Di quale obiettivo macchina fotografica non puoi fare a meno?

Obiettivo macchina fotografica

Qual è il miglior obiettivo macchina fotografica per paesaggi? E gli effetti ottici di un tele? Cos’è un prime? Scoprilo in questa guida.

Obiettivo macchina fotografica: come sceglierlo? Quali sono gli obiettivi fotocamera indispensabili per mettere su un corredo di ottiche valido e funzionale? Come orientarsi tra qualità e prezzi? In effetti…l’obiettivo di questa guida è proprio quello di darti una risposta e chiarirti le idee. Una spiegazione obiettivi reflex e mirrorless ampia e dettagliata, suddivisa per tipologie. Comprensiva anche di consigli circa alcuni modelli specifici che potresti acquistare. Se la stavi cercando adesso l’hai trovata.

Obiettivi: confronta i prezzi

1 Differerenza obiettivi reflex e mirrorless e fattore di moltiplicazione

Un obiettivo fotocamera reflex sarà intuitivamente diverso da un’ottica per macchinette mirrorlessLa differenza principale sta nelle dimensioni stesse degli apparecchi e, quindi, anche degli attacchi a baionetta che servono da innesto tra ottica e camera. Ma non finisce qui. Prima di acquistare una nuova lente per la tua macchina fotografica dovrai tener conto del fattore di moltiplicazione. In pratica la porzione di scena inquadrata sarà diversa a seconda se monti l’ottica sopra una fotocamera full frame oppure APS-C. Il riferimento sono sempre i 35 mm canonici, che appartenevano alle pellicole standard del periodo analogico. Le quali si traducono oggi nel pieno formato. Ma se il sensore è più piccolo, l’immagine risulterà ingrandita.

Fattore d’ingrandimento

Questo dato si ricava dalla differenza che intercorre tra le dimensioni dei vari sensori. Sono stati stabiliti dei parametri standard, anche un po’ per semplificarti la vita. Essi variano in base al modello della tua fotocamera. Se hai una lente da 24 mm per trovare la sua effettiva resa su di una Canon APS-C dovrai moltiplicare per 1,6. Per una APS-C Nikon o Fujifilm per 1,5 e per una Panasonic Lumix oppure una Olympus Micro Quattro Terzi per 2. Volendo ottenere i risultati desiderati quando si scatta è sempre buona cosa conoscere tali valori.

A volte addirittura è utile fare il processo inverso: ti serve l’equivalente di un 85-80 mm da usare su una macchina APS-C? Dividi la lunghezza focale di cui hai bisogno per il valore che sarebbe in realtà corrispondente al fattore di moltiplicazione. Sembra un bel garbuglio, ma è semplice: voglio un 80 mm da usare su di una Canon APS-C per immortalare volti e mezzi busti? 80:1,6 fa 50 mm. E come vedremo più avanti, è proprio l’obiettivo camera per antonomasia destinato ai ritratti.

2 Obiettivo fotocamera grandangolare

Tra tutti gli obiettivi macchina fotografica, quello che forse più di tutti dovresti avere è un grandangolo. Perché? Si tratta di una lente molto versatile, in grado di darti ottimi risultati nella maggior parte delle situazioni in cui ti troverai a scattare. In genere questi obiettivi producono lievi effetti di distorsione immagine ai margini del frame. In sostanza nelle foto scattate non vedrai linee perfettamente perpendicolari e parallele quanto più le osserverai lontano dal centro.

Un piccolo problema comunque facile da correggere in fase di post produzione in pochi click. E che rende sfruttabile questo obiettivo macchina reflex o mirrorless pure per la precisissima fotografia d’architettura. Poi ovviamente è il tipo di lente dedicata a paesaggi e ampie vedute per eccellenza. Non ti tradirà nemmeno negli still life o nella fotografia di ritratto, pur non enfatizzando troppo lo stacco dei piani. Un obiettivo fotografico grandangolare si rivela ottimo quando si desidera una messa a fuoco accurata ad ampio raggio.

Quale grandangolo acquistare?

Se hai una fotocamera reflex Nikon il Nikkor AF-S 24-70 mm f/2.8G ED è una lente quasi imprescindibile nel corredo fotografico. L’equivalente per chi ha il sistema Canon è il Canon EF 24-70 mm 1:2.8L II USM, altrimenti una buona ottica compatibile potrebbe essere il Tamron 24-70 mm, da scegliere in base ad attacco e marchio della tua reflex. Insomma una focale presente in catalogo per praticamente tutti i marchi, anche nel range mirrorless. Se invece possiedi una Panasonic Lumix, tipo la S5, si è sentito parlare bene in giro del Lumix 20-60 mm f/3.5-5.6. Nonostante la scarsa luminosità, i 20 mm cui è in grado di spingersi restituiscono risultati interessanti.

3 Obiettivi macchina fotografica zoom

Un altro obiettivo della macchina fotografica duttile e sfruttato per molteplici scopi è lo zoom, o anche detto tele. Semplicemente ruotando la ghiera sul barilotto potrai variare la lunghezza focale: dunque un notevole vantaggio dato dal non dover cambiare ottica ogni volta per farlo. La prima cosa che ti verrà in mente di fare con un tele è immortalare soggetti lontani. Certo, però è anche un obiettivo fotografico ideale per la fotografia sportiva e naturalistica, così come per il ritratto e lo still life. A differenza di un grandangolo, crea piacevolissimi, morbidi ed accentuati effetti bokeh dietro il soggetto principale. Il quale per contrasto risulterà evidenziato.

Un “difetto” dei tele è quello di comprimere percettivamente i piani, a diaframmi chiusi. In questo caso si ha proprio l’esempio lampante di come una foto possa in realtà “mentire”: ricordi le immagini dei primi assembramenti sui Navigli durante il periodo culmine della pandemia? In poco tempo fu dimostrato che in realtà le persone non erano affatto vicine, ma si trattava di un effetto ottico dato dal teleobiettivo con cui furono scattate. Quando si usano gli obiettivi zoom, di solito assai grandi e pesanti, è sempre consigliabile fissare lo strumento di ripresa su di un treppiede. L’effetto mosso è sempre dietro l’angolo.

Quale zoom comprare?

Tra i teleobiettivi maggiormente usati e presenti nei kit di amatori e professionisti c’è il 70-200 mm. Adatto anche per scatti con soggetto in primo piano, come i ritratti, crea un magico effetto sfocato dietro di esso. Il Nikkor AF-S 70-200 mm f/2.8E FL ED VR e il Canon EF 70-200 mm f/2.8 L USM sono le teste di serie. A seconda del marchio della tua macchina fotografica butta un occhio nel catalogo originale. Infatti, per ciò che riguarda gli zoom, è consigliabile fare attenzione alle ottiche compatibili. Già di natura un obiettivo costruito per essere in grado di effettuare notevoli movimenti delle lenti interne tende a essere meno nitido di un fisso (tipologia di cui parleremo successivamente). Fattore tuttavia decisamente controllabile su accessori di assoluta qualità.

4 Obiettivo standard

Considerata l’ottica entry level per eccellenza, spesso viene venduta già abbinata al corpo macchina, nelle famose versioni kit. Ovvero la scelta più sensata se stai iniziando a praticare seriamente la fotografia: con un solo acquisto potrai metterti subito all’opera e disporre di un obiettivo macchina fotografica in grado di soddisfare gran parte delle tue esigenze di scatto. Gli obiettivi standard di solito hanno una media escursione focale che tende soprattutto verso ampiezze grandangolari: c’è infatti chi considera il 24-70 mm uno degli obiettivi macchine fotografiche appartenente a tale categoria.

Quale ottica standard comprare?

Come estensione di ampiezza focale, la lente standard più gettonata è probabilmente il 18-55 mm. Dal Canon EF-S 18-55 mm 1:3.5-5.6 III, al Nikkor AF-S DX 18-55 mm f/3.5-5.6 (quest’ultimo specifico per camere APS-C). Fino al Pentax SMC-DA 18-55 mm f/3.5-5.6. Come si evince, non si tratta quasi mai di obiettivi luminosissimi: ma c’è un vantaggio, così si possono contenere i costi.

5 Obiettivi fissi

Se fin qui si è parlato di ottiche zoom, in grado di mettere a fuoco soggetti a varie distanze semplicemente ruotando una ghiera, adesso è la volta delle ottiche fisse. Sebbene queste lenti non sembrino assicurare molta versatilità, hanno però il vantaggio di risultare più nitide, in modo infallibile, rispetto ai tele. Inoltre, in linea generale, sono pure assai compatte, maneggevoli e leggere.

Oltre che in ambito fotografico vengono sfruttate largamente dai videomaker e dai registi: sia per la qualità immagine che sono in grado di restituire, sia per il fatto di essere obiettivi silenziosi, non avendo meccanismi mobili che potrebbero produrre rumore. Poi bisogna riscontrare come siano spesso accessori progettati con ampissime aperture di diaframma, in grado di spingersi fino a f/1.8 o addirittura in casi estremi a f/1.1. A tutto vantaggio della nitidezza e pulizia dell’immagine, pure ad alti ISO. Nel settore video le lenti fisse vengono anche chiamate prime.

Quali obiettivi fissi comprare?

Un altro grande pregio delle ottiche fisse, come i celeberrimi 35 mm o 50 mm, sta nell’essere in grado di riprodurre quella che a tutti gli effetti è la visione dell’occhio umano. Inoltre creano morbidi effetti bokeh in grado di aggiungere atmosfera ed emozionalità a scatti e riprese video. Dunque se sei interessato a sfruttare la tua fotocamera anche per effettuare riprese prendi in considerazione l’idea di avere diverse lenti prime, da cambiare man mano che registri piani diversi.

Troverai una vastissima offerta di obiettivi fissi tra i cataloghi dei maggiori marchi fotografici. Ti segnaliamo innanzitutto un’interessante elemento compatibile low cost: YONGNUO YN35mm F2N F2.0 in versione attacco Nikon, che ha incredibilmente raggiunto il favore degli acquirenti per la qualità delle immagini che è in grado di produrre, a fronte di un prezzo bassissimo. Scoprirai anche le versioni adattabili ad altri marchi dell’ottica YONGNUO. Per sistema mirrorless Fuji, ecco poi il Fujinon XF 35mm F2 R WR o ancora il Meike 35mm f/1.7, sempre attacco Fujifilm, particolarmente indicato per riprese video.

6 Obiettivi particolari: i decentrabili

Un obiettivo macchina fotografica decentrabile è spesso chiamato pure tilt-shift. Anche se il nome non ti dice molto, ti sarà capitato di vederne un’applicazione d’effetto. Ovvero quella in cui paesaggi e vedute sembrano avere l’aspetto di giocattoli, ricostruzioni plastiche, dove solo una porzione di scena è a fuoco e il resto sprofonda in uno sfocato vignettistico.

Oltre a questo tipo di visione, s’impiega per la correzione delle aberrazioni prospettiche nella fotografia d’architettura. La caratteristica degli obiettivi decentrabili è quella di avere lenti in grado di essere mosse facendo perno sul proprio asse, dall’alto al basso e da destra a sinistra. Possono essere impiegati anche particolari moti rotatori, sempre per intervenire sulla resa prospettica. Una cosa è chiara: sono obiettivi per macchine fotografiche abbastanza complessi da utilizzare e destinati a scopi specifici.

Quali obiettivi decentrabili acquistare?

Molto probabilmente per poter utilizzare un’ottica decentrabile sulla tua fotocamera avrai bisogno di unadattatore. In ogni caso ti segnaliamo il Samyang Obiettivo 24 mm f/3.5 ED AS UMC Tilt-shift per Nikon. Un obiettivo della categoria tra i più apprezzati e venduti online.

7 Obiettivo fotografico fish-eye

Le lenti fish-eye hanno un’estensione focale ampissima, questa può partire sin da 6 mm. Cui può corrispondere un angolo di visione anche di 180 gradi. Si contraddistinguono per il particolare effetto di distorsione delle linee e della prospettiva che, più grande è il sensore, tendono a far diventare il frame tondo. Se osservi la lente di lato sarà convessa e sporgente, proprio come l’occhio di un pesce. Ottiche di questo tipo si usano prevalentemente per ottenere effetti creativi particolari.

Quale fish-eye comprare?

Un obiettivo per macchina fotografica fish eye può avere davvero un prezzo notevole, in rapporto all’utilizzo che poi effettivamente ne farai. Ecco perché potresti valutare di utilizzare un app o un plug in sul tuo programma di post produzione per simulare l’effetto di un fish-eye. Se comunque desideri acquistarne uno, il più diffuso resta il Samyang obiettivo fish eye T3.1 VDSLR con messa a fuoco manuale. In genere reperibile con l’attacco compatibile per più modelli di macchina fotografica.

8 Lenti per foto macro

Gli obiettivi macro permettono la messa a fuoco a brevissima distanza dal soggetto, anche quando quest’ultimo è piccolo come una formichina. Inoltre verrà restituito in tutti i suoi dettagli, insieme ad un pastosissimo sfondo bokeh. Spesso chi si occupa per passione o per lavoro di fotografia macro insieme a un’ottica adatta sfrutta pure un ring flash, per esaltare e rendere ancor più evidenti i particolari.

Quali obiettivi macro comprare?

Esistono in commercio ottiche macro di tipo zoom, così come fisse. Sigma produce due dei migliori accessori del genere, ovvero il 17-70 mm f/2.8-4.0 e il 105 mm f/2.8. Tra i best seller anche il Tamron A17 70-300 mm f/4-5.6.

9 Conclusioni: come scegliere l’obiettivo della fotocamera giusto?

In fotografia spesso (anzi diciamo pure sempre) è importante aver chiaro cosa t’interessa scattare. Come avrai notato leggendo questa guida, ogni obiettivo macchina fotografica è progettato e realizzato per soddisfare esigenze specifiche. L’architettura urbana stimola il tuo interesse formale? Usa un grandangolo o ancor meglio un decentrabile. Ti piacciono i ritratti e fai pure il videomaker? Nel tuo kit dovrebbe trovare posto almeno un fisso. E così via, sono solo degli esempi. Inoltre ti ricordiamo di prestare attenzione al fattore di moltiplicazione se la tua macchina è una APS-C.

Da non perdere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *