Quale tv samsung comprare? QLED, UHD 4K e The Frame, la guida completa

Quale tv samsung comprare? QLED, UHD 4K e The Frame, la guida completa

I televisori Samsung sono tra i migliori al mondo. Ma quale conviene comprare? Tra QLED, The Frame e fascia economica, ecco la guida!

Una guida completa ed esaustiva che risponderà ad una domanda che moltissimi utenti si pongono, ovvero: quale tv Samsung comprare? Quesito a prima vista banale, ma vista l’ampiezza dell’offerta, non è affatto scontata. Cercheremo di dividere la guida in paragrafi e sezioni, dato che i modelli prodotti dalla casa sono moltissimi, ed alla fine trarrete le vostre conclusioni. Buona lettura!

I nostri tv Samsung preferiti:

Samsung, un’azienda con la A maiuscola

Quando al giorno d’oggi si pensa ad una azienda con una solida storia alle spalle, sicuramente uno dei pensieri viene rivolto a Samsung. Il brand orientale, coniato e fondato nel 1938 dal figlio di alcuni proprietari terrieri coreani, allo scopo di dare vita a un’azienda solida e che riuscisse a farsi conoscere in breve tempo. Nel corso dei primi anni di vita, Samsung trovò accordi con varie ditte ed aziende, ma sempre nel territorio coreano. Questo fino al 1982, quando il brand lanciò sul mercato, nel fervore di quel momento storico così importante, il suo primo Personal Computer. Erano gli anni furenti della Apple, delle prime avvisaglie Microsoft, Xerox e IBM, ma soprattutto era quel momento storico in cui l’elettronica si stava facendo strada. In futuro sarebbe stato definito come mondo dell’elettronica di consumo.

Quale tv samsung comprare? QLED, UHD 4K e The Frame, la guida completa

Questo PC (apparentemente mai uscito dalla Corea), trovava la sua genialità nel fatto che per archiviare i dati utilizzava non un comune floppy disc come altre marche facevano, ma un registratore a nastro, l’unità floppy poteva essere acquistata a parte. Successivamente e per tutti gli anni novanta Samsung, andò alla ricerca di finanziatori ed investitori, sempre più convinti di voler entrare nel mondo dell’elettronica di consumo. Il progetto era ambizioso, ma alla fine la storia ha dato ragione al fondatore ed ai suoi successori. Oggi Samsung è un punto di riferimento: non solo nel mondo della telefonia, ma anche degli accessori e dei televisori, così come di tutta un’altra gamma di prodotti che ogni anno aumentano sempre più di qualità, affidabilità e durevolezza.

Lo spot del primo SPC 1000 di Samsung (1982)

Qual è il segreto di questa azienda?

Investire costantemente su tutto ciò che la circonda, e creando piani industriali complessi per capire dove fosse più conveniente andare a parare. A margine del suo enorme mercato di elettronica, Samsung ha investito e fornito componenti, fra le migliori in circolazione, a migliaia di aziende in tutto il mondo. Non solo, anche in campi assolutamente fuori dall’elettronica come la motoristica, nella quale Samsung è partner ormai dal 2001 di Rolls Royce per la costruzione dei motori per i jet e gli aerei a reazione. La sua unità di dischi rigidi e produzione di questi ultimi nel 2009 è stata ceduta alla multinazionale Seagate, con lo scopo di ricavare profitto da reinvestire nelle aziende corporate alla società.

Un continuo scambio di informazioni, dati, soldi e progresso che hanno portato Samsung a divenire leader in diversi settori. Come successe nel 2012, quando divenne il primo produttore di smartphone e telefonia al mondo, superando anche Nokia (allora campionessa). Un’azienda che ha sempre creduto nel progresso, ed i suoi prodotti nel sono la prova lampante, sia per frequenza di uscita, sia per migliorie che ogni volta vengono apportate. Non solo, Samsung è anche un’azienda che ascolta i propri clienti, cercando ad ogni nuova serie, che sia di televisori o smartphone, di migliorare quelle che sono le sue skills, venendo così incontro alle esigenze di tutti quanti. Non siamo ancora arrivati al punto centrale: Quale tv Samsung comprare? Calmi! adesso ci arriviamo.

Know How sui televisori, come riesce a vincere Samsung ?

Uno su tre dei televisori che possiamo vedere in case, negozi o centri, è brandizzato Samsung. Non solo, Samsung è uno dei primi, se non il primo (dipende dalle annate) produttore di pannelli per televisori al mondo. Cosa significa questo? Significa che potremmo anche acquistare un TV Sony che in realtà ha un pannello montato e prodotto da Samsung. Questo gioco di “scambio” vale anche per i telefoni, tuttavia è sui televisori che Samsung si scontra con la sua più acerrima “rivale”: LG! Noi stessi, abbiamo dedicato un “match” tra Samsung e LG sui televisori.

Le due aziende (entrambe sud-coreane) si danno battaglia fin dagli esordi, specialmente per quanto riguarda i prodotti di fascia alta, quindi TV che superano i 1000 euro di spesa. Nel campo medio o medio/basso queste due aziende vendono molto, ma si debbono scontrare anche con la concorrenza a basso costo, che fa incetta di vendite! I vari Akai, Hisense e recentemente Xiaomi. La vincita di questa battaglia da qualche anno è di proprietà di LG, o comunque di LG Display, succursale della multinazionale che si occupa solamente di produrre i pannelli. Al di là dei numeri comunque, Samsung rimane fra i 5 maggiori produttori di schermi, e conseguenzialmente anche di televisori, al mondo.

I tv Samsung oggi: modelli e tecnologie, perché QLED e non OLED?

Non potendo competere con la tecnologia OLED , che è stata brevettata e teorizzata da LG stessa (la prima al mondo che ce l’abbia fatta) Samsung ha deciso di puntare su una tecnologia concorrente, e spingere al massimo su quella. Parliamo del QLED! Moltissimi detrattori pensano che i QLED siano delle brutte copie degli OLED, in realtà questi pannelli hanno moltissimi vantaggi che tanti non considerano. Quali? Vediamoli:

In primis la durata: uno schermo QLED dura molto più nel tempo rispetto ad un OLED classico. Questo perché i secondi hanno un burn-in, ovvero una scala di deterioramento molto più veloce, che li fa durare meno nel tempo. In secondo luogo i QLED sono decisamente più luminosi, arrivando a superare i 1000 nits di scala luminosa. Una cifra che gli OLED faticano a raggiungere al momento. Considerando anche un altro elemento fondamentale non tanto per le aziende ma per i clienti, il prezzo; un QLED ha costi di produzione nettamente inferiori, che gli permettono di essere più economico. Inoltre per chi ama la fedeltà assoluta, gli schermi prodotti da Samsung hanno (generalmente) più fedeltà a livello di colori. Non che i colori sugli OLED siano scadenti, tutt’altro! Semplicemente i QLED giocano ad armi pari ma alla metà del prezzo. E non è poco.

Offerta di televisori di Samsung

Andiamo ora a vedere quali sono le principali categorie che Samsung offre: in primo luogo abbiamo i QLED di cui abbiamo parlato nel paragrafo precedente, e che rappresentano la fedeltà assoluta ed il prodotto di punta di tutta l’azienda nel campo del televisori.

In secondo luogo troviamo la serie The Serif, di cui abbiamo parlato anche in qualche articolo dedicato. Ugualmente costosa, offre però anche una serie di soluzioni di design e cerca di immaginare il televisore non solo come oggetto di intrattenimento e di condivisione, ma come un vero e proprio complemento d’arredo per la casa. Parallelamente e con la medesima filosofia troviamo la serie The Frame, che ipotizza una nuova funzione per lo schermo televisivo: un quadro in movimento. Tableaux Vivant futuristico. Coraggioso e sicuramente gradevole da avere in casa.

In successione troviamo quelli che vengono chiamati schermi UHD 4K. Una serie prodotta da Samsung per pannelli di dimensioni generose (si parte da 55 pollici per superare i 75 nelle versioni più grandi). Risponde all’esigenza del pubblico medio che non vuole rinunciare alla qualità ma con una spesa decisamente più contenuta. La serie più “cinematografica” e “per tutti”.

In ultimo abbiamo le TV di fascia media o medio/bassa, sulle quali però è difficile dire molto perché Samsung come abbiamo detto in precedenza non è molto interessata a questa fetta di mercato, sia per la troppa concorrenza che per i pochi profitti, preferendo investire su budget più alti.

La domanda che tutti si pongono, perché comprare un TV Samsung?

Principalmente per una parola, affidabilità. Quando si compra un televisore Samsung , ma fosse anche un elettrodomestico o uno smartphone si sa quello che si compra. Ci sono ottimi modelli in vendita che vedremo fra poco nel nostro super recap e che potete acquistare in assoluta tranquillità! Il rapporto qualità/prezzo è ottimo anche su pannelli molto costosi: è come mettersi in casa una macchina con un ottimo motore che non ti abbandonerà mai. Allo stesso tempo Samsung ha anche nel corso del tempo pensato alla creazione di un vero e proprio ecosistema per i suoi prodotti; specialmente nella fascia alta, ma anche in alcuni modelli UHD. Ed ecco che spuntano skills come comandi vocali (Bixby però, almeno in italia, è il grande desaparecido), interazione con le app di terze parti e interazione con i principali assistenti vocali.

Quale tv samsung comprare? Andiamo a scoprirlo nel dettaglio

Siamo giunti alla parte succosa della guida su quale tv samsung comprare. E’ bene specificare che, quando si va a scegliere un televisore Samsung, bisogna essere consapevoli che questa azienda vince a mani basse nella fascia medio/alta e media. Quei televisori che partono dai 400 euro e non superano i 1500 euro di spesa. Nella fascia top invece LG vince senza mezzi termini, avendo dalla sua la tecnologia OLED. Quale tv Samsung comprare? Ecco la guida all’acquisto, con recensioni e opinioni per (quasi) tutti i modelli.



TV QLED

Sono la punta di diamante come abbiamo detto, e differiscono da tutti gli altri per costo ma non solo, anche per dimensioni, durabilità e skills aggiuntive.

Samsung Q60R: Il QLED alla portata di tutti!

E’ il modello base della serie QLED 2019, che abbiamo anche recensito in maniera approfondita, ed al cui articolo vi rimandiamo per maggiori dettagli. E’ un pannello che si reperisce in diverse dimensioni, ma la cosa strabiliante è che con soli 600 euro si può portare a casa uno splendido 49 pollici. Dalla sua questo televisore, in qualsiasi dimensione lo si acquisti, ha una resa cromatica eccellente e un HDR automatico assolutamente brillante. Una ottima gestione del movimento e un framerate unico, sia in campo cinema che in quello da gioco, dove da ancora più sfoggio di sé. L’upscaling è fra i migliori di questa fascia di prezzo, ottimo design ed un contrasto più che dignitoso. Di contro invece ha angoli di visione un po’ troppo accentuati e nitidi, con alcuni riflessi ed è un peccato. Non ha nessun supporto al Dolby Vision per il sonoro, ed in merito a questo necessita sicuramente di una soundbar o di un impianto aggiuntivo, dato che il suo audio nativo non è dei migliori. Medesimo discorso anche per il Q64R, che differisce da questo solo per la colorazione argento.

Samsung Q70R: Cinema, cinema e Full Array

Salendo di categoria incontriamo questo, un televisore simile al precedente, ma aggiunge anche alcune skills che lo rendono più interessante. In primo luogo abbiamo il Full Array 4x. Cosa significa? I pannelli QLED restano dei LED, con una retro-illuminazione “spalmata” da dietro. I pixel non sono – come gli Organic-LED – uno indipendente dall’altro. Come rendere al meglio il contrasto, la nitidezza e i neri? Il Full Array è un sistema che permette di gestire l’illuminazione dei pixels, rendendo la visione ancora più profonda. La versione 4x agisce principalmente sui neri, spegnendo letteralmente le lampadine della retro-illuminazione in zone specifiche. Per farla breve, ci si avvicina alla profondità dei neri OLED, pur non avendone la medesima perfezione. Abbiamo inoltre l’HDR 1000, standard che certifica la qualità del contrasto dinamico e che mancava sul Q60R. Buona anche la lucentezza, che supera i 1000 nits di valore nei momenti di picco. Per contro invece abbiamo lo stesso problema dell’altro modello, ovvero gli angoli di visione non ottimali. Su Amazon lo si trova attorno ai 1300 euro! Ma è un prezzo che cambia a seconda i offerte, sconti e periodi dell’anno.

Samsung Q85R: perfetto per il gaming

Il sogno di tutti i gamers? Un televisore come questo; ci avviciniamo alla fascia più alta del mercato, ed abbiamo di fronte uno dei pannelli con l’input lag più basso che possiate immaginare. In questo modo circostanze come gaming online dove il tempismo è tutto vengono assorbiti egregiamente dal televisore, mantenendo l’immagine fluida. Oltre a questo la versione Q85 che monta sempre un pannello QLED di ultima generazione, ha una eccellente configurazione dei neri, leggermente meno nelle scale di grigio dove soffre un po’ di toni biancastri. Ottimi sopratutto: contrasto, SDR e HDR automatico per il bilanciamento. Rispetto al modello precedente invece qui il Full Array ha raggiunto l’8x di intensità, il che va ulteriormente a giocare sulla fortuna dei gamers, che hanno bisogno di immagini nitide, ben contrastate, ma sopratutto di fluidità di movimento. Infine lo scaling è al top della sua categoria. Consigliato? certo che sì! Ma specie ai più nerd. Il prezzo non è regalato (sui 1700 euro su Amazon) ma stiamo parlando di un tv Samsung al top.

Samsung Q90R: Quando il QLED supera gli OLED

La serie perfetta, probabilmente il pannello più bello e completo prodotto da Samsung nella sua serie QLED. Un prezzo che levita molto, ma giustificato dal fatto che abbiamo di fronte un pannello che andrebbe acquistato anche solo per il suo Full Array, che supera i 16x di potenza, impressionante. Adatto quindi per i gamers ma non solo, anche per coloro che cercano il pannello definitivo. Come il modello precedente soffre leggermente sull’uniformità dei grigi, che tendono un po’ a calare ai lati ma è una caratteristica dei QLED. Dalla sua invece oltre che il Full Array 16x abbiamo un input lag quasi inesistente, un HDR ed una gestione del colore ottimale, un Local Dimming che riesce a calibrarsi in maniera automatica ed in modo sempre eccellente. L’SDR da ottime risposte in varie occasioni. I neri sono buoni, con nessuna scala di bianco, così come l’anti seghettatura delle immagini e il rischio di burn-in evitato a piè pari. Un televisore per chi vuole il cinema a casa propria. Un televisore per chi vuole il meglio. Con budget illimitato, se non sapete quale tv Samsung comprare, Q90R tutta la vita.



Serie The Serif/The Frame

Come abbiamo detto durante l’introduzione, queste due serie sono state pensate e prodotte da Samsung per trasformare il televisore in un complemento di arredo. Nella serie The Serif abbiamo un design unico che ricorda una lavagna, ma anche una tecnologia interna che dialoga col nostro smartphone (meglio se Samsung). Un tv che può proiettare sullo schermo immagini predefinite o caricamenti eseguiti da noi stessi, rendendo questo televisore una cornice digitale gigante.

Dall’altra parte invece abbiamo la serie The Frame, per chi ama i design decisi e spigolosi, questo televisore somiglia più ad un quadro gigante, ed è il suo side project più ambizioso. Proietta immagini predefinite o caricamenti, ha un sensore di prossimità che spegne lo schermo quando ci allontaniamo e ne attenua la luce a seconda delle condizioni della stanza. Design unico anche in questo caso, con una vera e propria cornice (frame appunto) che circonda tutto il televisore e che può essere personalizzata. Non per tutti, ma che figata!



Samsung HDR 4K (LED)

Se volete invece un ottimo medio gamma, Samsung per il 2019/2020 ha pensato a questa serie RU, che precedentemente si chiamava NU ed ancora prima MU. Una nuova nominazione dunque per pannelli che cercano di venire incontro alle esigenze di chi non vuole spendere enormi cifre per avere un nuovo televisore, o per chi si accontenta anche di scendere di fascia. Quale tv Samsung comprare con un budget medio? Date un’occhiata a questa selezione “RU”.

RU7100: Bomba di prestazioni (a un prezzo cheap)

Ottimo prodotto, schermo di grandi dimensioni, HDR automatico e processore UHD integrato per immagini nitide e chiare. Design accattivante con doppio piedistallo laterale, ottimizzazione per soundbar acquistabile a parte, menù e navigazione semplificate grazie ad una chicca di Samsung, ovvero il raggruppamento di tutti i contenuti ed app nella medesima pagina. UHD Dimming integrato che suddivide lo schermo in più parti per una resa delle immagini migliore, discreto sound nativo ed anche compatibile con Alexa e Google Assistant, oltre ai comandi vocali integrati nel telecomando. Prezzo che per il 55 pollici rimane sotto i 500 euro! Best buy.

RU7400: Campione di vendite con colori “dinamici”

Dynamic Crystal Color o DCC, questa la caratteristica principale di questo pannello che al precedente modello abbina sempre un processore UDH. Un HDR automatico discreto ed un menù intelligente per navigare con semplicità. Il sistema dei colori satura le parti migliori e regola automaticamente la resa delle immagini per filmati, documentari e foto nitide come non mai. Piedistallo centrale e design ultra slim per questo modello, comandi vocali integrati, interazione con i principali assistenti vocali ed anche con gli smartphone Samsung tramite app dedicata. Ottima anche la soluzione per il cable management grazie a Clean Cable Solution, ovvero una guida interna che permette di passare i cavi di alimentazione ed HDMI senza lasciarli in giro, ottenendo una soluzione pulita e senza polvere aggiuntiva. Campione di vendite, come già fu quel MU7400 molto simile del 2017. QUI trovate l’esclusiva Amazon, con un prezzo basso e fisso e qualche chicca in più.

RU8000: Eccellenza sotto i 1000 euro

Real Game Enhancer e Dynamic Crystal Color, due aspetti vincenti del più grande pannello della serie RU, che può arrivare fino ad 85 pollici di diametro nella versione maggiore. Il RGE permette di giocare ai massimi livelli grazie ad una tecnologia che rende l’input delle immagini e il lag bassi, permettendo una usabilità completa. I colori saturi e l’HDR automatico fanno il resto in ogni situazione, senza alcun limite. Design ultra slim e cornici sottili, doppio piedistallo, Clean Cable Solution integrata, UHD Processor di serie e telecomando One Remote Control per interagire comodamente con televisore ed assistenti inclusi. Il meglio della serie RU sotto ogni aspetto e punto di vista.



Samsung Fascia bassa FULL HD E HD:

Come abbiamo detto in apertura Samsung non ha molto da offrire in questa fascia. LG, Hisense ed altri brand la battono a mani basse e con televisori più interessanti sotto ogni aspetto. Per completezza della guida però citiamo l’N5370, un pannello da 32 pollici ad un prezzo contenuto e con alcune caratteristiche interessanti come HDR automatico, Clean Image per la nitidezza e Pure Color per colori vivi e naturali. Segnaliamo anche L’N4000 con Local Dimming automatico, Wide Colour per colori intensi e luminosi, Connect and Share per condividere files, immagini e filmati direttamente dal telefono al televisore. Due schermi per chi vuole “accontentarsi” ma senza esagerare, portandosi comunque a casa due ottimi prodotti che vengono venduti al di sotto dei 500 euro di spesa. Ora sapete quale tv Samsung comprare e potete prendere le vostre scelte. Buon “cinema a casa vostra”.

Samsung 32 pollici N5370:

Samsung 32 pollici N4000:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *