Soundbar Samsung: Prezzi, recensione e guida delle migliori da comprare

Soundbar Samsung: Prezzi, recensione e guida delle migliori da comprare

Perché comprare una soundbar Samsung? Il catalogo è vastissimo, le recensioni molto buone. E poi ce ne sono di tutti i prezzi. Quale comprare per il tuo tv? Ecco la guida

Quanto è importante il comparto audio nel sistema degli Home Theatre? Tanto e a dirlo sono fior di studi sulla psicologia cinematografica. Addirittura il 50% della nostra attenzione, nella visione di film e serie tv è dedicata al suono: alle immagini resta l’altra metà. Strano però come nei fatti, la gente dedichi la maggior parte del proprio budget per tv stratosferiche (come gli OLED), dalle performance e dalle dimensioni elevatissime. Va bene, ma è tutto inutile se il tv alta fascia non lo si accoppia a un impianto audio dello stesso livello. Nella nostra guida alle migliori soundbar del 2018 avevamo suggerito di investire 1/3 della spesa per gli altoparlanti e confermiamo la nostra idea. Le casse integrate del tv non vanno bene? Assolutamente no: i produttori puntano tutto sulla sottigliezza dello schermo, a discapito delle casse. In rari casi le tv hanno una resa audio accettabile, ma stiamo sempre parlando di prodotti sopra i 1000 €. E comunque, una buona soundbar restituisce tutto un altro suono. Così la nostra guida sulle migliori soundbar Samsung cade a fagiolo, con prezzi e recensione.

Consigliate per rapporto qualità/prezzo:

Samsung N300: Economicissima, per il Prime Day viene venduta sotto i 100 euro. Il prezzo intero sarebbe di 129 euro, ma su Amazon sta a 10 euro in meno. Ah, la qualità non si discute, ci piace la completezza tra tweeter, mid-woofer e woofer.

Samsung HW-Q60R/ZF: Nata in collaborazione con Harman Kardon, è in assoluto una delle migliori soundbar del 2018/2019. I suoi punti di forza sono: il sistema 5.1 integrato (convolgente), il suono pulitissimo e il sub-woofer incluso nel pacchetto. Avrete l’amato “effetto cinema” nel salotto di casa vostra. Quei 360 Watt fanno rimbombare anche gli spazi più grossi. Costa sui 550 euro, mentre su Amazon la pagate 469 euro. Imperdibile.

Perché una soundbar? E perché proprio Samsung?

Un tempo era caccia al miglior home theatre. Ci si riempiva il soggiorno di fili, con casse sparse per tutte le pareti. Poi si è scoperto che la differenza tra un Dolby Surround 7.1 e un impianto stereo non era imprendiscibile, specie in stanze da pochi metri quadri. Così entrarono in gioco le soundbar: più piccole, facilmente inseribili nel mobiletto della televisione e decisamente più belle da vedere. Anche i prezzi delle soundbar sono più alla portata, nonostante il range sia amplio e si arriva senza problemi ai 1000 €. Sparisce l’effetto surround? Dipende: alcuni modelli riescono a simularlo, facendo “rimbalzare” il suono sulle pareti di casa. Certo non è la stessa cosa, ma gli utenti non sembrano curarsene. Il sub-woofer invece rimane un complemento richiesto: quella grossa cassa dedicata ai bassi, fa tremare suolo e pareti del salotto, come nei multisala più avanzati.

Soundbar Samsung: Prezzi, recensione e guida delle migliori da comprare

All-in-one: Musica e film in un unico hub

Piccola precisazione: oggi molte soundbar – Samsung, Sonos o Sony – vengono utilizzate per l’ascolto musicale. All’audiofilo verrà un brivido di malinconia, ma a dirla tutta è una soluzione molto comoda. Perché in un unico hub, ci si può guardare film, serie tv, programmi e ascoltare musica in streaming. Conviene forse spendere un centinaio di euro in più per la propria soundbar e utilizzarla come impianto hi-fi. In effetti le soundbar Samsung offrono prestazioni niente male. Nella recensione di Tech Radar al Samsung HW-MS650. Gli autori sottotitolano così: “Be afraid, traditional Hi-Fi speakers. Be very afraid”. Come dire: tra qualche anno, forse, scompariranno dal mercato gli speaker bluetooth e tutti gli impianti tradizionali, in favore di soundbar e soundbase.

I modelli di soundbar Samsung: quale comprare, una raccolta di recensioni

Il bello dei soundbar Samsung è che c’è veramente di tutto. Dai super-economici a 80 €, fino agli alta fascia da oltre 1000 €. Un catalogo per tutte le tasche e per tutte le esigenze. In linea generale, consigliamo di acquistare una soundbar Samsung se si possiede un televisore dello stesso brand: eviterete problemi di compatibilità. Da detto che sui modelli di alta fascia il problema non sussiste, visto che hanno funzioni e connettività avanzate. Altra indicazione generale riguarda la qualità del brand: perché scegliere una soundbar Samsung e non – che so – Sony, Yamaha o di un’altra marca? Ci sono pro e contro, vediamoli:

Gioie e dolori di una soundbar Samsung

È un marchio affidabile e con prezzi interessanti. I Sony, i Panasonic e i Philips costano mediamente di più e offrono performance paragonabili. Discorso diverso per Sonos o Q Acoustics, marchi specializzati nelle attrezzature audio che però alzeranno il vostro carrello di più del doppio. Ha un’ampia varietà di prodotti e un know how sull’home theatre interessante. Difetti: su tanti modelli mancano certificazioni avanzate (Dolby Atmos o le room setup automatiche per esempio). La qualità per la musica è ottima, ma non eccellente. Scordatevi l’hi-res o il suono caldo di certa concorrenza. In più il design è carino ma nulla di stupefacente e la costruzione del suono manca un po’ di personalità. Non esiste un Samsung’s Touch, come invece è per le attrezzature Cambridge o -più banalmente – per le JBL. Ora è arrivato il momento della carrellata di soundbar Samsung, con recensione e prezzi per ciascuna di essi.

Samsung HW-J250: L’entry level interessante

Ne abbiamo già parlato qua, decantandone le qualità indiscusse. La soundbar Samsung HW-J250 è in assoluto una delle più economiche, tralasciando le centinaia di sottomarche cinesi. Senza entrare nella scheda delle specifiche, sottolineiamo gli 80 Watt con ben quattro altoparlanti integrati (due per i bassi, due per i medi e gli alti). Per 80 € è tanta roba. Unico limite: sconsigliamo di prenderla per un televisore di un’altra marca. La Samsung HW-J250 è progettata per dialogare con schermi del medesimo ecosistema. Solo così è possibile sfruttare alcune funzionalità inutilizzate del televisore. È un oggetto “subordinato” a un altro, nel bene e nel male. QUI trovate la scheda prodotto.

Samsung HW-M360: entry level a 200 watt

Consideriamola la versione “migliorata” del HW-J250: costa un po’ di più ma ha più watt (200 contro 80). Ha una configurazione lievemente inferiore (2.1) ma ha tante funzionalità utili: lo streaming music bluetooth, il wireless surround sound (per maggior profondità e tridimensionalità del suono) e la possibilità di connettere altri speaker Samsung in wireless. Consigliata a chi ha un salotto medio-grande (25-30 metri quadri) e non vuole spendere troppo in audio per la televisione. C’è anche un telecomando e una app dedicata, per controllare volume ed equalizzazione da smartphone. QUI il link diretto per la scheda prodotto.

Samsung HW-K450: la soundbar perfetta?

Ottima perché non è un “satellite” dei televisori Samsung, ma utilizzabile per qualsiasi brand. Rimane sotto i 150 € ed è uno dei prodotti più venduti su Amazon. il design è molto simile alle soundbar HW-J250 e HW-M360 ma un poco più lunga (90 centimetri in tutto). Ha 2.1 canali ed è fornito di un sub-woofer a parte, connesso in wireless con soundbar e schermo. Segnaliamo l’esistenza di un kit della Samsung, composto di tre altoparlanti wireless e accoppiabili alla soundbar Samsung HW-K450. Costa 150 € e serve per trasformare la soundbar Samsung HW-K450 in un impianto 5.1. Per chi proprio non vuole rinunciare all’avvolgente suono del Dolby Surround. Questa soundbar Samsung resta una delle migliori in circolazione, per i prezzi non elevati in rapporto alle prestazioni. è tra le migliori soundbar Samsung da comprare: fatelo e andrete sul sicuro.

Samsung HW-M4501/ZF: Soundbar curva a un prezzo interessante

È la entry level delle soundbar curve, categoria pensata per essere montata sotto i televisori curved. La Samsung HW-M4501/ZF ha il grande limite di essere pensata come “satellite” dei tv dello stesso brand, dunque la sconsigliamo a chiunque avesse uno schermo differente. Tutto l’insieme di app, pairing e hardware si accoppia con l’ecosistema coreano. Per il resto funziona divinamente: tre canali audio, con sei altoparlanti distribuiti per la lunghezza della barra (tra midwoofer e tweeter), un sub-woofer a parte che garantisce maggiori watt di potenza (anche se tutti dedicati alle frequenze sotto i 100 Hz). In tutto sono 260 Watt che bastano e avanzano anche in un soggiorno di ampie dimensioni. Difetti? Forse manca la propagazione spaziale e la si gode dal centro preciso della stanza (meno ai bordi). Il volume massimo poi, non sembra di 260 Watt ma un filo meno. Ottima la qualità del suono bluetooth, anche se il 2.1 ha un suono diverso dal 4.0 dei moderni speaker (UE e JBL per esempio). Ci piace anche il design, perché ha una cura che fa sembrare l’oggetto di alta fascia. Invece costa solamente 255 €.

Samsung Soundbar HW-MS651/ZF: Fascia media, prestazioni elevate

Siamo già nelle soundbar di fascia media, con questa Samsung HW-MS651/ZF. E in effetti il prezzo è superiore (349 €) ma le prestazioni vanno di pari passo. Ha 3 canali, con un sistema in 2.1. La sua forza sono i 9 speaker integrati, con ben 6 woofer dedicati ai bassi e che “pompano” onde sonore all’unisono. La perfetta sincronia in effetti, da risultati dalla potenza sorprendente. Gli alti sono quasi sacrificati sui 3 tweeter, ma con la dovuta equalizzazione ci si godono i dialoghi forti e chiari. Che dire: molto buona! Perché con 349 € avrete un ottimo sistema di home theatre e uno speaker che riproduce fedelmente la vostra musica bluetooth. Accoppiabile con il kit SWA-9000 per l’espansione a 5.1 (sub-woofer più due speaker posteriori) ma secondo noi non c’è nemmeno bisogno. 180 watt sono sfruttati alla perfezione. Ah, menzione speciale per il range di frequenza: Frequency Range 40Hz-20KHz è tanta roba.

Samsung Dolby Atmos HW-K850: Eccellente! Il suono da cinema a casa vostra

Dal prezzo, si capisce che siamo già in alta fascia. Resta sotto i 1000 € ma non è alla portata di tutti. Però ragazzi, che prodotto! Ha 11 altoparlanti, per un sistema in 3.1.2 canali. Che significa? Ha un suono multi-direzionale, che avvolge totalmente l’ascoltatore al centro della stanza. 3 canali sono direzionati frontalmente (destro, sinistro, centrale), altri due speaker sono posti nella faccia superiore della barra e “sparano” il suono sul soffitto. Rimbalzando, reggiungeranno lo spettatore alle sue spalle. Infine c’è il sub-woofer, che riproduce i bassi connesso senza fili. I watt sono 360, la qualità audio assoluta. A parte la certificazione Dolby Atmos, i dettagli sono garantiti anche per la musica. Infatti la soundbar Samsung Atmos HW-K850 riproduce un campionamento in HD, da 96/192Khz a 24 bit. Anche Tidal e i Superaudio CD li sentirete alla massima qualità. Che dire: se non sapete quale soundbar Samsung comprare e avete un po’ di soldi da parte, questa HW-K850 fa al caso vostro.

Samsung HW-K950: Esiste una soundbar migliore?

Qui si esagera, perché Samsung supera sé stessa. È la versione “plus” della HW-K850. Il sistema è 5.1.4, cioè con canali frontali, posteriori e subwoofer. Corrisponde a un 9.1 ma senza gli ingombri di fili o casse sparse per il salotto. Tranne due posteriori, anch’essi dotati di suono rivolto verso l’alto. Dday l’ha provata questa primavera e ci ha scritto una recensione entusiastica. Non solo raggiunge i livelli da sala cinematografica, ma li supera anche. Lo standard Atmos, per intenderci, c’è in qualche sala stratosferica in Italia. Come quella del cinema Arcadia di Melzo, progettata dal grande Vittorio Storaro. La Samsung HW-K950 è perfino esagerata nelle prestazioni, ma che dire: definitiva.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *