalla maggior parte dei suoi vicini. Conosciuta come la “ragazza  della palude”, è diversa dai suoi vicini, avendo una profonda affinità con la natura. Nei momenti di tremendo dolore e sofferenza lei non ha altri a cui rivolgersi, solo i gabbiani. Kya usa la sua conoscenza della natura per comprendere le relazioni e si aggrappa alla falsa speranza che tutte le madri alla fine tornino.

Dopo anni di sopravvivenza da sola, Kya si strugge per il contatto e l’amore, e quando due ragazzi della città locale si lasciano incuriosire da lei, si apre all’idea di una nuova vita. Fino a quando accade l’inimmaginabile. Guidato dal personaggio, con un toccante senso del luogo e del tempo, questo libro è la storia animata di una comunità assediata dalla tragedia. È un romanzo dolorosamente bello e sicuramente degno di essere letto per le tue prossime vacanze.


5 – Persone normali | di Sally Rooney

Un romanzo acclamato dalla critica che racconta la storia di due adolescenti di una piccola città irlandese. Sally Rooney, con Persone Normali, riesce a catturare e rappresentare magnificamente la loro relazione on-off con apparente facilità. La coppia è alle estremità opposte dello spettro sociale, eppure hanno tante cose in comune. Coprendo l’amore, l’incertezza, lo sfollamento e la classe, le persone normali articolano sentimenti che risuoneranno in molti di noi.


6 – Echi in tempesta. L’Attraversaspecchi. Vol. 4 | di Christelle Dabos

Echi in tempesta segna la fine de “L’Attraversaspecchi”, una delle serie più lette negli ultimi anni. Ogni nuova uscita della serie è diventata un evento per gli amanti della narrativa speculativa per “Young Adult”. Ora, la serie giunge al termine con un volume definitivo – Echi in tempesta – in uscita nelle librerie italiane dal mese di luglio

Cos’è la serie de L’attraversaspecchi?

Nel 2012, Christelle Dabos ha vinto il concorso per il primo romanzo per giovani adulti organizzato da Telerama, RTL e la casa editrice Gallimard Jeunesse. L’anno seguente, Fidanzati dell’inverno – il primo romanzo della serie – fu pubblicato.

L’universo di questa serie di libri di grande successo è composto da una sottile miscela tra la fantasia eccentrica di Hayao Miyazaki e l’atmosfera inquietante di Steampunk di Philip Pullman. Tuttavia, il più grande successo della serie risiede nella sua incredibile freschezza. Anche se l’autore rivendica le sue ispirazioni, riesce a staccarsi da loro per creare la sua trama piena di sviluppi imprevisti.

La storia inizia su Anima, un’arca – un mondo in miniatura nato dopo “la rottura”, un evento catastrofico, che ha frantumato il mondo ora governato da divinità chiamate “spiriti familiari” – dove gli oggetti sono dotati di personalità.

Ofelia può leggere oggetti, in altre parole, può imparare le loro storie con un semplice tocco. Possiede anche il dono di viaggiare attraverso gli specchi, il che le ha permesso di sfuggire a numerose situazioni imbarazzanti, come i matrimoni organizzati dalla sua famiglia. Quando viene informata che deve sposare Thorn, uno straniero muto sprezzante e proveniente da un’altra arca, non ha altra scelta che seguirlo e imparare i codici di questa società mortale per sopravvivere al suo nuovo ambiente. Tuttavia, tra illusione e realtà, le apparenze a volte sono ingannevoli in questa storia. E non solo in un racconto.

Sublimato dalle illustrazioni oniriche di Laurent Gapaillard, L’Attraversaspecchi ha già conquistato migliaia di lettori. L’abbondante immaginazione di Christelle Dabos la rende una lettura accattivante. È anche grazie al suo stile affascinante, punteggiato da un vocabolario elevato che si impone come un nuovo riferimento nella narrativa speculativa. Inoltre, non si limita a un pubblico giovane o giovane adulto.

Qui gli altri libri della serie:

Fidanzati dell’inverno. L’Attraversaspecchi: 1

Gli scomparsi di Chiardiluna. L’Attraversaspecchi: 2

La memoria di Babel. L’Attraversaspecchi: 3

Echi in tempesta rappresenta, come abbiamo anticipato, il finale della serie. Questo vago confine tra i due mondi è messo in scena nella stessa forma del romanzo, che è divisa in due parti chiamate RECTO e VERSO. Nei romanzi precedenti, l’autore non aveva già esitato a trattare argomenti scuri e maturi, cosa insolita in letteratura per i giovani lettori. In quest’ultimo capitolo della serie, l’intrigo è profondamente pessimista: le arche stanno affrontando la loro graduale distruzione in un contesto apocalittico, ma nessuno sembra essere in grado di spiegare il fenomeno. Ora Ofelia deve trovare le risposte all’interrogatorio avviato nei romanzi precedenti se vuole impedire la distruzione totale del suo universo.

L’autore si impegna quindi a divulgare i misteri che circondano la sua serie mantenendo il lettore in sospeso fino alla fine del romanzo. Tuttavia, la complessità nella risoluzione dei vari nodi che formano la trama può rendere la comprensione più laboriosa per il lettore perché richiede una solida conoscenza dei romanzi precedenti. Tanto più che sono percepibili più livelli di lettura.

Infatti, Christelle Dabos mette i suoi personaggi in situazioni difficili al fine di mettere in discussione le nozioni di identità e alterità, libero arbitrio e arroganza, trauma e guarigione. Si occupa anche di questioni climatiche, robotizzazione e autoritarismo. La conclusione di Echi in tempesta è proprio come il ciclo de L’Attraversaspecchi: è elettrizzante, imprevedibile e sconcertante. Questo finale denso non lascerà nessun lettore indifferente.

Anche se Christelle Dabos non ha ancora intenzione di tuffarsi di nuovo in questo universo, ognuno di noi è libero di lasciare il posto alla propria immaginazione per questa lettura (e questa serie) che potrà tenervi attaccati per un bel po’.

Cosa leggere in vacanza? Con questa serie le ore e le giornate passeranno velocissime.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *