Droni economici: Quale entry level comprare? I migliori sotto i 200 euro

Droni economici: Quale entry level comprare? I migliori sotto i 200 euro

Una guida sui migliori droni economici: informazioni, consigli e le recensioni dei migliori entry level sotto i 200 euro.

Negli ultimi anni sempre più spesso si sente parlare di droni. Se ne vendono in giro nelle località più scenografiche o turistiche, o volare sopra di noi quando partecipiamo ad eventi importanti. Stiamo parlando di una tecnologia che si è affinata negli ultimi tempi, tanto da diventare accesseibile a tutti. Sul mercato sono stati introdotti veri e propri droni giocattolo, talvolta molto economici e adatti a qualsiasi età. Ma cosa sono i droni? Sono semplicemente dei sistemi a pilotaggio remoto (SAPR) che attraverso un sistema di eliche si alzano a diversi metri di altezza da terra e permettono di girare video o scattare foto, tramite un comando a distanza con un joystick o app per lo smartphone.

 I droni professionali possono costare anche migliaia di euro e sono utilizzati per grandi produzioni, come film, manifestazioni ed eventi ufficiali, ma anche per matrimoni. I droni più costosi e sofisticati possono avere tutta una serie di funzionalità integrate aggiuntive: accelerometri, giroscopi, bussola e in alcuni casi il GPS, controllore di velocità, ricevitore radio (spesso non presenti nei droni economici). I droni entry level possiamo considerarli dei droni giocattolo perché piccoli, abbastanza semplici da utilizzare e adatti ad un uso amatoriale. Per divertirsi, insomma. Questi droni sono alla portata di tutti e se ne vedono sempre di più in giro. Pensate di andare in vacanza e scattarvi le classiche foto ricordo con un drone, tutta un’altra cosa!

 Nonostante il loro costo esiguo, i droni giocattolo possono garantire una buona qualità fotografica e di ripresa se siamo in grado di valutare bene le varie caratteristiche di cui sono dotati. Inoltre acquistare un drone economico è utile per acquisire la giusta maneggevolezza e confidenza con questo mezzo. Inutile comprare un drone dalle incredibili prestazioni pagandolo 1000 euro e poi non saperlo utilizzare nel modo giusto. In questo articolo, prima di recensire i migliori droni sotto i 200 euro, vediamo insieme come valutare quale drone entry level comprare in base alle caratteristiche e alle funzionalità che deve avere.

I migliori droni economici:

Goolsky KFPLAN KF600: ottimo affare

60 euro

WiMiUS Drone: stabile e semplice

78 euro

Potensic Drone: più che un entry level

199 euro

Potensic Drone U36W: resistenza e funzionalità extra

65 euro

DJI Ryze Tello: il drone giocattolo ideale

99 euro

Quale drone entry level comprare: cosa valutare

Ecco cosa dobbiamo valutare in un drone prima dell’acquisto in modo da non incappare in fregature ed avere ben chiaro quale oggetto ci troveremo in mano una volta arrivato il pacco:

  • qualità video e foto: le fotografie e i video saranno all’altezza di quello che mi aspettavo? È bene avere ben chiaro subito quali saranno i risultati per evitare di rimanere delusi. I migliori droni economici hanno già una fotocamera integrata e facendo un paragone per semplificare la qualità è simile a quella di una macchina fotografica compatta. Nello specifico si deve valutare con quale definizione e fps (fotogrammi al secondo) verranno realizzate le sequenze video, e se sia possibile o meno cambiare le impostazioni. Nei modelli economici la risoluzione solitamente è di 720p o 1080p. Nei droni entry level raramente si trovano specificate altre caratteristiche come gli ISO o l’angolo visuale delle lenti.
  • Autonomia: anche nei migliori droni economici purtroppo la durata della batteria è bassa: 10 – 15 minuti. Una batteria più potente però significherebbe anche un drone molto più pesante, quindi questo è il prezzo da pagare per avere un drone leggero e maneggevole, adatto soprattutto ai principianti. Per ovviare a questo problema potrebbe essere utile acquistare un drone con batteria intercambiabile. Oltre all’autonomia (per la quale dovete controllare i mAh) verificare anche i tempi di ricarica che possono andare dai 60 minuti alle 3 ore.
  • Altezza e distanza: queste due caratteristiche influiscono sicuramente sulla riuscita di una bella fotografia aerea. È importante quindi valutare fino a che distanza, in altezza e in orizzontale, è possibile controllare il proprio drone.
  • Stabilità: innanzitutto verificare il numero di rotori. Il minimo ormai è quello di 4 e già così è garantita una sufficiente stabilità in volo. Poi ovviamente più si è disposti a spendere più rotori si possono avere e garantirsi così una maggiore sicurezza in caso di malfunzionamenti a una delle eliche. Anche gli assi sono un elemento importante per valutare la stabilità del drone: si tratta di sensori che permettono al drone di comprendere a che altitudine si trova, se è sottosopra, se sta accelerando verso l’alto, il basso, ecc. Gli ultimi modelli ne prevedono sei. Anche la dimensione del drone influisce su questo fattore: i modelli più pesanti sono meno sensibili. I droni più avanzati poi dispongono di uno strumento denominato Gimbal che mantiene la telecamera allineata sul suo asse.
  • Materiali: i materiali costruttivi del telaio, della scocca e delle eliche devono essere molto leggeri: nei modelli più economici si tratta semplicemente di plastica, mentre quelli più sofisticati sono in fibra di carbonio. La plastica garantisce leggerezza del mezzo ma ovviamente meno resistenza.
  • Funzionalità aggiuntive: a seconda delle proprie esigenze e capacità di spesa ci sono una serie di funzioni accessorie che si possono trovare. Per esempio: GPS, luci LED, funzione FPV (First Person View) che consente di vedere in tempo reale le immagini che si stanno riprendendo, funzione “follow me” o “seguimi” attraverso la quale il drone si mantiene a una distanza costante dal telecomando seguendo gli spostamenti di chi lo comanda, “modalità senza testa” grazie alla quale tutti i movimenti del drone sono relativi alla posizione del pilota e non alla testa del drone.

Una volta fatta questa panoramica su come scegliere quale drone entry level comprare passiamo alle nostre recensioni dei migliori droni economici in circolazione.

Migliori droni sotto i 200 euro: le nostre scelte

Se siete dubbiosi sul fatto che questo strumento possa fare davvero al caso vostro, non preoccupatevi. Vi mostriamo anche modelli al di sotto dei 100 euro che sono l’ideale per prendere la giusta confidenza e capire se avrete la voglia e la pazienza di imparare ad utilizzarli al meglio e passare successivamente a qualcosa di più performante e costoso.

Goolsky KFPLAN KF600: ottimo affare

Si tratta di un drone più che economico perfetto per iniziare e che restituisce immagini di buona qualità grazie anche ad una buona stabilità. Tutte le recensioni degli utenti Amazon che lo hanno acquistato sono entusiaste. La fotocamera wifi 720P consente di tenere una distanza di quasi 80 metri, la batteria ha una potenza di 1000mAh e permette un tempo di volo di circa 12 minuti consentendo una ricarica completa in 100 minuti. Il drone include anche l’opzione di Flip in 3D con rotazione a 360° e l’interessante modalità “senza testa”. All’interno della confezione si trovano anche due batterie, il caricatore, il libretto di istruzioni in italiano, un kit di eliche di scorta e delle protezioni per il volo in casa. Il drone possiede tre velocità impostabili dal telecomando o dal telefono, è dotato dell’opzione di ritorno automatico all’ultima posizione in caso di perdita della connessione e di assistenza di decollo e atterraggio automatico per aiutare i principianti. Si trova su Amazon a soli €60,99.

WiMiUS Drone: stabile e semplice

Questo drone è dotato del sensore Sony avanzato con una risoluzione per le immagini di 8 mp e restituisce video nitidi grazie ad una risoluzione di 1080P/30FPS. L’app WiMiUS DR10 sullo smartphone è molto apprezzata dagli utenti per la sua fruibilità e semplicità di utilizzo; all’interno dell’app c’è anche un indicatore della batteria abbastanza preciso. Per i principianti è presente il pulsante che consente al drone di avviarsi automaticamente o atterrare. Il drone risulta stabile anche in presenza di una leggera brezza e la funzione Altitude Hode permette di bloccare con precisione l’altezza e la posizione. È inoltre presente un giroscopio che aiuta ad evitare oscillazioni dopo il decollo. Il drone è equipaggiato con una protezione dell’elica per la massima sicurezza, in particolare per i piloti più piccoli. Per quanto riguarda i dati più tecnici segnaliamo: peso di 85 g, tempo di ricarica tra i 60 e i 90 minuti, batteria da  650 mAh, tempo di volo massimo tra i 7 e i 9 minuti, portata wifi di circa 30 metri e distanza di funzionamento 20 metri in altezza e 50 metri in orizzontale. Si trova su Amazon a €78,99.

Potensic Drone: più che un entry level

La videocamera di questo quadricottero Gps è in HD ed ha una risoluzione di 1080P con angolazione regolabile e obiettivo grandangolare da 120°.  Questo drone è dotato di alcune funzionalità interessanti per essere sempre un modello entry level economico. Per esempio è dotato di sistema GPS che permette di utilizzare il drone in modo più sicuro, così da tenerlo sempre sotto controllo. È dotato di RTH, cioè la funzione che permette il ritorno automatico al punto di partenza quando si perde la connessione o si scarica la batteria. Divertente e utile la funzionalità “seguimi”, solitamente presente nei droni di fascia media, che permette appunto di essere seguiti automaticamente negli spostamenti e di volare a mani libere. Su questo modello troviamo anche l’opzione “senza testa”. Diverso dal più comune giroscopio a 6 assi, il drone Potensic T35 GPS adotta un giroscopio a 9 assi avanzato, è più resistente al vento e stabile nel volare. In base alla propria competenza è anche possibile scegliere tra 3 diverse velocità. La batteria da 2500mAh garantisce una durata in volo di circa 12-15 minuti ed impiega circa un paio d’ore per la ricarica. Questo drone Potensic si trova su Amazon a €169,99.

Potensic Drone U36W: resistenza e funzionalità extra

Della stessa marca del modello precedente, questo drone rientra tra i più venduti e lo si può considerare un pezzo storico. Questo drone è robusto, stabile, altamente tecnologico e dotato di un design accattivante. La videocamera HD con i suoi 120 gradi per 720P può arrivare a registrare video a 30fps. Oltre alla modalità “senza testa” è presente l’utilissima opzione di pianificazione delle rotte di volo: attraverso l’app infatti si può impostare una rotta e il drone volerà automaticamente seguendo il piano, come se si fosse impostato un pilota automatico. Fra le varie opzioni molto apprezzato risulta il blocco dell’altitudine: quando si rilascia lo stick del motore il drone si blocca ad una certa altezza. Altra funzione utile è l’allarme che si attiva quando la batteria del drone o del trasmettitore è scarica o quando il drone vola fuori dalla distanza massima supportata. A questo modello di drone è possibile collegare gli occhiali VR (non inclusi) per vivere un’incredibile esperienza 3D. Nonostante sia costruito in plastica, il drone, ed in particolare il telaio, è resistente e risponde bene agli urti. I dati tecnici del drone rilevano un tempo di ricarica di circa 60 minuti, un tempo di volo di 6 – 8 minuti, una distanza dal telecomando supportata di circa 50-80 metri e una distanza di trasmissione video di circa 30 metri. Ottimo rapporto qualità prezzo, questo drone Potensic si trova su Amazon a soli €65,99.

DJI Ryze Tello: il drone giocattolo ideale

Tra i migliori droni economici rientra sicuramente questo modello mini realizzato dalla casa produttrice leader nel settore: DJI. Il DJI Ryze Tello (ve lo avevamo già raccontato) è la giusta combinazione tra la garanzia di qualità del marchio, utilizzato anche dai più famosi youtuber e professionisti, e la semplicità di utilizzo necessaria ai principianti. Questo drone è veramente piccolo (19,8 x 4,8 x 23 cm) e leggero e anche per questo è adatto per iniziare, per i bambini e per coloro che semplicemente vogliono divertirsi. La sua leggerezza (120 gr) non permette di essere utilizzato in condizioni di vento ed è ideale per l’utilizzo interno. Anche per questo la stabilità non è ottima per quanto riguarda i video; la qualità di quest’ultimi infatti è una delle lamentele principali nelle recensioni degli utenti. La qualità delle foto invece risulta migliore, paragonabile a quella di uno smartphone di fascia media. Il mini drone DJI ha una batteria da 1100 mAh che si carica in un’ora e mezza e garantisce 13 minuti di volo. Ha una videocamera integrata, con un sensore da 5 megapixel, capacità di registrare in 720p a 30 fps e una distanza di trasmissione dell’immagine di 100m. Anche grazie ai numerosi divertenti comandi che si possono impartire con l’app, il Tello risulta il perfetto drone giocattolo. Su Amazon si trova a €98,99.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *