Cottura dolci forno ventilato

Cottura dolci forno ventilato: la ricetta della torta allo yogurt

Cottura dolci forno elettrico sopra e sotto: bel dilemma. Vi sveliamo come usare il forno ventilato al meglio attraverso una gustosa preparazione.

I dolci da forno sono buonissimi: fragranti, profumati, morbidi. In genere godono di una buona predisposizione alla conservazione che li rende perfetti per la colazione. Prepararli a casa non è eccessivamente difficile ma, non volendo affidarsi a composti preparati, c’è chi riscontra una certa dose di problematicità. Questa è legata, nelle ricette dolci in forno, nella maggior parte dei casi alla cottura. Non di rado i nostri impasti finiscono miseramente bruciati. Cerchiamo di capire come mai accade questo pasticcio e come ottimizzare al meglio la cottura dolci forno ventilato.

Forno ventilato: confronta i prezzi

Tipologie diverse di forno, un unico obiettivo: cibi gustosi

Accorciare i tempi di preparazione delle pietanze è fondamentale con i ritmi di vita odierni: per questo vale la pena prendere in considerazione vari modelli e tipologie di forno prima dell’acquisto di questo elettrodomestico. Dal forno a microonde combinato da 20 litri circa o il microonde da incasso per cucinare per tutta la famiglia, fino al classico modello elettrico declinato nelle varianti proposte dai più noti marchi come Candy, Samsung, Electrolux e Whirlpool. Senza disdegnare il forno per pizza. La maggior parte di essi garantisce una buona versatilità, ma per le ricette dolci in forno generalmente è necessaria una caratteristica: che sia ventilato. 

Per una cottura dolci in forno elettrico sopra e sotto in maniera ottimale sarebbero da preferire gli elettrodomestici che dispongono di due ventole. Comunque già una sola sul retro può dirsi sufficiente. Ma come mai questo è il miglior apparecchio per le preparazioni tendenzialmente asciutte o a lievitazione

Cottura dolci forno ventilato: i composti che richiedono questo tipo di preparazione

Quando decidiamo di affrontare le ricette di dolci in forno di solito si tratta di composti che dovranno risultare asciutti o lievitati a fine preparazione. Torta paradiso, plum cake, ciambellone, pan di Spagna ma così pure composti salati come le torte pasqualine. Avete già l’acquolina in bocca, è comprensibile! Tuttavia aspettate ancora un po’ e finite di leggere l’articolo per scoprire come realizzare una cottura dolci forno elettrico sopra e sotto perfetta. Dunque dicevamo che quelle che andremo a infornare saranno ricette a basso contenuto di umidità. Per la cottura dolci forno ventilato di questo tipo dovremmo:

  • preparare un impasto che sia sì morbido e avvolgente ma non eccessivamente liquido. Se la ricetta che stiamo seguendo prevede l’aggiunta di latte, ad esempio, sarà meglio cercare di regolarsi durante la preparazione, piuttosto che aggiungere subito tutta la quantità indicata. Potrebbe volercene di meno. Lo stesso vale per tutti gli ingredienti che si presentano in forma liquida
  • aggiungere gli eventuali agenti lievitanti solo alla fine della composizione dell’impasto. Quest’accortezza è più facile da avere quando si utilizza il lievito in polvere per dolci. Con quello di birra o madre questo farà parte del composto già dalle prime fasi, almeno di solito è così.

Indicazioni riguardanti la temperatura del forno

Dopo aver compreso come sia fondamentale realizzare un composto dalla giusta consistenza, non troppo bagnato e senza accelerare il processo di lievitazione, passiamo alla fase di cottura dolci forno ventilato. Se il nostro elettrodomestico di riferimento è nuovo o non abbiamo ancora molta dimestichezza con le sue impostazioni ed effetti diretti, teniamo la temperatura piuttosto bassa. E ovviamente azioniamo la ventola (o le ventole). Ci si potrebbe orientare verso i 160 gradi, massimo 170 gradi, questo perché:

  • il nostro composto dovrà iniziare il processo di lievitazione, o comunque di raddoppiamento del volume, con il calore del forno in maniera naturale e non troppo accelerata sin dai primi minuti
  • dovrà cuocere asciugandosi, per questo si effettua la cottura dolci forno ventilato, senza stracciare i legami molecolari che si sono creati
  • per svolgere queste due “azioni” senza bruciarsi appunto, la temperatura dovrà mantenersi non troppo elevata ma costante, coadiuvata dall’areazione. In questa maniera la cottura dolci forno elettrico sopra e sotto dovrebbe risultare ottimale. All’interno la torta risulterà ben cotta, asciutta ma non secca.

Una volta sfornato il dolce ricordate di lasciarlo freddare bene prima di tagliarlo a fette, quindi se avete ospiti per cena preparate l’ultima portata almeno la mattina, quasi meglio addirittura il giorno prima.

Esempio pratico: il momento che tutti stavate aspettando

Eccoci dunque arrivati al momento di mettere le mani in pasta. Provate a preparare questa gustosa e semplice ricetta utilizzando la cottura dolci forno ventilato.

Torta yogurt e pesche

Non siamo un blog di ricette ma abbiamo pensato che poter trasporre in pratica direttamente quanto spiegato fin qui possa aiutarvi meglio a capire se è il caso di cambiare il vostro forno e acquistarne uno ventilato per ricette dolci in forno. Ecco una torta deliziosa (testata più volte a morsi!) da preparare (e anche abbastanza leggera per chi è a dieta).

Ingredienti:

  • 250 grammi di farina
  • 200 grammi di zucchero
  • 1 bicchierino da caffè scarso di olio di semi
  • 140 ml di yogurt bianco cremoso
  • 3 uova
  • pesche (qui preferiamo quelle sciroppate)
  • una bustina di vaniglia in polvere
  • la scorza grattugiata di un limone oppure qualche goccia di olio essenziale adatto all’utilizzo in cucina
  • una bustina di lievito per dolci
  • la punta di un cucchiaino da caffè di bicarbonato
  • zucchero a velo per guarnire
Preparazione

Come insegnano i migliori pasticceri, per prima cosa imburrate lo stampo e poi passate sopra lo strato di grasso un velo di farina. In alternativa preparatelo con sistemata la carta da forno all’interno. Tagliate le pesche a piccoli pezzetti, di circa un centimetro quadrato, e mettetele da parte, meglio se in un piattino in frigo: potete usare sia quelle fresche che quelle sciroppate, secondo noi sono più veloci da utilizzare le seconde, morbide e succose. Prendete dunque un recipiente abbastanza capace, dovrà contenere tutto l’impasto, e armatevi di sbattitore elettrico con annesse frustine. 

Montate le uova con lo zucchero per qualche minuto, finché i due elementi non si saranno perfettamente uniti diventando quasi spumosi e di colore chiaro. Unite la vaniglia e il limone (se utilizzate l’essenza non più di 4 o 5 gocce), dopodiché procedete con l’olio di semi e lo yogurt. Attenzione: questa è la parte più umida del composto, prima di buttare tutto dentro accertatevi che non “smonti” la prima porzione di ricetta, costituita da uova e zucchero. A questo punto aggiungete la farina pian piano, fino al punto che, infilando un cucchiaio nell’amalgama, questo non resterà in posizione eretta e verticale al centro della ciotola. 

Infine spolverizzate il lievito e il poco bicarbonato (questo servirà a dare al dolce un boost di volume e lievitazione), meglio se filtrati da un piccolo setaccio, e mischiatelo al resto. Versate tutto nello stampo e aggiungete le pesche a pezzetti. Preparatevi alla cottura dolci forno ventilato pre-riscaldandolo a 160 gradi e infornate per 45/50 minuti. Sfornate e lasciate raffreddare per qualche ora, quindi decorate la parte superiore del dolce con lo zucchero a velo. A questo punto dovreste potervi godere una fetta soffice e gustosissima. La torta si conserverà ben chiusa in un sacchetto di plastica per 3 o 4 giorni…ma siamo certi che finirà molto prima!

Cottura dolci forno ventilato
I pezzetti di pesca non devono affondare nell’impasto prima della cottura. E ricordatevi di non fare il tunnel se mangiate il Mont Blanc!

Riassumendo: quanti tipi di forno esistono?

Spesso elettrodomestici e utensili vengono realizzati e progettati per usi specifici. Ciò vale anche per il comune forno da cucina: esiste quello più adatto alla preparazione della pizza e quello per le ricette dolci in forno. Facciamo una breve panoramica sui vari modelli:

  • forno a legna, di certo quello che esiste da più tempo, è costituito da un semplice rivestimento di mattoni refrattari. Sostiene temperature molto alte ed è perfetto per le preparazioni a base di lievito madre o di birra, come pane e pizza. Ottimo anche per arrosti e pasta al forno, grazie al suo naturale effetto grill. Di certo non tutti possono installare un forno a legna a casa
  • forno statico, a sua volta suddivisibile in elettrico e a gas. Il forno elettrico statico è da considerarsi ancora perfetto per il famoso pollo della domenica e per le lasagne, mentre quello a gas è sempre meno acquistato e usato ed è certamente il nemico giurato delle ricette dolci in forno
  • forno ventilato, di certo l’opzione più utile e versatile, avvolge letteralmente le pietanze di calore con il sistema di termoventilazione. Perfetto per la cottura dolci forno ventilato, può rivelarsi però meno valido per la preparazione delle sfoglie
  • forno a vapore, ecco questa è più che altro un opzione ulteriore presente nei più evoluti apparecchi in commercio di tipo elettrico. Consente di cuocere i cibi in maniera super salutare e, al contempo, di aiutare gli impasti nella lievitazione
  • forno a microonde, quello standard scalda e scongela i cibi, mentre quello combinato li cuoce pure, ma molto più velocemente rispetto alla stessa tipologia di elettrodomestico tradizionale.

Cottura dolci forno elettrico sopra e sotto

Quando si tratta di dolci da forno ognuno ha da dire la sua: c’è chi si chiede se sia meglio sistemare la teglia nel ripiano inferiore oppure in quello superiore, ad esempio. Ma come spesso accade la verità…sta nel mezzo! E così pure lo stampo con la vostra ciambella marmorizzata. Le posizioni “estreme” potrebbero finire per bruciare la parte inferiore o quella superiore. C’è poi chi afferma che il forno ventilato non sia adatto alla cottura di ricette dolci in forno che includono lievito o che comunque devono acquistare volume e cuocersi bene all’interno. In realtà la differenza la fa la temperatura e il tempo di permanenza in forno. Infatti cuocendo a basso calore per qualche minuto in più si otterrà l’effetto desiderato: lievitazione asciutta, sostenuta, “alta” per intendersi, senza quello sgradevole effetto di “ammosciamento” che può verificarsi talvolta all’atto di sfornare la torta. Tutte le caratteristiche che giocano a favore della fragranza del vostro delizioso prodotto fatto in casa.

Cottura dolci forno ventilato, le migliori marche: Bosh e Samsung

Se ciò che c’interessa è il potenziale innovativo di un prodotto, e ancor più di un elettrodomestico, dovremo cercare tra brand che fanno di tali caratteristiche il loro marchio di fabbrica. Come ad esempio Bosh e Samsung. Certamente non si potrà parlare di forni a basso costo ma dal design alle funzionalità l’attenzione al dettaglio è garantita. Alcuni di questi apparecchi sono dotati di tutto l’equipaggiamento necessario a cuocere in maniera statica, ventilata, a vapore. Dalla pizza, alla carne, alle verdure grigliate per la vostra dieta: il vero cuoco sarà il forno stesso. Senza ovviamente dimenticare le ricette dolci in forno. Inoltre si possono trovare anche delle funzioni per la cosiddetta bassa temperatura: uno stato che consente di far lievitare gli impasti oppure addirittura di permettere la maturazione dei fermenti per produrre lo yogurt fatto in casa.


L’alternativa economica

Candy produce con sapienza ed esperienza elettrodomestici per tutte le tasche. I suoi forni in generale godono di ottima reputazione tra gli acquirenti, che non di rado riescono anche a sfruttare degli ulteriori ribassi comprando direttamente online. Forni elettrici dotati di tutte le funzionalità basilari a prezzi onesti.


Il forno ventilato col miglior rapporto qualità/prezzo

Per la cottura dolci forno elettrico sopra e sotto, per gli arrosti, la pasta e quant’altro si possono trovare in commercio ottimi elettrodomestici ricchi di funzioni ma che non ci fanno spendere un occhio della testa. Come si suol dire, quelli con un ottimo rapporto/qualità prezzo. I forni ventilati dedicati a una fascia d’utenza con un budget di spesa intermedio che maggiormente si sono rivelati soddisfacenti nell’ultimo periodo secondo una media di riscontri e feedback sono quelli a marchio Electrolux. Se state rinnovando la vostra cucina o mettendo su la vostra prima casa, ecco una valida proposta da vagliare.


Il forno ventilato da incasso

Una tipologia di elettrodomestico sempre più diffusa, soprattutto per ciò che riguarda la cucina è quella da incasso. Oggi il design dei mobili è sempre più lineare e minimale, si preferiscono soluzioni quasi definibili all-in-one: dietro a lavatrici, frigoriferi e forni da incasso c’è anche una motivazione pratica e funzionale, come lo è da sempre lo scopo finale della progettazione. Ovvero razionalizzare gli spazi ed evitare quanto più possibile il disordine. Il quale può essere chiaramente anche visivo. Ormai gran parte dei marchi più noti produce forni ventilati da incasso, non avrete che da scegliere in base alle vostre esigenze di budget o di operatività del prodotto stesso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *